Salario minimo e una tantum da 6000 euro per i co.co.pro., gli emendamenti al ddl in Senato

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


16 emendamenti presentati in commissione lavoro al Senato dai relatori Tiziano Treu (Pd) e Maurizio Castro (Pdl)

Salario minimo per i collaboratori a progetto e il rafforzamento dell’una tantum per i parasubordinati che perdono il lavoro, sono solo due dei 16 emendamenti presentati oggi in Senato dai relatori Tiziano Treu (Pd) e Maurizio Castro (Pdl) che vanno ad aggiungersi ai 27 del governo.

“Se l’economia si riprende, comincia a crescere e i redditi dei lavoratori crescono un po’, allora forse si può passare, dopo questi tre anni di sperimentazione, a un ammortizzatore sociale che somiglia di più a quello che l’Europa ci chiede”, (ovvero il mini-Aspi di cui si parlava già qualche tempo fa ndr), ha commentato il ministro del Lavoro, Elsa Fornero.

Contratti a termine

Sale da 6 a 12 mesi la durata del primo contratto a termine che potrà essere stipulato anche senza ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo.

In alternativa al contratto annuale a tempo senza causale, c’è la possibilità di una «franchigia oggettiva» nei casi di avvio di una start-up, lancio di un nuovo prodotto, proroga di una commessa o di un rilevante cambiamento tecnologico, con un limite fissato al 6% dei lavoratori occupati nell’azienda.

Come richiesto dal Pdl lo “stacco”  fra un contratto a termine e il successivo dovrebbe scendere da 90 giorni a 30 in caso di contratto di fino a 6 mesi e da 60 giorni a 20 quando il contratto dura di più.

Sui voucher anche data e ora

Un emendamento per tentare di contrastare le truffe con l’utilizzo dei voucher o Buoni Lavoro per i lavori occasionali di tipo accessorio. I buoni utilizzati dovranno ora essere numerati progressivamente e indicare data e orario.

Sms per lavoro a chiamata

Per attivare il lavoro a chiamata basterà un sms, o un fax o la posta elettronica certificata, alla Direzione territoriale del lavoro competente (già Direzione Provinciale del Lavoro).

La discussione degli emendamenti

Ovviamente si tratta solo di alcuni degli emendamenti presentati, che riguardano anche Partite Iva, licenziamenti disciplinari, partecipazione agli utili per i lavoratori che comunque la commissione si è impegnata a votare entro una settimana e che sviscereremo in maniera più approfondita quando ci saranno più certezze.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti