Ministero del lavoro: Flussi di lavoratori extracomunitari stagionali per l'anno 2011

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Circolare operativa del Ministero del lavoro e Interno, sui flussi di ingresso di lavoratori extracomunitari per l'anno 2011

In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, del decreto sulla programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari stagionali nel territorio dello Stato per l’anno 2011, il 25 febbraio 2011, il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Interno hanno emanato una circolare congiunta, con la quale vengono fornite le istruzioni sulle procedure di inoltro delle istanze (modalità di presentazione, procedimento istruttorio e procedimento relativo alla richieste di nulla osta pluriennale per lavoro stagionale).

La circolare fa riferimento al DPCM del 17 febbraio 2011, che autorizza l’ingresso di una quota massima di 60.000 cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero, attualmente in corso di registrazione presso la Corte dei Conti.

Sono ammesse le domande relative a:

  • lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, Repubblica ex Jugoslavia di Macedonia, Repubblica delle Filippine, Kosovo, Croazia, India, Ghana, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Ucraina, Gambia, Niger e Nigeria;
  • lavoratori stranieri stagionali non comunitari dei seguenti Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria: Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto.

Lo stesso provvedimento, nella quota massima di 60mila unità,  consente l’ingresso anche ai lavoratori non comunitari, cittadini dei Paesi indicati precedentemente, che siano entrati in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno due anni consecutivi e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale per lavoro subordinato stagionale.

Modalità di presentazione domande

Le domande potranno essere presentate solo per via telematica, sul sito del Ministero dell’Interno, www.interno.it. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 8.00 del giorno successivo alla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale e fino alle ore 24 del 31 dicembre 2011.

Rilascio di nulla osta pluriennale per lavoro stagionale

Come detto sopra, l’ingresso anche ai lavoratori non comunitari, cittadini dei Paesi indicati precedentemente, che siano entrati in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno due anni consecutivi.

E’ possibile quindi richiedere il rilascio di  un  permesso  pluriennale per lavoro stagionale.

Il datore di lavoro dovrà specificare  nella domanda che la richiesta è finalizzata ad  ottenere un nulla osta pluriennale, precisando altresì la durata temporale annuale del contratto che dovrà essere pari  a quella usufruita dal lavoratore nei due anni precedenti, cosi come previsto dall’art.5  comma ter del T.U. sull’immigrazione.

Quindi, lo Sportello Unico immigrazione, competente dovrà  acquisire i  pareri  della Questura e  delia Direzione Provinciale  del  Lavoro.

Le Questure,  effettueranno  il  controllo dei permessi di soggiorno per verificare il rilascio/richiesta nei  due precedenti anni ed invieranno agli Sportelli Unici, l’esito  della verifica.
Analogamente, le  Direzioni Provinciali del  Lavoro  provvederanno ai controlli sulle comunicazioni obbligatorie, al fine di verificare l’effettiva  sussistenza del rapporto di lavoro nei due anni precedenti e trasmetteranno agli Sportelli Unici, l’esito delle verifiche. In caso di accertamento negativo, l’inaccettabilità della domanda.

Lo Sportello Unico rilascerà, quindi, un nulla osta pluriennale, che sarà inviato al Ministero degli Affari Esteri con le modalità telematiche già in uso.

Per consultare l’intera circolare, seguite il link

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti

  • GEZIM

    buongirono io ho una domanda? sono un rragazo kosovaro ho fatto domanda per il mio fratel quando era il legge nel 2009 ha messo il mio padrone pero come mai nn mi arrivatto nesuna rispostta mai e voglio sapere come e possibile chiedere come si fa? perce il mio datore di lavoro ancora garntire per il lavoro . la ditta si chiama ITALTETTI DI GJOCI ARTAN .MOTTA DI LIVENZA.(TV) E IL MIO FRATELO SI CHIAMA FITIM ZEKOLLI (KOSOVARO) PERFAVORE MI DATTE UN INFORMAZIONE GRAZIE .

  • Ciao gezim mi dispiace ma non sono in grado di fornire queste informazioni. Puoi contattare l'ufficio immigrazioni della tua provincia, chiedi aiuto al sindacato per queste pratiche