Pagamento anticipato pensioni INPS settembre 2021: le date

Pagamento anticipato pensioni INPS settembre 2021. L'anticipazione delle pensioni deriva dalla proroga dello stato di emergenza.


Tanti aventi diritto alla prestazione pensionistica in questi ultimi giorni di agosto si stanno domandando in che data saranno versate le pensioni di settembre 2021. Il quesito è: anche questa volta varrà l’anticipo del pagamento già alla fine del mese in corso o, invece, si dovrà attendere la prima settimana di settembre?

Ebbene, in linea generale, la situazione non è mutata e, in ragione della persistenza dello stato di emergenza correlato al coronavirus, l’anticipo del ritiro della pensione prosegue per tutti coloro che la ricevono presso gli uffici delle poste. 

L’INPS informa che anche il pagamento presso gli sportelli postali dei:

  • trattamenti pensionistici,
  • degli assegni,
  • delle pensioni
  • e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili

relativamente dal mese di settembre 2021 sarà anticipato rispetto alle normali scadenze e sarà distribuito su più giorni.

Vediamo allora di seguito che cosa al momento si sa circa il calendario del pagamento anticipato pensioni settembre 2021, in modo da chiarire la situazione ai beneficiari.

Pagamento anticipato pensioni INPS settembre 2021: la finalità

L’anticipazione del versamento delle pensioni alle poste è cosa nota. Infatti, è ormai passato più di un anno e mezzo dalla prima iniziativa in tal senso. Diciamo subito che anche questa volta, per quanto attiene alla data di pagamento delle pensioni INPS di settembre 2021m ci sarà un auspicato anticipo agli ultimissimi giorni di agosto.

D’altronde se è vero che lo stato di emergenza è stato ulteriormente prorogato, non può che conseguirne anche la prosecuzione del meccanismo dell’anticipazione del versamento pensioni. Come già successo per le precedenti mensilità, sarà seguito un calendario alfabetico per iniziale del cognome, suddividendo per questa via i cittadini nell’arco di 5 giorni. Ciò nell’evidente scopo di impedire assembramenti all’entrata; all’uscita ed all’interno degli uffici delle poste, e così garantire la tutela della salute degli impiegati e dei clienti dei predetti uffici.

Il calendario dei pagamenti anticipati delle pensioni settembre 2021

Le pensioni del mese di settembre 2021 saranno accreditate in anticipo dal 26 agosto al 1 settembre 2021. Ciò in quanto le date sono state recentemente rese note dal capo della Protezione Civile. Pertanto, i pensionati potranno ritirare presso Poste Italiane i versamenti di questo mese, in anticipo di qualche giorno in base alla prima lettera del cognome e all’ordine alfabetico.

Come accennato, se è vero che il calendario INPS di solito accrediterebbe le pensioni in banca e poste lo stesso giorno, per evitare assembramenti presso gli uffici in posta saranno anticipate.

I pagamenti delle pensioni INPS di settembre 2021 saranno indicati nel calendario INPS 2021, il quale deve essere però ancora pubblicato. Ma è questione di giorni, se non ore. Più nel dettaglio, per l’ufficialità è necessario avere l’ordinanza della Protezione Civile e il calendario di Poste Italiane condiviso dall’INPS.

Pagamento anticipato pensioni: il periodo di riferimento è compreso tra giovedì 26 agosto e mercoledì primo settembre

Ovviamente, le date e le lettere del cognome sono da verificare con il nuovo calendario pensioni INPS e con i singoli uffici postali, in quanto gli stessi potrebbero avere chiusure locali dovute a festività patronali ad esempio. Generalmente il calendario dei pagamenti pensioni settembre è il seguente:

  • dalla A alla B giovedì 26 agosto;
  • C alla D venerdì 27 agosto;
  • E alla K sabato mattina 28 agosto;
  • L alla O lunedì 30 agosto;
  • P alla R martedì 31 agosto;
  • S alla Z mercoledì 1° settembre.

Vi è da rimarcare che il problema della data di accredito non riguarda i pensionati che ricevono la mensilità presso le filiali bancarie. Infatti detti istituti continuano ad accreditare l’importo pensione secondo la regola, ossia il primo settembre 2021 come da calendario INPS. Infatti questo giorno è il primo bancabile del mese.

In altre parole, i pensionati con un conto in banca potranno ritirare la pensione dal primo settembre 2021; ma in attesa del ritiro della pensione, dovranno ovviamente rispettare le norme anti-coronavirus, indossando la mascherina e mantenendo il distanziamento sociale di almeno un metro.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, stop se è ignorata l’offerta via sms. L’ipotesi

Pagamento pensioni settembre 2021: alcune facilitazioni previste

E’ da ricordare inoltre che il pagamento delle pensioni anticipate si applica a tutti coloro che incassano la mensilità della pensione presso Poste Italiane su libretto di risparmio; conto corrente BancoPosta o PostePay Evolution. Ma attenzione: per tutti i destinatari che hanno uno di questi prodotti è anche possibile effettuare i prelievi presso gli ATM Postamat fino a 600 euro al giorno. Dunque se l’esigenza non è oltre questa somma è consentito anche evitare di entrare all’interno dell’ufficio e fare la fila allo sportello per i prelievi. Ciò giacchè gli ATM consentono di versare fino a 600 euro al giorno per un massimo di 2.500 euro ogni mese.

Concludendo, la riscossione della pensione di settembre 2021 da parte dei pensionati di età corrispondente o al di sopra dei  75 anni, abituati al ritiro in denaro contante, può anche avvenire con delega ai Carabinieri. Ciò varrà fino al termine dello stato di emergenza. Per questa via, la pensione sarà recapitata presso l’indirizzo di residenza del pensionato. Ovviamente, detta regola vale laddove non siano già state incaricate altre persone per il ritiro ‘fisico’ della pensione.