Permessi Legge 104 per convivenze di fatto e unioni civili

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Istruzioni INPS sui permessi Legge 104 per convivenze di fatto e unioni civili dopo la legge Cirinnà 76/2016 e la sentenza Corte Costituzionale 213/2016

La Legge 20 maggio 2016, n. 76 cosiddetta legge Cirinnà ha introdotto nel nostro ordinamento oltre al classico matrimonio, le unioni civili fra persone dello stesso sesso e le convivenze di fatto (fra persone dello stesso sesso o di sesso diverso) regolarmente registrate all’anagrafe.

La Legge Cirinnà ha previsto tra l’altro, che “le disposizioni che si riferiscono al matrimonio e le disposizioni contenenti le parole «coniuge», «coniugi» o termini equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi, negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti nonché negli atti amministrativi e nei contratti collettivi, si applicano anche ad ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso”.

Inoltre la Corte Costituzionale con Sentenza n. 213/2016 ha stabilito che i permessi della L. 104/92 spettano anche al convivente, dichiarando illegittima la norma che limita a coniuge e parenti i permessi della legge 104 del 92.

Leggi anche: I permessi della legge 104 spettano anche al convivente

Con la Circolare n. 38/2017 l’INPS recepisce le suddette novità (legge n.76/2016 e sentenza Corte Costituzionale n. 213/2016) e fornisce le istruzioni operative relative ai permessi Legge 104 per i lavoratori dipendenti del settore privato.

Nella stessa circolare l’INPS regolamenta il congedo straordinario per le unioni civili, così come già previsto dal D.Lgs.151/2001 per i lavoratori dipendenti del settore privato.

Permessi Legge 104 per conviventi e unioni civili

In particolare l’INPS evidenzia che:

– per quanto riguarda le Unioni Civili il coniuge, che presti assistenza all’altra parte, può usufruire:

  • dei permessi di cui alla Legge 104;
  • del congedo straordinario ex art. 42, comma 5 D.Lgs.151/2001.

– nelle convivenze di fatto il convivente, così come indicato dalla legge n. 76/ 2016, che presti assistenza all’altro convivente, può usufruire unicamente di:

  • permessi ex lege n. 104/92.

Permessi Legge 104 come fare domanda

Con la Circolare n. 38 del 27-02-2017 l’INPS spiega nel dettaglio anche la modalità di presentazione delle domande.

Per il momento non è ancora attiva la procedura telematica. Fino alla sua implementazione, gli uniti civilmente (per beneficiare dei 3 giorni di permessi legge 104 e/o dei periodi di congedo straordinario) e i conviventi di fatto (per beneficiare dei 3 giorni di permesso ex lege 104/92) possono presentare la domanda all’INPS di competenza tramite modello:

  • SR08 Domanda di permessi Legge 104;
  • SR64 Domanda di congedo straordinario.

Il modello può essere inviato via PEC o raccomandata A.R. o consegnato direttamente allo sportello.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti