Lavoratori domestici, contributi dovuti per il 2015

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


L'INPS ha reso noti i nuovi importi dei contributi dovuti per l’anno 2015 per i lavoratori domestici (colf, badanti ecc.)

Con la circolare n. 12 del 23 gennaio 2015 l’INPS ha reso noti i nuovi importi dei contributi dovuti per l’anno 2015 per i lavoratori domestici (colf, badanti ecc.)

Come ogni anno, questi importi vengono rivalutati sulla base della variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli impiegati, tra il periodo gennaio 2013-dicembre 2013 ed il periodo gennaio 2014-dicembre 2014. Per quest’anno la variazione rilevata dall’ISTAT è pari allo 0.2%.

Conseguentemente sono state determinate le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2015 per i lavoratori domestici che andremo ad elencare nelle successive tabelle così come riportate nella circolare dell’INPS.

Infine l’Istituto Previdenziale specifica che restano in vigore gli esoneri previsti ex art. 120 legge 23 dicembre 2000, n. 388, avente decorrenza 1/02/2001, nonché gli esoneri istituiti ex art. 1 commi 361 e 362 legge 23 dicembre 2005, n. 266, con decorrenza 1/01/2006. Viene confermata quindi la minore aliquota contributiva dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo CUAF che, ovviamente, incide sull’aliquota complessiva.

Per i rapporti di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’ 1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale). Si ricorda che quest’ultimo contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

DECORRENZA DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 DICEMBRE 2015
senza contributo addizionale dell’1.40% (comma 28, art.2 L. 92/2012)

Senza contributo addizionale 1.40%

Senza contributo addizionale 1.40%

DECORRENZA DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 DICEMBRE 2015
comprensivo contributo addizionale (comma 28, art.2 L. 92/2012) da applicare ai rapporti di lavoro a tempo determinato

Con contributo addizionale dell'1.40%

Con contributo addizionale dell’1.40%

Coefficienti di ripartizione
Dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015
senza contributo addizionale di cui al comma 28 dell’art. 2 della Legge n. 92/2012

Coefficienti ripartizione senza contributo addizionale 1.40%

Coefficienti ripartizione senza contributo addizionale 1.40%

Coefficienti di ripartizione
Dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015
con contributo addizionale di cui al comma 28 dell’art. 2 della Legge n. 92/2012

Coefficienti di ripartizione con contributo addizionale 1.40%

Coefficienti di ripartizione con contributo addizionale 1.40%

Leggi la circolare completa >> Circolare INPS n. 12 del 23/01/2015

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • Mariana Milovanovic

    no capito niente

  • Mariana Milovanovic

    vogli sapere a quanti soldi lordo al ano badante ,a fare diclarazioni di redito

  • florina_oprescu

    io lavoro come badante con 30 ore alla setimana e 800eu salariu ho dirrito a questo bonifico ?