NASpI e DIS-COLL per soggetti irreperibili e senza fissa dimora

Anpal fornisce chiarimenti sulle prestazioni INPS di disoccupazione NASpI e DIS-COLL dei soggetti irreperibili e senza fissa dimora.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’ANPAL ha pubblicato sul proprio portale una nota del 30 luglio scorso con la quale fornisce importanti chiarimenti in merito alle prestazioni di disoccupazione INPS NASpI e DIS-Coll per i soggetti irreperibili e senza fissa dimora.

L’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro risponde ad un quesito posto direttamente dall’INPS, in quanto è l’ente preposto alla gestione delle DID online; l’Agenzia gestisce cioè la Dichiarazione di immediata disponibilità, necessaria per fare domanda di indennità di disoccupazione.

NASpI e DIS-Coll: DID Online e Patto di Servizio

Per poter accedere alla prestazione di disoccupazione NASpI per i lavoratori subordinati e DIS-Coll per i collaboratori, è necessario predisporre anche la cosiddetta DID online. Il disoccupato deve cioè dichiarare la propria immediata disponibilità al lavoro (DID); questa dichiarazione può essere effettuata:

  • nell’area ad accesso riservato sul portale dell’Anpal;
  • direttamente in fase di presentazione della domanda di disoccupazione (sarà l’INPS a girare tale dichiarazione all’ANPAL).

Inoltre il disoccupato deve anche sottoscrivere il cosiddetto patto di servizio personalizzato presso il Centro per l’Impiego. Entro 15 o 30 giorni dalla DID, la persona deve contattare il centro per l’impiego, per confermare il proprio stato di disoccupazione e per sottoscrivere il patto di servizio; altrimenti sarà il Centro per l’Impiego che dovrà contattarlo.

Leggi anche: Disoccupazione NASpI INPS, requisiti durata importo calcolo e novità

Indirizzo di domicilio obbligatorio in fase di DID Online

L’ANPAL con la Nota in oggetto, chiarisce che i Centri per l’impiego possono procedere alla sottoscrizione del patto di servizio personalizzato anche per i soggetti dichiarati irreperibili o senza fissa dimora; in questi casi si dovrà fare riferimento all’indirizzo di domicilio fornito dai soggetti in sede di rilascio della DID online.

Inoltre nel patto di servizio personalizzato gli interessati si impegnano ad indicare un indirizzo presso il quale ricevere le comunicazioni del Centro per l’impiego.

Centro per l’impiego territorialmente competente per le domande di NASpI

Il domicilio indicato nella DID online e nel PSP servono anche a stabilire quale sia il Centro per l’impiego territorialmente competente per le domande di NASpI e DIS-Coll.

Domicilio valido per il pagamento della disoccupazione

Infine l’ANPAL precisa che nei casi in cui l’INPS sia a conoscenza dell’irreperibilità del disoccupato, lo stesso Istituto dovrà rappresentare tale situazione all’interessato e specificare altresì che l’indirizzo indicato in fase di DID online, sarà usato anche ai fini del pagamento della
prestazione; in pratica il bonifico domiciliato presso le Poste sarà inviato presso l’Ufficio Postale competente per quell’indirizzo.

Lo stesso indirizzo in ultimo servirà per la possibile attivazione dei meccanismi di condizionalità.

Nota INL numero 9616 del 30-07-2018

Alleghiamo la Nota dell’INL per una completa lettura.

Nota INL 9616/2018
» 97,0 KiB - 42 hits - 27 agosto 2018

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Share.

About Author

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti

Comments are closed.