Legge di Bilancio 2018: novità su lavoro, pensioni, welfare, fisco e imprese

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Il Governo ha approvato la Legge di Bilancio 2018: novità in materia di lavoro, pensioni, welfare, fisco e imprese contenute nel comunicato stampa.

In data 16 ottobre il Consiglio dei Ministri su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan ha approvato la Legge di Bilancio 2018 (ex Legge di Stabilità).

La legge di bilancio 2018, tecnicamente il Disegno di Legge relativo al bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e al bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, dovrà ora essere convertito in legge con eventuali modifiche dai due rami del parlamento fino all’approvazione definitiva. Dal comunicato stampa rilasciato da Palazzo Chigi al termine del CdM andiamo ad estrapolare le novità contenute nella legge di bilancio 2018.

Legge di Bilancio 2018, cosa contiene

La manovra prevede la mobilitazione di risorse per il 2018 per circa 20,4 miliardi di euro derivanti anche dal miglioramento del quadro economico. Miglioramento ottenuto dalla correzione del disavanzo strutturale dello 0,3% e il calo del deficit in rapporto al Pil all’1,6%.

Una delle notizie più rassicuranti, soprattutto per le famiglie è relativa allo stop dell’aumento dell’IVA e delle Accise, che si eviterà quindi per il 2018.

Fra le altre misure troviamo la messa a regime del REI, reddito di inclusione sociale, che andrà a sostituire SIA e ASDI.

Per il lavoro e l’occupazione, il Governo ha introdotto in maniera strutturale questa volta, un incentivo per favorire l’aumento dell’occupazione stabile per i giovani. Confermata inoltre la proroga al 2018 delle agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato nel Mezzogiorno (Bonus SUD).

Confermato anche per il 2018 il bonus cultura ai diciottenni, l’Ape sociale donnaRita.

Legge di Bilancio 2018, novità su lavoro, pensioni, welfare e imprese

Di seguito riportiamo l’elenco delle principali novità contenute nella Legge di Bilancio 2018, su lavoro, pensioni, welfare e imprese.

Fisco e tasse

  • Stop aumento Iva e accise – Come detto sopra viene definitivamente annullata la clausola di salvaguardia, che prevedeva per il 2018 l’aumento di IVA e Accise.
  • Blocco tributi e addizionali locali – Stop all’aumento delle aliquote dei tributi e delle addizionali regionali e locali anche per il 2018.

Imprese e Lavoro

  • Competitività – Confermate le agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica, il superammortamento e l’iperammortamento.
  • Sostegno investimenti Pmi (Nuova Sabatini) – Prorogata la misura di promozione delle PMI nota come “Nuova Sabatini”.
  • Incentivo strutturale per l’occupazione giovanile stabile – Dal primo gennaio 2018 sgravio del 50% dei contributi per 3 anni per le assunzioni di giovani con contratti a tutele crescenti. L’esonero spetta anche per le assunzioni avvenute nei mesi di novembre e dicembre 2017, ferma restando la decorrenza dal primo gennaio 2018. Lo sgravio si ha anche per la prosecuzione di un contratto di apprendistato in contratto a tempo indeterminato (di qualsiasi età).Sgravio anche per l’assunzione, entro sei mesi dal conseguimento del titolo di studio, di studenti che abbiano svolto percorsi di alternanza scuola-lavoro o di apprendistato per il conseguimento del titolo di studio.
  • Misure per il Mezzogiorno – Rifinanziata per il biennio 2018-2019 la misura del credito di imposta per acquisto di bene strumentali nuovi destinati a strutture produttive del Sud. Prorogate inoltre le agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato nel Mezzogiorno (Bonus SUD).

Pubblico impiego, pensioni, welfare e altre misure per l’economia

  • Rinnovo contratti pubblico impiego – Sono stanziate le risorse per avviare il rinnovo, dopo molti anni, dei contratti del pubblico impiego.
  • Ape sociale donna – Proroga e ampliamento della platea dei beneficiari della cosiddetta APE sociale per le donne.
  • Ape a tempo determinato – Proroga e ampliamento della platea dei beneficiari anche per la cosiddetta Ape a tempo determinato.
  • Rita – Stabilizzata e semplificata la “Rendita integrativa temporanea anticipata”.
  • Bonus cultura per i diciottenni – Viene riproposto il bonus cultura di 500 euro per coloro che compiranno 18 anni nel 2018.
  • Pacchetto Miur – Si bandiranno nuovi posti per ricercatori universitari e a favore dei professori in servizio sono sbloccati gli scatti stipendiali. Per la scuola, la legge di bilancio si prevede l’avvicinamento del trattamento retributivo dei dirigenti scolastici a quello degli altri dirigenti statali.
  • Risorse per Province e Città metropolitane – Contributo alle Province e alle Città metropolitane delle Regioni a statuto ordinario per l’esercizio delle funzioni fondamentali in materia di scuole e strade.
  • Investimenti enti locali – Risorse finanziarie, per gli anni 2018-2023, per l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione.
  • Banda larga – Per l’implementazione del 5G, si prevede di mettere a gara lo spettro delle frequenze nelle bande pioniere previste dall’Action Plan della Commissione Europea e si dispone la liberazione della banda 700 MHz.
  • Sport – Si prevede un ‘pacchetto’ di misure per lo sport, tra le quali l’istituzione di un fondo per la tutela della maternità delle atlete e misure di incentivazione di natura fiscale.
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti