Bonus baby sitter Covid-19: proroga al 30 aprile per spendere il voucher. Le Istruzioni dell’INPS

È stato prorogato il termine entro il quale fruire del bonus baby sitter Covid-19 erogato dall’INPS. C’è tempo fino al 30 aprile 2021.


Si allungano i tempi entro cui fruire del bonus baby sitter 2021, ovvero del voucher INPS per servizi di baby-sitting fino a 1200 euro (o 2000 euro in alcuni casi particolari). Infatti, il temine entro cui procedere all’appropriazione dell’agevolazione in commento nell’apposita piattaforma delle prestazioni occasionali, era fissato al 28 febbraio 2021. Questa data, ora, è stata differita di circa due mesi, ossia fino al 30 aprile 2021. La proroga è arrivata principalmente per consentire la fruizione del beneficio alle istanze ancora in accoglimento.

Dunque, al fine di garantire il rispetto del termine suddetto, le Strutture territoriali INPS dovranno procedere al completamento dell’istruttoria e alla definizione delle istanze in questione improrogabilmente entro la data del 14 aprile 2021. Resta fermo che il genitore beneficiario dovrà inserire le prestazioni occasionali nel cd. “Libretto Famiglia” entro e non oltre la data del 30 aprile 2021.

A darne notizia è l’INPS con il Messaggio n. 950 del 5 marzo 2021. Ecco i dettagli.

INPS, bonus baby sitter Decreto Cura Italia

Alla luce della grave emergenza sanitaria derivante dal contagio da COVID-19, il Governo ha introdotto importanti misure di sostegno alle famiglie per l’assistenza e la sorveglianza dei figli minori. Infatti, poiché servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado sono state sospese, era necessario sostenere la familiarità.

Il primo intervento, in tal senso, si è avuto con il cd. “Decreto Cura Italia” (D.L. n. 18/2020, convertito con modificazioni in L. n. 27/2020) con gli artt. 23 e 25. Tale normativa ha previsto due interventi:

  • specifico congedo, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50% della retribuzione per i figli di età non superiore ai 12 anni;
  • fruizione di un bonus per i servizi di baby-sitting, per il periodo dal 5 marzo 2020 al 31 agosto 2020, nel limite massimo complessivo di 1.200 euro ovvero di 2.000 euro a seconda della categoria di appartenenza del lavoratore. L’agevolazione è erogata per remunerare le prestazioni di lavoro effettuate nel periodo di sospensione delle predette attività didattiche.

Il bonus è erogato mediante il Libretto Famiglia.

Bonus baby sitter nelle “zone rosse”

In seguito, l’art. 14 del Decreto-Legge 149/2020 (Decreto Agosto) ha previsto l’erogazione di uno o più bonus per servizi di baby-sitting a favore dei genitori lavoratori delle regioni situate nelle cd. “zone rosse”.

Anche in questo caso, la fruizione di tali bonus avviene tramite il Libretto Famiglia, per le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte dal 9 novembre 2020 e sino al 3 dicembre 2020.

Proroga dei termini per l’appropriazione e la fruizione del bonus

In origine, per poter fruire del beneficio per tutte le istanze accolte o in via di accoglimento, è stata fissata la data del 28 febbraio 2021.

Questo termine rappresenta la data entro cui procedere all’appropriazione del bonus nell’apposita piattaforma delle prestazioni occasionali e per la comunicazione delle prestazioni svolte dai lavoratori nei periodi sopra indicati.

Ora, però, alla luce dell’evolversi della situazione emergenziale, e allo scopo di consentire la fruizione del beneficio alle istanze ancora in accoglimento, il suddetto termine è prorogato alla data del 30 aprile 2021.

Quindi, per garantire il rispetto del termine suddetto, le Strutture territoriali INPS dovranno procedere:

  • al completamento dell’istruttoria;
  • e alla definizione delle istanze di Bonus Baby Sitter entro la data del 14 aprile 2021.

Infine, si specifica che il genitore beneficiario dovrà inserire le prestazioni occasionali nel “Libretto Famiglia” entro e non oltre la data del 30 aprile 2021.

Messaggio INPS numero 950 del 05-03-2021

Alleghiamo il testo del messaggio INPS in oggetto.

download   Messaggio INPS numero 950 del 05-03-2021
       » 86,8 KiB - 522 download