Nuovo modello di dichiarazione per gli aiuti de minimis

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'Inps rilascia il nuovo modello di dichiarazione per gli aiuti "de minimis" aggiornato a seguito dell'introduzione di due nuovi regolamenti (UE)

Con la circolare numero 102 del 3 settembre l’Inps rilascia il nuovo modello di dichiarazione per gli aiuti “de minimis” aggiornato a seguito dell’introduzione di due nuovi regolamenti in materia, il Regolamento (UE) n. 1407/2013  sugli aiuti di importanza minore (regime generale), in sostituzione del Regolamento (UE) n. 1998/2006 e il Regolamento (UE) n. 1408/2013 (pubblicato su G.U.U.E. L 352 del 24.12.2013) sugli aiuti d’importanza minore nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, in sostituzione del Regolamento (UE) n. 1535/2007.

L’Inps segnala che le novità introdotte sono diverse, di cui le più significative riguardano:

  • l’inclusione delle imprese in difficoltà tra coloro che potranno beneficiare degli aiuti minori “de minimis”;
  • l’introduzione del criterio di impresa unica, con la conseguenza che il massimale di aiuto concedibile viene a determinarsi con riferimento all’insieme delle imprese tra le quali sussista una relazione.

Aiuti “de minimis” per i quali trovano applicazione i nuovi Regolamenti

Le agevolazioni erogate dall’INPS per le quali si applicano i nuovi Regolamenti circa il regime “de minimis” sono:

  1. sgravio contributivo previsto per l’apprendistato;
  2. incentivo per favorire la ricollocazione lavorativa di soggetti privi di occupazione e beneficiari dell’ASPI;
  3. incentivo per l’assunzione di lavoratori iscritti nella “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”.

I datori di lavoro interessati dovranno inviare la richiesta di ammissione al beneficio tramite il modulo telematico attualmente disponibile nel Cassetto previdenziale e contestualmente inoltreranno la dichiarazione “de minimis” secondo il fac- simile allegato, avvalendosi della funzionalità “Contatti” del Cassetto Previdenziale.

  Circolare numero 102 del 03-09-2014 (104,9 KiB, 1.120 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti