Portale Italiano del lavoro dignitoso

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Nasce il portale italiano del lavoro dignitoso; una iniziativa dell'ILO.

L’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro), in collaborazione con i suoi costituenti italiani, fra cui il Ministero del Lavoro, ha lanciato il Portale Italiano del Lavoro Dignitoso, un nuovo strumento di informazione e divulgazione su temi di primaria importanza come la salute e la sicurezza sul lavoro, lo sviluppo sostenibile, la responsabilità sociale d’impresa.

Lo scopo del portale è la diffusione tra il pubblico italiano una maggiore conoscenza delle tematiche e delle attività dell’ILO e dei suoi costituenti, con particolare riferimento all’Agenda del lavoro dignitoso.

Quest’ultimo progetto è stato lanciato dall’ILO nel 1999 con l’obiettivo di promuovere i diritti del lavoro, incoraggiare la creazione di posti di lavoro dignitosi, migliorare la protezione sociale e rafforzare il dialogo sociale sulle tematiche legate al lavoro.

Il Portale si in quattro sezioni:

  • la sezione News, che diffonde quotidianamente notizie sul mondo del lavoro e sul contesto socio-economico in una prospettiva internazionale, nazionale e regionale;
  • il Blog, nel quale vengono pubblicati periodicamente articoli di approfondimento su questioni di attualità con l’intento di stimolare la partecipazione e coinvolgere in un dibattito virtuale esperti del settore, membri della società civile e singoli cittadini;
  • la sezione Iniziative, che dà visibilità a progetti, programmi, corsi di formazione, campagne di comunicazione;
  • la sezione Materiali, che raccoglie pubblicazioni e documenti in lingua italiana su tematiche attinenti il lavoro dignitoso.

Sevi, dunque, dateci un’occhiata

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti