Società tra Professionisti (STP): caricamento massivo delle deleghe INPS

L'INPS illustra la nuova funzionalità di caricamento massivo delle deleghe INPS rivolta alle Società tra Professionisti (STP)

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Con il messaggio numero 3760 dell’ 11 ottobre 2018 l’Istituto Previdenziale ha illustrato le modalità di caricamento delle singole deleghe INPS all’interno del cassetto previdenziale attribuito alla società tra professionisti (STP).

Lo scorso primo giugno, lo stesso Istituto aveva emesso la circolare numero 77/2018 con la quale andava a spiegare la disciplina delle società tra professionisti (STP) così come previste dalla L. 183/2011, e dal relativo regolamento attuativo e le relative istruzioni sulle modalità di profilazione e ottenimento del PIN INPS online.

Leggi anche: Circolare INPS numero 77 del 01-06-2018

Ricordiamo che, come spiegato nella circolare 77 del 2018, il rappresentante legale può ottenere il PIN per accedere ed operare online solo se la STP è stata regolarmente censita dall’INPS; se non risulta censita, occorrerà indicare tutti i dati identificativi obbligatori reperibili nelle visure camerali (es. tipologia di Stp, codice fiscale del rappresentante legale, ecc.).

Società tra Professionisti (STP): cos’è e come funziona

Brevemente la società tra professionisti è stata introdotta dall’art. 10 della legge 12 novembre 2011, n. 183 e successivamente disciplinata con Decreto 8 febbraio 2013, n. 34. Questa particolare forma di società permette di superare la classica formula dello studio associato che era limitato solamente a soci iscritti ai medesimi albi professionali.

Con la STP si possono mettere insieme più persone iscritte a organi professionali diversi o anche soci non iscritti a nessun albo. Inoltre questa può assumere diverse forme societarie, tra cui la Società a responsabilità limitata, la società semplice o anche la società cooperativa e via dicendo.

Caricamento massivo delle deleghe INPS a STP

Una volta acquisita la personalità giuridica il legale rappresentante potrà fare richiesta del normale PIN INPS per accedere e operare sul cassetto previdenziale online, come se fosse un singolo Consulente del Lavoro. La particolarità è che sotto un unico PIN possono essere raggruppate le deleghe di più Consulenti del Lavoro.

Con questa logica arriva il caricamento massivo presentato nel presente messaggio; questo serve a caricare appunto in maniera massiva tutte le deleghe possedute dai singoli professionisti, senza cioè doverle ricaricare una alla volta.

Questa procedura consente cioè le seguenti attività:

  1. il professionista della STP estrapola la lista delle proprie aziende in delega in un file in formato Excel;
  2. successivamente il professionista trasmette al responsabile STP la lista delle deleghe da affidare alla STP;
  3. infine il responsabile STP, tramite procedura di caricamento massivo deleghe, carica il file che contiene tutte le informazioni utili.

Per usufruire di questa funzionalità è necessario creare un file, opportunamente formattato, dove inserire le informazioni dei contribuenti per i quali si desidera acquisire una delega.

La funzionalità permette di creare:

  1. la delega per singola Posizione Contributiva;
  2. la delega per intero Soggetto Contribuente (eredita tutte le posizioni contributive).

Messaggio INPS numero 3760 del 11-10-2018

Vi lasciamo comunque alla lettura completa del messaggio INPS per comprendere meglio le modalità di compilazione del file di “caricamento massivo deleghe STP” e le modalità di trasmissione dello stesso.

Messaggio INPS numero 3760 del 11-10-2018
» 85,2 KiB - 61 hits - 15 ottobre 2018

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.