Incentivi INPS assunzioni disabili 2021: nuove risorse per le agevolazioni

Assegnate le risorse finanziarie per il 2021, al fine di incentivare l’assunzione agevolata dei lavoratori disabili


Buone nuove per i lavoratori disabili. Infatti, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero per le Disabilità, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 del 31 agosto 2021, il Decreto Ministeriale dell’8 luglio 2021, che istituisce la ripartizione del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili per l’annualità 2021. Per quest’anno, il predetto fondo dispone risorse finanziarie per un importo di 77.455.197 euro. Degli oltre 77 milioni di euro complessivi, circa 55 milioni sono destinati agli incentivi alle assunzioni a tempo indeterminato, in forma di bonus e sgravi contributivi ai datori di lavoro.

Quanto alle modalità di fruizione dell’incentivo, il datore di lavoro può effettuare il conguaglio sulle denunce mensili per via telematica. Ciò è consentito sia agli enti pubblici economici. Da notare, inoltre, che la misura e la durata dell’esonero contributivo sono proporzionali alla menomazione del soggetto da assumere.

Incentivi INPS assunzioni disabili 2021: criteri di ripartizione delle risorse

Ai fini della corresponsione dell’incentivo di cui ai co. 1 ed 1-bis dell’art. 13 della L. n. 68/1999, e successive modifiche ed integrazioni, saranno trasferite all’INPS per l’annualità 2021:

  • le risorse versate dai datori di lavoro al medesimo Fondo per contributi esonerativi ai sensi dell’art. 5, co. 3-bis, della L. n. 68/1999 nel VI bimestre 2019 e nei I, II, III, IV e V bimestri 2020 pari a complessivi euro 4.651.565,00, che sono state riassegnate al capitolo nel 2020 (residui di lettera F) e le risorse relative al VI bimestre 2020, per euro 156.644,00, che sono state conferite al capitolo nell’esercizio 2021, per un totale complessivo di euro 4.808.209,00;
  • le risorse versate nell’annualità 2020 da soggetti privati al medesimo Fondo a titolo spontaneo e solidale, ai sensi dell’art. 13, co. 4-bis, della L. n. 68/1999, per complessivi euro 731.246,00 (residui di lettera F);
  • le risorse, pari a euro 50.000.000, a valere sul “Fondo per il diritto al lavoro dei disabili” di cui all’art. 13, co. 4, della L. n. 68/1999, annualità 2021.

Per l’annualità 2021, il Fondo di cui all’art. 13 dispone complessivamente di euro 77.455.197.

Fondo assunzioni disabili: riduzione contributi INPS

La L. n. 68/1999, recante “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”, prevede il riconoscimento di un incentivo finalizzato a favorire l’assunzione di persone diversamente abili.

In particolare, a seguito delle modifiche introdotte dal D.Lgs. n. 151/2015, nonché dalla Legge di Bilancio 2020 (L. n. 160/2019), la Legge contempla l’accesso ad un incentivo:

  • del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per 36 mesi, per ogni lavoratore disabile assunto con contratto a tempo indeterminato che abbia una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla prima alla terza categoria;
  • poi del 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per 36 mesi, per ogni lavoratore disabile assunto con contratto a tempo indeterminato che abbia una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla quarta alla sesta categoria;
  • infine 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per 60 mesi, per ogni lavoratore con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%, in caso di assunzione a tempo indeterminato o di assunzione a tempo determinato di durata non inferiore a 12 mesi e per tutta la durata del contratto.

Fondo assunzioni disabili: domanda di incentivo

Come presentare la domanda per l’accesso al Fondo disabili INPS? Ebbene, la domanda deve essere inviata tramite il “Portale delle Agevolazioni”, attraverso l’applicativo dedicato.

Successivamente, entro 5 giorni, l’INPS comunica la disponibilità dei fondi ed entro sette giorni dalla comunicazione si deve perfezionare il contratto di assunzione.