Carta Acquisti 2021: cos’è e a chi spetta

La Carta Acquisti spetta a determinate categorie di cittadini in situazioni di disagio economico. Dal MEF i chiarimenti per ottenerla


Il 31 dicembre 2020 il Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) ha pubblicato sul proprio portale internet un focus dedicato alla Carta Acquisti 2021, strumento attivo già dal 2008 a beneficio di talune categorie di cittadini in condizioni di disagio economico.

La Carta, rilasciata dagli uffici postali previa richiesta, funziona come un normale bancomat o altro supporto elettronico di pagamento, con la particolarità che viene ricaricato ogni due mesi dallo Stato per un importo complessivo di 80 euro (40 euro mensili).

La misura, introdotta con Decreto legge numero 112 del 2008, ha come anticipato la funzione di sostenere determinate fasce della popolazione in difficoltà economica, attraverso un sussidio da utilizzare per spese alimentari, sanitarie, utenze luce e gas.

Destinatari della Carta acquisti di 40 euro al mese sono i minori di 3 anni e coloro che hanno un’età non inferiore a 65 anni, in possesso dei requisiti soggettivi e patrimoniali da attestare in sede di richiesta e verificati dall’INPS ai fini della concessione o meno del sussidio.

Analizziamo la misura nel dettaglio.

Cos’è la Carta Acquisti

La Carta Acquisti è stata introdotta da ottobre 2008 con lo scopo di sostenere determinate categorie di cittadini in condizioni di disagio economico.

Esteticamente si presenta come una normale carta di pagamento elettronica, ricaricata ogni due mesi per un importo complessivo di 80 euro (40 euro mensili). Ulteriori somme possono essere accreditate sulla Carta da parte degli enti territoriali.

La Carta Acquisti, una volta rilasciata, permette di:

  • Pagare presso gli uffici postali le utenze luce e gas;
  • Effettuare acquisti presso i negozi convenzionati che espongono l’apposita etichetta adesiva.

Carta acquisti per bambini fino a 3 anni

La Carta Acquisti può essere richiesta dai genitori di bambini di età inferiore a 3 anni in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere cittadini italiani, comunitari, extra-comunitari familiari di cittadini italiani o comunitari, ovvero titolari di diritto di soggiorno, di diritto di soggiorno permanente, del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo nonché rifugiati politici o titolari di posizione sussidiaria;
  • Essere regolarmente iscritti nell’Anagrafe della Popolazione Residente;
  • Possedere un valore ISEE in corso di validità inferiore a 7.001,37 euro.

È necessario inoltre non rientrare in una delle seguenti casistiche, da soli o insieme all’esercente la potestà genitoriale / soggetto affidatario nonché all’altro esercente la potestà genitoriale / soggetto affidatario:

  • Intestatari di più di una utenza elettrica domestica, di utenze elettriche non domestiche, di più di una utenza gas;
  • proprietari di più di un autoveicolo;
  • proprietari con una quota superiore o uguale al 25% di più di un immobile ad uso abitativo o proprietari con una quota superiore o uguale al 10% di immobili ad uso non abitativo, ivi compresi quelli ubicati al di fuori del territorio nazionale ovvero di categoria catastale C7;
  • titolari di un patrimonio mobiliare, risultante dalla dichiarazione ISEE, superiore a 15 mila euro.

Carta acquisti over 65 anni

Possono fare richiesta della Carta Acquisti i soggetti di età non inferiore a 65 anni in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere cittadini italiani, comunitari, extra-comunitari familiari di cittadini italiani o comunitari, ovvero titolari di diritto di soggiorno, di diritto di soggiorno permanente, del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo nonché rifugiati politici o titolari di posizione sussidiaria;
  • Essere regolarmente iscritti nell’Anagrafe della Popolazione Residente;
  • Avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, in aggiunta ai propri redditi, siano di importo inferiore a 7.001,37 euro all’anno, limite elevato a 9.335,16 euro all’anno per chi ha un’età pari o superiore a 70 anni;
  • Possedere un valore ISEE in corso di validità inferiore a 7.001,37 euro.

Si chiede infine ai soggetti interessati, da soli o insieme al coniuge, di non essere:

  • Intestatari di più di una utenza elettrica domestica, di utenze elettriche non domestiche, di più di una utenza gas;
  • proprietari di più di un autoveicolo;
  • proprietari con una quota superiore o uguale al 25% di più di un immobile ad uso abitativo oppure con una quota superiore o uguale al 10% di immobili ad uso non abitativo, ivi compresi quelli ubicati al di fuori del territorio nazionale ovvero di categoria catastale C7;
  • titolari di un patrimonio mobiliare, risultante dalla dichiarazione ISEE, superiore a 15 mila euro;
  • titolari di un vitto garantito dallo Stato in quanto ricoverati in istituti di lungo degenza o detenuti in istituti di pena.

Carta Acquisti 2021: come fare domanda

I soggetti in possesso dei requisiti previsti possono recarsi presso gli uffici postali. Una volta compilati i moduli necessari questi saranno trasmessi all’INPS che, dopo le necessarie verifiche, in caso di esito positivo dell’istruttoria inviterà l’interessato a ritirare (sempre presso gli uffici postali) la Carta Acquisti, su cui sarà già stato accreditato l’importo relativo al bimestre di presentazione della domanda.

I beneficiari con almeno 65 anni dovranno compilare il modello A017/21. Al contrario, per i bambini con meno di 3 anni i tutori, gli esercenti la patria potestà o i soggetti affidatari avranno a disposizione il modello B018/21. Il fac-simile di richiesta è disponibile sul portale telematico INPS, sezione “Prestazioni e servizi – Carta acquisti ordinaria”.

Carta Acquisti 2021, come funziona

La Carta Acquisti è una normale carta di pagamento elettronica, funzionante con il circuito Mastercard.

La differenza, rispetto alle carte rilasciate da banche o altri istituti finanziari, risiede nel fatto che le transazioni effettuate non vengono addebitate al titolare ma direttamente allo Stato. Con la Carta Acquisti non è comunque possibile effettuare prelievi in contanti.

Sconto del 5%

Ai titolari della Carta Acquisti è riservato uno sconto del 5% per le transazioni effettuate nei negozi e farmacie che aderiscono all’iniziativa.

L’agevolazione, non è applicabile:

  • per l’acquisto di specialità medicinali;
  • o per il pagamento del ticket sanitario.

Conferisce altresì ai titolari il diritto alla misurazione gratuita della pressione arteriosa e del peso corporeo presso le farmacie.

Furto o smarrimento

In caso di furto, smarrimento, disattivazione o danneggiamento il titolare della Carta potrà rivolgersi al numero verde 800.902.122 attivo 24 ore su 24.

Per gli eventi furto o smarrimento è altresì necessario presentare formale denuncia presso le autorità competenti.

Infine, per i malfunzionamenti della Carta causati da smagnetizzazione o danneggiamento l’interessato dovrà rivolgersi all’ufficio postale e chiedere la sostituzione del supporto elettronico.