Pagamento pensioni giugno 2022: date da ricordare e novità bonus 200 euro

Siamo ormai vicini al pagamento pensioni giugno ed è dunque opportuno fare il punto sulle date dei versamenti da segnare sul calendario.


Il mese caratterizzato dall’inizio della stagione estiva è ormai prossimo e ovviamente non mancano coloro che vogliono sapere quali saranno le date del pagamento pensioni giugno. Tra mille scadenze, tasse e bollette da pagare, appare opportuno fare il punto anche sulle prestazioni ricorrenti Inps e su quali giorni marcare sul calendario – in attesa di incassare il trattamento pensionistico.

Ricordiamo subito che, con la fine dello stato di emergenza, se da un lato non vi sono più anticipi sui pagamenti delle pensioni, dall’altro tuttavia sono ancora applicate le regole relative al ritiro scaglionato presso gli uffici postali. La finalità resta sempre la stessa: evitare, se possibile, assembramenti e code davanti agli uffici delle Poste. La data bancabile è comunque tornata per tutti il primo giorno lavorativo utile del mese.

Di seguito daremo tutte le informazioni utili in tema di pagamento pensioni giugno, le quali peraltro a breve saranno un po’ più consistenti in virtù dell’assegnazione del bonus 200 euro. Quest’ultimo, approvato dal Governo, è stato oggetto in verità di alcune polemiche circa la sua effettiva utilità per le famiglie alle prese con aumenti e rincari. I dettagli.

Pagamento pensioni giugno 2022: niente anticipo alle Poste, ma confermato lo scaglionamento

Come anticipato, le regole in tema di pagamento pensioni giugno non prevedono un pieno ritorno alla ‘normalità’ pre pandemia. Anche per il mese prossimo, infatti, il ritiro dell’assegno in contanti alle Poste (non ci sarà più in anticipo) ma si compie in base ad una specifica turnazione alfabetica (scaglionamento per lettera del cognome). La finalità è duplice: continuare ad assicurare un servizio fondamentale per i cittadini e contribuire a proteggere la salute di clienti e dipendenti delle Poste.

Ma lo abbiamo accennato in apertura: stop agli anticipi del pagamento pensioni giugno, a seguito della fine dello stato di emergenza sanitaria. Perciò la data di partenza per il versamento delle pensioni di giugno 2022 è dunque il 1 del mese, con l’avvertenza che lo scaglionamento dei pagamenti in base al cognome permane valido.

Leggi anchebonus condizionatori 2022, ecco cos’è, come funziona e beneficiari. La guida rapida

Ritiro della pensione dal primo all’8 giugno

Coloro i quali ritirano la pensione in denaro contante presso gli uffici delle Poste, debbono dunque tener conto del calendario suddiviso per lettera dell’alfabeto. Essi potranno recarsi in uno dei 12.800 uffici postali sparsi su tutto il territorio nazionale dal 1° all’8 giugno. Questo il calendario a cui fare riferimento per il pagamento pensioni giugno:

  • mercoledì primo giugno per i cognomi dalla A alla B;
  • venerdì 3 giugno per i cognomi dalla C alla D;
  • sabato 4 giugno (solo la mattina) per i cognomi dalla E alla K;
  • lunedì 6 giugno per i cognomi dalla L alla O;
  • martedì 7 giugno per i cognomi dalla P alla R;
  • mercoledì 8 giugno per i cognomi dalla S alla Z.

Appare evidente che i pagamenti saranno suddivisi in un arco di giorni abbastanza ampio, ma la ragione è facilmente spiegabile. Infatti il 2 giugno coincide con la festa della Repubblica e il 4 e 5 giugno corrispondono ad un fine settimana.

Pagamento pensioni giugno 2022: ritiro con bancomat e accredito su conto corrente bancario

Invece i beneficiari del trattamento pensionistico che usano il bancomat possono ritirarlo in modo assai pratico, con prelievo presso gli sportelli automatici ATM o il Postamat per chi ha il conto alle Poste, a cominciare dal primo giugno. Potranno effettuare il ritiro senza bisogno di entrare negli uffici postali e dunque senza seguire le regole dello scaglionamento.

Anche per coloro che ottengono l’accredito della pensione sul proprio c/c bancario la data di riferimento è il primo giugno 2022 – primo giorno lavorativo utile. Come indicato sopra, per chi invece ritira l’assegno in contanti il calendario con turnazione alfabetica continuerà ad essere di riferimento, tra il primo giugno e l’8.

In tema di pagamento pensioni giugno, i beneficiari non devono inoltre dimenticare che in questi giorni sarà disponibile sul sito web dell’Inps il cedolino della pensione di giugno 2022. Grazie ad esso sarà possibile visionare l’importo che si riceverà ed eventualmente l’aumento rispetto al mese precedente. Ricordiamo però che, al fine di accedere al cedolino pensione, l’iter da seguire è questo:

  • ingresso nella propria area riservata sul sito Inps con SPID, CSN o CIE;
  • inserimento nello spazio ‘cerca’ ‘cedolino pensione’;
  • clic su ‘verifica pagamenti’ e poi selezionare dal menu il mese di giugno 2022.

Leggi anche: bonus acqua potabile 2022, scende il credito d’imposta per i beneficiari. La nuova percentuale

Bonus 200 euro e pensioni: i beneficiari dovranno aspettare il mese di luglio

Nel cedolino relativo al pagamento pensione di giugno potrebbe comparire un ridotto aumento, in virtù del tasso di rivalutazione provvisorio applicato dall’INPS. Nulla di particolarmente rilevante ma comunque preliminare rispetto all’aumento della pensione di luglio – a seguito dell’introduzione del bonus da 200 euro (anche per i pensionati) stanziato per far fronte all’emergenza e ai rincari dell’energia. Il requisito per ottenerlo è il reddito lordo annuo al di sotto dei 35mila euro. Perciò si tratta di beneficio non rivolto indistintamente a tutti i pensionati.

Infine, non dobbiamo dimenticare che luglio sarà altresì il mese della quattordicesima (ove prevista) e i beneficiari potranno godere di un trattamento pensionistico decisamente più consistente.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email