Reddito di inclusione INPS (REI 2018): come funziona e quanto spetta

Il Reddito di inclusione INPS (REI 2018) è una misura di contrasto alla povertà partita dallo scorso dicembre 2017. L'INPS ha pubblicato una guida esplicativa sul proprio portale a riguardo, ricca di riferimenti, link utili e illustrazioni. Vediamo insieme come funziona, requisiti e quanto spetta.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il Reddito di inclusione INPS (REI 2018) è una misura di contrasto alla povertà che può essere richiesta a partire dallo scorso 1° dicembre 2017. E’ stata introdotta dal Governo per assistere i nuclei familiari svantaggiati attraverso un sostegno economico pagato tramite carta REI.

Si tratta quindi di un sussidio pagato dall’INPS la cui domanda va presentata tramite i comuni di residenza, che possono gestire il servizio in proprio o tramite soggetti indicati. La norma di riferimento è il d. lgs 147/2017, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018.

Reddito di inclusione INPS (REI 2018), guida completa

L’INPS ha pubblicato un’utilissima guida esplicativa a riguardo sul proprio portale ricca di riferimenti, link utili e illustrazioni. Cogliamo quindi l’occasione per ricordare come funziona, i requisiti e quanto spetta. La guida INPS parte dal comprendere cos’è il REI e come funziona, partendo da presupposto che lo stesso è composto da due parti:

  • un assegno mensile, erogato attraverso una carta REI, una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA;
  • un progetto di reinserimento sociale e lavorativo, che sarà elaborato con servizi sociali del comune o da parte di enti e associazioni incaricate.

L’importo del sussidio REI mensile varia a seconda del nucleo familiare e dall’ISEE familiare. Si va comunque dai 187,50 ai 539,82 euro a seconda dei requisiti familiari e reddituali del soggetto che presenta la domanda.

REI 2018, quanto dura

Il sussidio REI 2018 potrà essere pagato per un massimo di 18 mensilità, da queste comunque vanno sottratte eventualmente le erogazioni del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) già percepite. Trascorsi i 18 mesi si potrà di nuovo rinnovare il REI per altri 12 mesi, ma solo dopo sei mesi dalla data di cessazione del godimento della prestazione.

Sussidio REI 2018, requisiti familiari e requisiti economici

Come detto sopra, per poter beneficiare del reddito di inclusione INPS, il soggetto richiedente deve essere in possesso di alcuni requisiti di tipo economico e familiare.

REI, Requisiti familiari

Per quanto riguarda i requisiti familiari, è importante che in fase di presentazione della domanda, nel nucleo familiare del richiedente vi dev’essere almeno un soggetto con una di queste caratteristiche:

  • componente di età minore di anni 18;
  • persona con disabilità e di almeno un suo genitore, ovvero di un suo tutore;
  • donna in stato di gravidanza accertata;
  • lavoratore di età pari o superiore a 55 anni:
    • che si trovi in stato di disoccupazione:
      • licenziamento, anche collettivo;
      • dimissioni giusta causa;
      • risoluzione consensuale (legge 604/1966);
    • non riceva la disoccupazione NASPI da almeno tre mesi (ed abbia quindi ottenuto tutta la disoccupazione spettante), si trovi in stato di disoccupazione da almeno tre mesi, senza avere i requisiti per la NASpI.

REI, Requisiti economici

Rispetto ai requisiti economici il soggetto richiedente e il suo nucleo familiare, devono avere:

  • ISEE fino a 6.000 euro;
  • ISRE fino a 3.000 euro;
  • patrimonio immobiliare (oltre alla casa di abitazione) non superiore ad 20.000 euro;
  • patrimonio mobiliare fino a 6.000 euro (+ euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare fino ad un massimo di euro 10.000);
  • il valore ISEE e all’ISRE non devono essere superate in caso di variazione di (ISR) o della situazione lavorativa.

Compatibilità REI e NASPI (o altro ammortizzatore sociale)

Infine il reddito di inclusione REI è compatibile con attività lavorativa di uno o più componenti il nucleo familiare, ma si dovrà comunicare la variazione entro 30 giorni e devono continuare a rispettare i requisiti economici indicati sopra. Il REI non è invece compatibile con la fruizione della NASpI o di qualsiasi altro ammortizzatore sociale.

Domanda reddito di inclusione INPS REI 2018 

La domanda di reddito di inclusione INPS va fatta presso i comuni di residenza o altri punti di accesso identificati dai comuni stessi compilando il modulo REI. Una volta fatta la domanda è possibile in ogni momento consultare lo stato della pratica tramite il servizio online dedicato sul sito INPS.

Nuovo modulo richiesta REI 2018
» 232,1 KiB - 8.483 hits - 22 gennaio 2018

Link: guida INPS

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.