Importi massimi delle prestazioni a sostegno del reddito INPS 2014

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Importi massimi delle prestazioni a sostegno del reddito 2014: CIG, mobilità, ASpI e Mini ASpI e assegno per le attività socialmente utili

Con circolare n. 12 del 29 gennaio 2014 l’INPS rende noti gli importi massimi ufficiali, in vigore dal 1° gennaio 2014, delle seguenti prestazioni a sostegno del reddito: trattamenti di integrazione salariale, mobilità, indennità di disoccupazione ASpI e Mini ASpI nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

La normativa vigente in materia di prestazioni a sostegno del reddito INPS prevede che dal 1° gennaio di ogni anno, i c.d. “tetti” dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità ed indennità di disoccupazione ASPI e Mini Aspi, relativi agli importi mensili massimi dei trattamenti ed alla retribuzione mensile, comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l’applicazione del massimale più alto – siano aumentati nella misura del 100% dell’aumento annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

 

Trattamenti di integrazione salariale.

Tetti massimi del trattamento di integrazione salariale 2014

Tetti massimi del trattamento di integrazione salariale 2014

Tetti massimi del trattamento di integrazione salariale Edilizia 2014 - (intemperie stagionali)

Tetti massimi del trattamento di integrazione salariale Edilizia 2014 – (intemperie stagionali)

Indennità di mobilità.

Indennità di Mobilità

Indennità di Mobilità

Trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia

Per i lavoratori che hanno diritto al trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia dipendenti da aziende con più di 15 dipendenti l’importo da prendere in considerazione è quello della mobilità.

Per gli altri lavoratori che hanno diritto al trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia l’importo da corrispondere rivalutato è fissato, per l’anno 2014, in: euro 634,07 che, al netto della riduzione del 5,84%, è pari ad euro 597,04.

Indennità di disoccupazione ASpI e mini-ASpI

La retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione ASpI e Mini-ASpI è pari a seguito della rivalutazione annuale, ad euro 1.192,98 per il 2014.

L’importo massimo mensile delle suddette indennità, per le quali non opera la riduzione di cui all’art. 26 della legge n. 41 del 1986, non può in ogni caso superare, per il 2014, euro 1.165,58.

Lo stesso importo massimo previsto per l’indennità di disoccupazione ASpI si applica anche nel caso di erogazione della prestazione ai lavoratori sospesi.

Indennità di disoccupazione agricola

Per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione ordinaria agricola con requisiti normali, da liquidare nell’anno 2014 con riferimento ai periodi di attività svolti nel corso dell’anno 2013 gli importi da prendere a riferimento sono euro 1152,90 (per ciò che riguarda il massimale più alto) e ad euro 959,22 (quanto al massimale più basso)

Assegno per attività socialmente utili

L’importo mensile dell’assegno spettante ai lavoratori che svolgono attività socialmente utili è pari, dal 1° gennaio 2014, ad euro 578,98

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti