Consulente digitale delle pensioni: cos’è e come funziona la novità INPS

Ecco il Consulente digitale delle pensioni: il servizio che facilita le relazioni tra pensionato e INPS, dando voce ai diritti inespressi


Nasce il nuovo servizio INPS dedicato ai pensionati denominato “Consulente digitale delle pensioni”, ne dà notizia l’INPS con il Messaggio 1521 del 5 aprile 2022. L’obiettivo di questo nuovo strumento on line è duplice: individuare proattivamente potenziali fruitori di diritti inespressi e guidare i pensionati attraverso un percorso semplice volto a verificare se hanno diritto a prestazioni aggiuntive collegate con la propria pensione.

Le prestazioni attualmente proposte dal servizio riguardano la quattordicesima (o somma aggiuntiva), il supplemento di pensione e infine l’integrazione al trattamento minimo.

Altre prestazioni verranno integrate nel corso del tempo. Nelle prime settimane di operatività il servizio, accessibile con o senza credenziali, sarà aperto a una platea di utenti limitata, che riceverà una notifica sia tramite MyINPS sia attraverso email. Successivamente, il servizio sarà gradualmente esteso a tutti i pensionati.

Consulente digitale delle pensioni, come funziona

Il Consulente digitale delle pensioni è un percorso guidato in grado di semplificare il flusso di domanda dei pensionati in possesso dei requisiti previsti. Inoltre, esso ha lo scopo di ridurre la percentuale di errori in fase di presentazione della domanda, limitando la proposizione di richieste prive dei necessari requisiti previsti dalla normativa vigente.

Come anticipato in premessa, nelle prime settimane di operatività il servizio di consulenza digitale sarà aperto a una platea di utenti limitata, che riceverà una notifica sia tramite MyINPS sia attraverso e-mail. Solamente in una fase successiva, il servizio gratuito sarà gradualmente e rapidamente esteso a tutti i pensionati.

Quali prestazioni include il Consulente digitale delle pensioni

In questa fase di avvio, il consulente digitale guida l’utente all’accertamento del diritto e all’inoltro della domanda di somma aggiuntiva (c.d. quattordicesima), di supplemento di pensione e di integrazione al trattamento minimo.

Con questo servizio, l’Inps si prende cura del cittadino non solo offrendo delle opportunità, ma anche riducendo gli errori in fase di istanza; evitando domande prive dei necessari requisiti normativi.

Come accedere al servizio

Come si accede al servizio? L’INPS, sul punto, suggerisce di digitare sul portale istituzionale, nella barra di ricerca, la parola “Consulente digitale”. Successivamente, occorre selezionare tra i risultati il Servizio “Consulente digitale delle pensioni”, oppure tramite il menu “Prestazioni e Servizi” > “Servizi”, sotto la lettera “C”.

Al riguardo, continua l’INPS, il servizio è raggiungibile anche cliccando il seguente link: https://serviziweb2.inps.it/AS0207/ConsulenteDigitalePensionatoWEB/.

Il servizio è fruibile da smartphone, tablet e sistemi desktop ed è accessibile:

  • sia senza effettuare il login nella sezione MyINPS;
  • sia dopo avere inserito le proprie credenziali (SPID di livello 2 o superiore, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

In quest’ultimo caso sarà personalizzata l’interfaccia e semplificato il percorso, con i consigli specifici per l’utente.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email