Inps: presentazione telematica delle domande di indennità di mobilità in deroga

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Dal 1 luglio, le domande di mobilità in deroga potranno avvenire solo per via telematica: web, patronato o contact center. Tutte le informazioni nella circolare INPS

L’Inps con circolare nr. 102 dello scorso 27 luglio 2012, informa che a partire dal 1° luglio 2012 la presentazione delle domande di indennità di mobilità in deroga, potranno essere presentate solo telematicamente, attraverso il portale inps. I canali di presentazione delle domande sono i consueti, vale a dire tramite:

  • WEB -servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • Patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • Contact center integrato – n. 803164.

Per quanto riguarda la procedura via WEB, il servizio è disponibile sul sito internet dell’Istituto (www.inps.it) attraverso il seguente percorso: Servizi on line –-> Servizi per il cittadino à Autenticazione con PIN à Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito à Disoccupazione, Mobilità e Trattamento speciale edilizia à Mobilità in deroga.

Sezione Informazioni:

Tale sezione riporta sinteticamente  le principali caratteristiche della prestazione in argomento (beneficiari, requisiti, importi, durata).

Sezione Invio domanda

Tale sezione visualizza più  sottosezioni:

–      ”Dettaglio Dati Anagrafici” e “Dettagli Indirizzi”:  i campi sono popolati con i dati in possesso dell’istituto (Arca e Anagrafica  Lavoratori). Il cittadino ha la possibilità di variare il domicilio.

–      “ultima posizione lavorativa utile ai fini della concessione della mobilità in deroga”: le informazioni sono reperite automaticamente tramite i dati che risiedono nei DB in possesso dell’Istituto (in particolare Unilav e Uniemens). Il cittadino può variarli o integrarli.

Sezione Compilazione domanda

Questa sezione consente di completare l’acquisizione della domanda e di procedere all’invio vero e proprio. In caso di richiesta di ANF, all’utente verrà chiesta la compilazione degli ulteriori dati necessari per l’eventuale calcolo della prestazione. Completata l’acquisizione e confermato l’invio, la domanda viene protocollata e sarà possibile stampare la ricevuta di presentazione nonché il prospetto dei dati trasmessi.

E’ previsto un periodo transitorio, fino al 31 agosto 2012, durante il quale le domande potranno ancora essere presentate secondo le consuete modalità. Al termine di detto periodo e quindi dal 1° settembre 2012, il canale telematico diventerà l’unico mezzo di presentazione delle richieste di mobilità in deroga.

Da tale data non sarà procedibile una domanda di mobilità in deroga che pervenga all’Istituto in forma cartacea o attraverso altri canali telematici non previsti dalla presente circolare.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti