Manovra 2021: quali sono le principali misure previste dal Governo

Vediamo quali sono le novità contenute nel Ddl della manovra 2021 in tema di sanità, scuola, bonus casa, fisco e lavoro

Manovra 2021: quali sono le principali misure previste dal Governo per il prossimo anno? Approvato il Disegno di Legge Bilancio 2021 da parte del Consiglio dei Ministri, dietro proposta del Ministro dell’Economia Gualtieri è partito quindi l’iter che porterà all’approvazione della Legge definitiva entro il 31 dicembre. Si lavora ora quindi al testo definitivo che dovrà essere approvato in Parlamento entro la fine dell’anno in corso. Molte le novità e le proroghe di misure già in corso. Siamo di fronte ad una Manovra per la quale vengono stanziati 40 miliardi da investire per la ripresa dell’economia del nostro Paese.

Pronto anche il Documento programmatico di bilancio per il 2021-2023 inviato alla Commissione europea per la sua valutazione. Interventi in ambito di salute (tenuto conto in particolare dell’emergenza sanitaria da Covid-19), nel settore economico e in materia fiscale. Temi principali sono il lavoro, la scuola e in generale l’istruzione. Introdotte nuove misure a sostegno del reddito per famiglie e imprese. Prorogati inoltre i bonus casa e la cassa integrazione.

Prima di entrare nel merito delle varie disposizioni, vogliamo evidenziare quello che è l’iter procedurale che dovrà essere seguito per giungere all’approvazione del testo nella sua versione definitiva.

  • entro il 15 ottobre il Governo deve provvedere alla trasmissione del documento alla Commissione europea;
  • entro il 31 ottobre si dovrà presentare il testo definitivo in Parlamento;
  • prima del 31 dicembre ci dovrà essere l’approvazione di Camera e Senato e successiva pubblicazione del testo definitivo nella Gazzetta Ufficiale.

Manovra 2021

Vediamo più nel dettaglio quali sono le misure messe in campo.

Sanità

L’impegno del Governo si rende evidente nel settore sanitario. Accantonati circa 4 miliardi di euro per il sostegno del personale medico e di quello infermieristico. Tra le misure:

  • incremento delle risorse del Fondo sanitario nazionale
  • introduzione di un fondo per l’acquisto di vaccini
  • assunzione di 30000 medici e infermieri per far fronte all’emergenza da covid-19
  • indennità contrattuali per tali categorie

Lavoro

Uno dei temi caldi affrontati dal Governo nel mettere a punto la manovra del prossimo anno è quello del lavoro, soprattutto in un momento come questo dove la crisi economica derivante dalla pandemia ha messo a dura prova tutti i settori.

Blocco dei licenziamenti, sgravi fiscali per le assunzioni di giovani e disabili, proroga della Cassa integrazione causa Covid-19, finanziamento dei contributi a fondo perduto per le partite iva sono le misure messe in campo. Da luglio 2021 inoltre partirà l’assegno unico per i figli, ovvero la misura a sostegno delle famiglie che prenderà il posto degli assegni per il nucleo familiare.

Inoltre prolungate le misure Ape Social e Opzione Donna.

Trasporti pubblici

A fronte delle criticità emerse ai tempi del covid-19 il trasporto pubblico in questa manovra è di centrale importanza. Con fondi aggiuntivi si vogliono incrementare le risorse e gli investimenti per il trasporto pubblico locale soprattutto quello scolastico.

Istruzione e cultura: le misure per scuola e università

In primo piano nella manovra 2021 scuola e istruzione. Vediamo quali sono le risorse messe a disposizione: stanziati 1,2 miliardi di che potrebbe portare all’assunzione di 25mila insegnanti di sostegno.

Importanti risorse economiche (1,5 miliardi) vengono riservate all’edilizia scolastica. Ammontano a 2,4 miliardi di euro i fondi per l’edilizia universitaria nonché ai progetti di ricerca.

Sempre in ambito culturale si segnala che vengono accantonati 600 milioni di euro all’anno per il sostegno dell’occupazione nei settori cinema e cultura.

Famiglie

Per le famiglie si prevede la prosecuzione de congedo di paternità e l’introduzione dell’assegno unico per i figli a carico che viene esteso anche ai soggetti autonomi e incapienti.

Fisco

Argomento su cui si è ampiamente discusso è la riforma fiscale per la quale vengono stanziati 8 miliardi di euro ma che ancora è allo studio.

Confermato per il 2021 il taglio del cuneo fiscale a favore dei lavoratori la cui fascia di reddito è compresa tra i 28.000 e i 40.000 euro.

Confermato inoltre l’assegno unico per i figli a carico. L’importo del beneficio sarà variabile fino ad un massimo di 200 euro al mese per ciascun figlio.

Previsti sgravi fiscali per le imprese che provvederanno ad effettuare l’assunzione di nuovi dipendenti nel Mezzogiorno.

Proroga bonus casa

Confermati anche per il prossimo anno i bonus casa per chi intende intraprendere lavori in campo edile. Il Documento programmatico per il bilancio 2021 fa riferimento infatti tutte le agevolazioni per la casa che finora sono state riconosciute a coloro che hanno effettuato lavori sugli immobili.

Punti interrogativi restano per il Superbonus 110% introdotto con il Decreto Rilancio che non è stato menzionato nel documento. Bisogna tenere presente però che la sua data ufficiale di scadenza è il 31 dicembre 2021.

Con soddisfazione di molti per favorire il rilancio di un settore in crisi, restano in vigore il bonus ristrutturazioni, l’ecobonus, il sismabonus, il bonus facciate, il bonus mobili e bonus verde.

Condividi

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679