Cassa integrazione Decreto Agosto: ulteriori chiarimenti INPS

Dal 1° ottobre al via le domande di Cassa integrazione del Decreto Agosto: ulteriori periodi di ammortizzatori a determinate condizioni

Le aziende che intendono accedere alla cassa integrazione, ovvero agli ammortizzatoti sociali in costanza di rapporto di lavoro CIGO, CIGD e ASO, secondo la disciplina del Dl n. 104/2020 (cd. Decreto Agosto), devono presentare la domanda in via telematica sul sito INPS.

In particolare, è possibile avvalersi dei “Servizi Online” accessibili per la tipologia di utente “Aziende, consulenti e professionisti”, alla voce “Cig e fondi di solidarietà” della sezione “Servizi per aziende e consulenti”. Sul punto, si ricorda, poiché l’INPS non rilascia più nuovi PIN a decorrere dal 1° ottobre 2020, le credenziali di accesso ai servizi per le prestazioni in oggetto sono le seguenti:

  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

A specificarlo è l’INPS, con il Messaggio n. 3525 dell’1 ottobre 2020. Nel documento di prassi sono state fornite le modalità di presentazione delle domande di CIGO, CIGD e ASO in base alla nuova disciplina.

Cassa integrazione Decreto Agosto: la disciplina

L’art. 1 del Decreto Agosto ha rideterminato il periodo dei trattamenti di integrazione salariale (ordinaria o in deroga) e dell’assegno ordinario che possono essere richiesti nel secondo semestre 2020 dai datori di lavoro. In particolare è stata prevista la possibilità di accedere a un periodo massimo complessivo di 18 settimane (9 + 9) dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2020.

Sul punto, si specifica, che:

  • il ricorso alle prime 9 settimane di trattamenti è consentito indistintamente a tutti i datori di lavoro che riducono o sospendono l’attività lavorativa a causa dell’emergenza epidemiologica;
  • il secondo ulteriore periodo di 9 settimane può essere richiesto esclusivamente dai datori di lavoro ai quali sia stato già interamente autorizzato il precedente periodo di 9 settimane e purché lo stesso sia integralmente decorso.

Leggi anche: Domanda Cassa integrazione: termini di decadenza delle richieste

Novità CIG del Decreto Agosto: adempimenti datore di lavoro

Per richiedere l’ulteriore periodo di 9 settimane di integrazione salariale (ordinaria o in deroga) e di assegno ordinario, i datori di lavoro dovranno presentare:

  • domanda di concessione dei trattamenti con una causale specifica, denominata “COVID 19 con fatturato”;
  • una dichiarazione di responsabilità, resa ai sensi di quanto previsto dall’art. 47 del Dpr. n. 445/2000, in cui autocertifichino la sussistenza dell’eventuale riduzione del fatturato.

Con la citata dichiarazione di responsabilità, i datori di lavoro, raffrontando il fatturato relativo al primo semestre 2020 rispetto al medesimo periodo del 2019, dovranno auto certificare di trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • non avere subito un calo di fatturato;
  • aver avuto un calo di fatturato inferiore al 20%;
  • aver subito un calo di fatturato pari o superiore al 20%;
  • avere avviato l’attività di impresa in data successiva al 1° gennaio 2019.

L’Istituto, ricorrendone i presupposti, autorizza i trattamenti di cui trattasi e, in base alla citata dichiarazione di responsabilità, stabilisce la misura del contributo addizionale a carico dell’azienda.

CIG Decreto Agosto: come inviare la domanda

La domanda, che deve contenere la causale COVID 19 con fatturato”, potrà riguardare un massimo di 9 settimane. La fruizione dell’integrazione salariale, inoltre, riguarda periodi non anteriori al 14 settembre 2020, comunque da concludersi entro il 31 dicembre 2020.

Potranno fare domanda di ulteriori 9 settimane solo i datori di lavoro che hanno già ottenuto le prime 9 settimane.

Come anticipato in premessa, la domanda si invia online: accedendo alla voce “Cig e fondi di solidarietà” della sezione “Servizi per aziende e consulenti”.

Una volta autenticati, in base al trattamento di integrazione salariale da richiedere, ai fini della presentazione della domanda si dovranno osservare le seguenti modalità:

  • CIGO: da “CIG e fondi” alla voce “CIG Ordinaria”, normale domanda con causale la nuova “COVID 19 con fatturato”;
  • CIGD: da “CIG e fondi” alla voce “CIG in deroga INPS”, nella sezione “invio domande”, indicando la tipologia di domanda “deroga INPS” oppure “deroga plurilocalizzata”, si inserisce la matricola aziendale e nella tipologia di richiesta si sceglie “proroga 9 settimane con fatturato”;
  • FONDI: da “CIG e fondi” alla voce “Fondi di solidarietà”, nella sezione “invio domande” si sceglie il tipo intervento “005 COVID_19 assegno ordinario”, si inserisce la matricola aziendale e si entra in domanda, nella domanda stessa si deve scegliere dal menu a tendina la causale “COVID_19 con fatturato”.
Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679