Concorso Regione Puglia: 260 nuove assunzioni per gestione reddito dignità

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


E' stato indetto un nuovo concorso Regione Puglia 2018. Il concorso prevede l'assunzione di 260 dipendenti, vediamo requisiti e scadenze per partecipare

Finalmente è stato indetto un nuovo concorso Regione Puglia 2018. Il concorso prevede l’assunzione di 260 dipendenti che si occuperanno della gestione del reddito di dignità. Per partecipare al concorso, il bando prevede dei requisiti essenziali. Vediamo nel dettaglio quali sono e come presentare domanda di partecipazione.

Concorso Regione Puglia: I requisiti

La Regione Puglia ha indetto un concorso pubblico riguardante l’assunzione a tempo determinato di 260 figure tra cui: Educatori, Assistenti sociali, funzionari Tecnici e Amministrativi. La durata contrattuale sarà massima di 2 anni, inoltre il contratto potrà essere rinnovato per altri 18 mesi.

Per partecipare al concorso Regione Puglia sono:

  • cittadinanza italiana;
  • età minima 18 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non avere condanne penali;
  • diploma oppure laurea;
  • conoscenza lingua inglese.

A causa di diverse aree da ricoprire, le 260 assunzioni annunciate dalla Regione Puglia, si suddividono in diverse posizioni lavorative. Qui di seguito l’elenco e il numero delle posizioni:

  • 151 Assistenti sociali;
  • 20 Educatori ;
  • 12 Tecnici per l’inserimento sociolavorativo;
  • 77 Amministrativi.

Il nuovo Programma Operativo Nazionale, riguarderà principalmente la prevenzione e contrasto della povertà dei 31 Ambiti territoriali.

Come presentare domanda di partecipazione al concorso Regione Puglia

I candidati che hanno i requisiti stabiliti dal bando, possono presentare domanda di partecipazione al concorso di 260 assunzioni per la gestione del reddito dignità, esclusivamente online tramite il sito web del concorso. 

La domanda potrà essere presentata entro e non oltre il 14 settembre 2017 ore 12:00. I candidati dovranno compilare digitalmente, stamparla e sottoscriverla, perchè essa dovrà essere presentata alla Commissione esaminatrice al momento della convocazione.

All’interno della domanda di partecipazione al concorso, i candidati potranno esprimere massimo tre ambiti territoriali dove svolgeranno il loro servizio. Insieme alla domanda il candidato dovrà allegare il suo documento di riconoscimento.

Valutazione punteggi del concorso Regione Puglia

La procedura di selezione del  concorso si articolerà in 2 fasi:

  • Valutazione dei titoli;
  • colloquio;

La valutazione riguarderà i titoli di studio del candidato, la sua votazione finale, esperienze professionali, ecc.

La valutazione per tutti i profili ricercati, è così articolato:

  • Laurea triennale massimo 4 punti;
  • Laurea specialistica oppure magistrale massimo 10 punti;
  • Titoli di studio come ad esempio dottorato, massimo 10 punti;
  • Esperienze professionali presso le Pubbliche amministrazioni massimo 15 punti;

Allo stesso modo le votazioni dei punteggi per la categoria C, ossia per coloro che sono in possesso del diploma, sono:

  • Diploma scuola media superiore massimo 10 punti;
  • Corso di formazione tecnico per l’inserimento socio lavorativo 3 punti;
  • Altri corsi di formazioni 3 punti;

Più importante sarà il colloquio del concorso, esso verterà esclusivamente sulle materie inerenti i requisiti di ogni categoria stabiliti dal bando di concorso. Il punteggio massimo che potrà essere attribuito ad ogni candidato sarà di 45 punti.

Di conseguenza i vincitori del concorso saranno inseriti all’interno di una graduatoria che resterà valida per tre anni dall’apertura di essa.

In conclusione è possibile illustrare il Bando di concorso per conoscere nel dettaglio tutte le altre informazioni necessarie per partecipare al concorso. 

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Altri articoli interessanti