Pagamento pensioni maggio 2022: ecco le date da segnare sul calendario

Il pagamento pensioni di maggio 2022 segna il ritorno alla normalità, ma gli uffici postali potranno scaglionare i versamenti in contanti.


Come già aprile, anche maggio 2022 sarà un mese di ritorno alla normalità, per quanto riguarda il pagamento delle pensioni, in denaro contante o con accredito sul c/c bancario. D’altronde dopo molto tempo il 31 marzo è finalmente terminato lo stato di emergenza e di conseguenza anche il pagamento anticipato delle pensioni non viene più attuato.

Ebbene, la domanda che non pochi pensionati potrebbero farsi è la seguente: dopo la fine dello stato di emergenza quando avverrà il pagamento pensioni maggio 2022? Come abbiamo già avuto modo di sottolineare più volte in queste pagine, il pagamento della pensione per coloro che la ricevono da Poste Italiane è stato anticipato per lungo tempo, tuttavia dal primo aprile è di nuovo valevole il calendario ordinario.

Per quanto riguarda il mese che verrà, abbiamo che il pagamento della pensione sarà dunque nel primo giorno bancabile del mese. Ma non è detto che l’ingresso presso gli uffici postali non sia nuovamente scaglionato. Ecco perché.

Pagamento pensioni maggio 2022: le date da segnare sul calendario

Come accennato, il progressivo ritorno alla normalità nelle attività quotidiane dopo i mesi bui della pandemia, ha comportato lo stop al pagamento anticipato dei trattamenti pensionistici, per coloro che li ritirano presso gli uffici postali. Nei mesi passati il calendario prevedeva l’accesso scaglionato dei percettori in base alla lettera del cognome, negli ultimi giorni del mese precedente a quello al quale la pensione si riferisce. La finalità era quella di prevenire assembramenti alle Poste e dunque diminuire i rischi di contagio.

Leggi anche: certificato di pensione 2022, modello ObisM online. Cos’è e come funziona

Ebbene, in tema di pagamento pensioni maggio 2022 rimarchiamo quanto segue:

  • detti trattamenti pensionistici sono pagati lunedì 2 maggio sia presso Poste Italiane, sia presso le banche (accredito su conto corrente bancario), in quanto il 2 è il primo giorno bancabile del mese di maggio;
  • il primo maggio è un festivo e in ogni caso quest’anno cade di domenica, perciò non sarebbe comunque stato giorno utile al pagamento degli importi in oggetto.

Ci riferiamo ovviamente ai pagamenti di tutti i trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per invalidi civili e rendite vitalizie INAIL.

Quali sono le regole di accredito della Pensione di Poste Italiane

Le norme di legge in materia ci ricordano che il pagamento delle pensioni si compie il primo giorno bancabile di ogni mese. Oppure il giorno posteriore se è giornata festiva o non bancabile, con un solo mandato di pagamento; tranne per il mese di gennaio in cui il versamento è svolto il secondo giorno bancabile.

In particolare, ai pensionati titolari di un Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta o Postepay Evolution le pensioni saranno versate regolarmente il 2 maggio. Ciò è stato già ufficializzato da Poste Italiane. Dal 2 maggio i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno effettuare il prelievo della pensione presso gli ATM Postamat. Per l’interessato non c’è dunque bisogno di andare allo sportello e questo è un indubbio vantaggio.

Anche il pagamento delle pensioni di maggio 2022 sarà in ordine alfabetico?

Nessun dubbio dunque: le Pensioni di maggio 2022 in contante agli uffici postali, non saranno versati in anticipo. L’entrata negli uffici delle Poste potrebbe essere scaglionata in ordine alfabetico onde evitare rischi a livello sanitario.

Nel corso di aprile infatti Poste Italiane ha già scaglionato i pagamenti in contanti allo sportello fra il primo e il 6 aprile. Bisogna quindi fare riferimento alla turnazione alfabetica affissa all’esterno di ogni ufficio.

Al momento non abbiamo ancora conferme ufficiali in tal senso; ma si può presumere che anche a maggio l’ingresso agli sportelli di Poste Italiane sarà organizzato tra lunedì e sabato 7 (mattina). In buona sostanza, ogni ufficio postale potrà stabilire un calendario per scaglionare i pagamenti in contanti.

Concludendo, per ulteriori informazioni è comunque possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email