Interpelli al Ministero del Lavoro del 3 luglio 2015

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Gli ultimi interpelli al Ministero del Lavoro del 3 luglio 2015 su statuto dei funzionari delle comunità europee, liste di mobilità e lavoro intermittente

La Direzione Generale per l’attività ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha provveduto a pubblicare sul portale ministeriale le risposte ai nuovi interpelli in materia di lavoro.

Gli interpelli 14 e 15 del 2015 sono stati posti nell’ordine dall’Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale – Epap e dal Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro e riguardano statuto dei funzionari delle comunità europee e liste di mobilità e lavoro intermittente.

Ricordiamo che gli interpelli sono interpretazioni autentiche della legislazione vigente e possono essere posti esclusivamente da associazioni riconosciute a livello nazionale; vi consigliamo di sfogliare la nostra raccolta al seguente indirizzo: interpelli al Ministero del Lavoro

Interpello n. 14/2015 del 03/07/2015

Destinatario: Epap
Istanza: statuto dei funzionari delle comunità europee – trasferimento dei diritti a pensione

L’Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale – Epap – ha avanzato istanza di interpello al fine di conoscere il parere di questa Direzione generale in ordine alla corretta interpretazione dell’art. 11, paragrafi 2 e 3, dell’allegato VIII del Regolamento n. 31 relativo allo Statuto dei funzionari e al regime applicabile agli altri agenti della Comunità Economica Europea concernente la disciplina del trasferimento dei diritti a pensione maturati presso altre gestioni previdenziali obbligatorie.

  Interpello n. 14/2015 del 03/07/2015 (213,3 KiB, 205 download)

Interpello n. 15/2015 del 03/07/2015

Destinatario: Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro
Istanza: liste di mobilità e lavoro intermittente

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha avanzato istanza di interpello per avere chiarimenti da questa Direzione generale in ordine alla possibilità per il lavoratore iscritto nella lista di mobilità di mantenere la medesima iscrizione nell’ipotesi in cui venga assunto con contratto di lavoro intermittente a tempo indeterminato, senza previsione dell’indennità di disponibilità.

  Interpello n. 15/2015 del 03/07/2015 (154,8 KiB, 213 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti