Concorso Magistrati Ordinari 2020: domande in scadenza


Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il Ministero della Giustizia ha di recente indetto un nuovo concorso Magistrati Ordinari 2020 per 310 posti disponibili. Sarà possibile inviare la propria candidatura entro e non oltre il 19 dicembre 2019 esclusivamente in via telematica. Ma vediamo qui di seguito quali sono i requisiti richiesti dal bando e le prove d’esame previste dal bando.

Il bando di concorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 novembre 2019, n. 91 – 4a Serie Speciale, prevede il possesso di alcuni requisiti per poter inviare la propria candidatura al concorso pubblico.

Vediamo quindi quali sono i requisiti richiesti dal bando, come fare domanda e come si svolgerà il concorso.

Concorso Magistrati Ordinari 2020: requisiti

I soggetti che possono partecipare a tale concorso sono i seguenti:

  • Laureati in giurisprudenza;
  • Magistrati amministrativi e contabili;
  • Procuratori dello Stato;
  • Docente Universitario di materie giuridiche con laurea in Giurisprudenza;
  • Dipendenti dello Stato o della pubblica amministrazione, con qualifica dirigenziale oppure appartenenti all’area C dei contratti collettivi pubblici con almeno cinque anni di anzianità nella qualifica e una laurea in Giurisprudenza;
  • Abilitati all’esercizio della professione forense;
  • Soggetti che hanno svolto le funzioni di magistrato onorario per almeno sei anni;

I requisiti richiesti dal bando sono:

  • Cittadinanza Italiana;
  • Non sia stato dichiarato per tre volte non idoneo a tale concorso;
  • Sia in regola con il pagamento del diritto di segreteria;
  • Assenza di condanne penali;

Tutti i requisiti elencati devono essere posseduti entro e non oltre il termine fissato per la presentazione della domanda di partecipazione. Pertanto, i candidati che non saranno in possesso di tali requisiti saranno esclusi dal concorso.

Concorso Magistrati Ordinari 2020: come fare domanda

Per poter partecipare al concorso è obbligatorio effettuare il pagamento del diritto di segreteria della somma di 50€.

Il pagamento potrà essere effettuato mediante bonifico bancario oppure bonifico postale intestato a:

  • IBAN: IT 62O 07601 14500001020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17 CAUSALE: concorso magistratura ordinaria anno 2019.

In alternativa è possibile effettuare il versamento mediante bollettino postale sul:

  • conto corrente postale n. 1020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, CAUSALE: concorso magistratura ordinaria anno 2019.

Oppure mediante il versamento in conto entrate tesoro, presso una qualsiasi Tesoreria dello Stato.

I candidati possono inviare la propria candidatura entro e non oltre il 19 dicembre 2019 esclusivamente in via telematica attraverso il sito web. Per inviare la propria candidatura bisognerà registrarsi sul portale web ed inserire i proprie dati personali. Inoltre, il portale web chiederà di indicare gli estremi identificativi del versamento effettuato per la partecipazione al concorso.

Successivamente alla registrazione e alla compilazione della domanda di partecipazione, il sistema inviterà a scaricare la domanda di partecipazione in PDF, da firmare ed inviare attraverso la propria area personale.

Dopodiché, bisognerà allegare alla domanda anche la fotocopia di un documento di riconoscimento e la ricevuta del versamento del diritto di segreteria.

Prove d’esame del Concorso Magistratura Ordinaria 2020

Il concorso per Magistrati ordinari 2020 si svolgerà mediante due prove d’esame:

  1. Prova Scritta;
  2. Prova Orale.

La prova scritta del concorso pubblico consiste in tre elaborati teorici: diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo. I candidati hanno a disposizione 8 ore per poter concludere i 3 elaborati scritti.

Successivamente la prova scritta, i candidati che avranno ottenuto un punteggio minimo di 16/20 saranno convocati per lo svolgimento della prova orale. Tale prova consiste in un colloquio con la commissione esaminatrice sulle seguenti materie d’esame: diritto civile ed elementi fondamentali di diritto romano; procedura civile; diritto penale; procedura penale; diritto amministrativo, costituzionale,tributario, commerciale, fallimentare, del lavoro e della previdenza sociale; diritto comunitario, internazionale pubblico e privato;  elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario. 

Inoltre, la commissione valuterà anche la conoscenza di una delle seguenti lingue straniere scelte dal candidato: inglese, francese, spagnolo o tedesco.

Il diario della prova scritta del concorso Magistrati Ordinari 2020, sarà pubblicato sul sito web del Ministero della Giustizia il  27 marzo 2020. La pubblicazione del diario avrà valore di notifica a tutti gli effetti.

In conclusione ricordiamo che sarà possibile consultare il bando di concorso completo allegato a fondo pagina.

BANDO DI CONCORSO


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.