Servizi online Ministero Lavoro: dal 15 novembre obbligatorio SPID

Via libera, dal 15 novembre 2020, all’uso esclusivo di SPID per accedere a tutti i servizi online del Ministero del Lavoro.

A partire dal 15 novembre 2020, tutti i servizi online del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali saranno accessibili esclusivamente tramite SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Di conseguenza, dopo l’INPS, anche per il Ministero del Lavoro non sarà più possibile utilizzare le precedenti credenziali del portale informativo e di servizio, Cliclavoro. Il MLPS entra così nel novero di quelle Amministrazioni Pubbliche che consentono ai cittadini di accedere, con le credenziali SPID o elDAS per i Paesi stranieri aderenti, al portale ministeriale per l’erogazione dei servizi.

Per gli altri Paesi stranieri che non adottano eIDAS resta la possibilità di accesso ai servizi digitali previa registrazione al portale.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale sarà così l’unico strumento di autenticazione che consentirà ai cittadini, P.A. e imprese di interagire non solo con il Ministero, ma anche con l’intero sistema pubblico e con i soggetti privati che aderiscono, costituendo di fatto un sistema aperto agli sviluppi europei.

A comunicare lo switch-off delle credenziali “cliclavoro” utilizzate per l’accesso ai servizi digitali messi a disposizione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali è il Ministero del Lavoro, con la Nota n. 2721 dell’1 settembre 2020.

Servizi online Ministero Lavoro: sistema di accreditamento online

Il Ministero del Lavoro utilizza un proprio sistema di accreditamento delle credenziali di accesso ai servizi online e telematici, costituito da una user ID e password che consente a cittadini, imprese, pubbliche amministrazioni e intermediari di usufruire direttamente dei servizi loro dedicati.

Grazie a queste credenziali, il MLPS ha implementato, fin dal 2008 con il Sistema delle Comunicazioni Obbligatorie, una politica di piena telematizzazione dei servizi offerti.

Negli anni tale processo è proseguito attraverso innovazioni e razionalizzazione anche delle piattaforme tecnologiche di erogazione dei servizi telematici: prime fra tutte cliclavoro e servizi lavoro.

L’accesso di tali servizi era consentito inoltre con altri strumenti di autenticazione proprietari:

  • il PIN INPS;
  • il Sistema Pubblico di Identità digitale (SPID).

Entrambe le modalità sono state inserite nei propri sistemi informatici fin dal 2016 con l’avviamento del sistema delle dimissioni telematiche.

Leggi anche: SPID: cos’è, costo e registrazione

Servizi online Ministero Lavoro: accesso tramite SPID

Questa continua evoluzione digitale aveva convinto l’amministrazione a transitare verso un unico sistema di autenticazione – SPID – nei primi mesi dell’anno in corso. Tuttavia, il sopraggiungere dell’emergenza epidemiologica ne ha impedito l’avviamento in esercizio.

Tuttavia, proprio l’emergenza epidemiologica ha messo in luce l’esigenza di accelerare sulla trasformazione digitale dell’intero Paese.

Per tutti questi motivi il MLPS intende passare a SPID come unico strumento di autenticazione – cd. “SPID-Only” – in considerazione dei vantaggi che la soluzione offre.

Esso, infatti, consente agli utenti (cittadini, pubbliche amministrazioni, imprese, intermediari) di interagire:

  • con il Ministero del Lavoro
  • ma anche con l’intero sistema pubblico
  • e con i soggetti privati che aderiscono e costituendo di fatto un sistema aperto agli sviluppi europei.

Leggi anche: PIN INPS al capolinea: presto nuove modalità di accesso ai servizi online

Cliclavoro: stop al PIN dal 15 novembre 2020

Detto ciò, dopo un confronto con il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, l’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) e l’INPS, il MLPS a concordato di passare a SPID come unico strumento di autenticazione.

A tal fine, è stata individuata la data del 15 novembre 2020 la data dello switch-off; a partire dalla quale non sarà più possibile accedere ai servizi digitali del Ministero tramite le vecchie credenziali:

  • user ID e password
  • e PIN Inps.

Le modalità e i termini del passaggio a “SPID only” saranno resi noti sul sito istituzionale e sui portali di servizio e sui social network.

Inoltre, sarà predisposto uno spot specifico che sarà veicolato anche sulle reti RAI e sui videowall presenti nelle sedi ministeriali.

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679