Riduzione contributi INPS regime forfettario 2022: domanda in scadenza il 28 febbraio

Sconto contributivo Inps per il regime forfettario. Entro il 28 febbraio l'invio telematico della richiesta di adesione al regime agevolato


Entro il 28 febbraio deve essere inviata all’Inps la richiesta telematica per aderire al regime contributivo agevolato riservato ai contribuenti in regime forfettario. Regime contributivo agevolato che si sostanzia uno sconto del 35% sui contributi dovuti da artigiani e commercianti sia entro il minimale reddituale che oltre il minimale.

Ecco chi deve presentare la domanda all’Inps entro il 28 febbraio e chi invece non deve rispettare la scadenza perchè ha già presentato la domanda negli anni precedenti.

Riduzione contributi INPS regime forfettario: a chi spetta e come funziona

Artigiani e commercianti forfettari, possono beneficiare di uno sconto contributivo sia sulla contribuzione dovuta entro il minimale reddituale sia su quella dovuta oltre il minimale. La riduzione è del 35% rispetto alla contribuzione ordinaria.

I soggetti interessati dal regime previdenziale agevolato, comma 77 Legge 190/2014,  sono coloro che:

  • sono in regime forfettario ex lege 190/2014, e
  • rivestano unicamente la carica di titolari di una o più ditte individuali, anche organizzate in forma di impresa familiare.

Si veda a tal fine la circolare Inps, n° 29/2015.

Ai fini dell’accredito contributivo, si applica l’art. 2 comma 29 della legge 8 agosto 1995, n. 335. Ciò comporta che il pagamento di un importo pari al contributo calcolato sul minimale di reddito, attribuisce il diritto all’accreditamento di tutti i contributi mensili relativi a ciascun anno solare cui si riferisce il versamento.

Al contrario, nel caso di versamento di un contributo inferiore a quello corrispondente a detto minimale, i mesi accreditati saranno proporzionalmente ridotti.

  • Nell’ipotesi di impresa già esistente, i contributi sono attribuiti temporalmente dall’inizio dell’anno solare.
  • Mentre nell’ipotesi di nuova impresa la decorrenza coinciderà naturalmente con il mese di inizio di imposizione contributiva.

Richiesta sconto contributivo forfettari in scadenza il 28 febbraio

Nella circolare n° 22 dell’8 febbraio relativa ai massimali e minimali contributivi 2022 artigiani e commercianti, l’Inps ha ribadito i termini di presentazione dell’istanza per beneficiare dello sconto contributivo forfettari in parola. L’istanza è telematica deve essere presentata tramite il cassetto previdenziale artigiani e commercianti.

Nello specifico:

  • il regime in parola si applicherà nel 2022 ai soggetti già beneficiari del regime agevolato fiscale e previdenziale nel 2021 che, ove permangano i requisiti di agevolazione fiscale per l’anno 2022, non abbiano prodotto espressa rinuncia allo stesso;
  • i soggetti che hanno invece intrapreso nel 2021 una nuova attività d’impresa per la quale intendono beneficiare nel 2022 del regime agevolato, devono comunicare la propria adesione entro il termine perentorio del 28 febbraio 2022.

Attenzione, chi avvia una nuova attività nel 2022, per la quale intende aderire al regime agevolato, deve comunicare l’adesione con la massima tempestività. Rispetto alla ricezione del provvedimento d’iscrizione all’Inps. In modo da consentire all’Istituto la corretta e tempestiva predisposizione della tariffazione annuale. Comunicando l’adesione, l’Inps predisporrà gli F24 per la contribuzione fissa, con gli importi come da adesione allo sconto contributivo.

In base a quanto detto sopra, chi ha già beneficiato dello sconto per lo scorso anno o in continuità con gli anni precedenti, non dovrà presentare una nuova domanda di adesione.

Vale la prima istanza. Fermo restando il rispetto dei requisiti per accedere al regime agevolato.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email