Bonus pc, tablet e internet veloce: cos’è e come si ottiene

Bonus pc, tablet e internet: previsti sconti fino a 500 euro per le famiglie e 2000 per le imprese. Ecco i requisiti e come fare domanda.

Sono numerosi gli incentivi introdotti dal Governo per far fronte alla crisi economica generata dalla pandemia da Coronavirus. Ora ai vari bonus vacanze, bici, auto ibride e babysitter (per citarne alcuni) si affianca anche il bonus pc, tablet e internet; questo nuovo incentivo economico potrà essere richiesto sia dalle famiglie che dalle imprese.

Dopo il via libera da parte della Commissione Europea avvenuto alcuni mesi fa, il bonus pc e internet diventa ufficiale dal mese di settembre 2020. Per dare attuazione alla misura sono stati destinati 200 milioni di euro a sostegno soprattutto delle famiglie più deboli e delle imprese. Per richiedere l’incentivo per acquisto di pc e Internet bisogna rimanere entro precise soglie di reddito per le famiglie e limiti dimensionali per le imprese.

Il bonus pc e internet si è reso necessario in un momento in cui la didattica a distanza o lo smart working sono divenuti essenziali. Oggi ancora tali esigenze permangono e il Governo ha voluto favorire la connettività di imprese, famiglie più in difficoltà economica e scuole pronte a ripartire.

Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti per fare domanda e le regole da seguire per la sua attribuzione.

Bonus pc, tablet e internet: a quanto ammonta

Il presente bonus consiste in un contributo economico, che può arrivare fino a 500 euro, previsto a favore delle famiglie che faranno acquisto di prodotti tecnologici come pc, tablet o aderiranno ad offerte Internet di tipo domestico. L’incentivo potrà arrivare fino a 2000 euro qualora a farne richiesta siano le imprese.

Vediamo quali sono le novità sul punto rese note dal Ministero dello Sviluppo Economico con un comunicato del 2 settembre.

Come funziona il bonus computer e tablet per le famiglie

Per le famiglie il bonus, rientrante nella strategia italiana della banda ultra larga viene attribuito in base all’Isee.

In particolare:

  • per famiglie con reddito inferiori ai 20mila euro (in Italia circa 2,2 milioni) il contributo erogato sarà pari a 500 euro. E’ volto all’acquisto tablet, personal computer o di offerte per connessione internet di almeno 30 megabit al secondo;
  • per le famiglie con un reddito percepito superiore a 20mila euro, ma inferiore a 50mila euro il contributo erogato sarà pari a 200 euro per acquisire una connessione Internet veloce ad almeno 30 megabit al secondo.

Come funziona il bonus internet veloce per le imprese

Diversi sono i requisiti da accertare se a beneficiare del bonus pc e internet saranno le imprese. Esso potrà arrivare fino a 2000 euro per l’acquisto di offerte internet di almeno 30 megabit al secondo o 1 Gigabit al secondo sulla base della tipologia di rete prevista nella sede di appartenenza.

Si terrà anche conto delle dimensioni dell’azienda richiedente e del numero dei suoi dipendenti. Al momento questi requisiti non sono ancora completamente noti.

Come ottenere il bonus PC

Per quanto concerne le modalità di richiesta si precisa che il Mise con il comunicato del 2 settembre ha spiegato come prima cosa che l’incentivo sarà gestito da Infratel; la società che fa parte del gruppo Invitalia e che partecipa al piano banda larga e ultra larga del Governo. È la stessa Infratel che in un comunicato del 31 luglio aveva già fatto presente che il bonus pc non veniva riservato soltanto alle famiglie bensì esteso anche alle imprese.

Per poter beneficiare del bonus ciascun utente dovrà presentare la richiesta al suo operatore che provvederà a gestire la pratica. Si dovrà utilizzare la procedura spiegata dal Ministero dello Sviluppo Economico e a tal fine saranno gli operatori delle telecomunicazioni a doversi preventivamente registrare presso il portale Infratel.

Quando fare richiesta di Bonus computer e internet

Dopo aver specificato quali siano i requisiti per accedere al bonus vediamo come si deve fare la domanda e a partire da quando.

La domanda di bonus sarà molto semplice: questa potrà essere inoltrata dall’interessato (famiglia o impresa) presso i punti vendita dei propri operatori internet a partire dal 20 settembre 2020.

Tutte le informazioni necessarie per rendere il bonus operativo saranno pubblicate sui siti infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it e a tal fine Infratel fornirà l’applicazione presso la quale gli operatori che vorranno aderire potranno effettuare la registrazione.

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679