730/2015, proroga della scadenza al 23 luglio ma non per tutti

Proroga per la scadenza dei 730 al 23 luglio come deciso dal DPCM del 26 giugno scorso

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Dopo alcune insistenti voci dei giorni scorsi è arrivata ufficialmente la proroga della scadenza dal 7 al 23 luglio per l’invio dei 730/2015. La proroga però è soltanto parziale, in quanto lo spostamento della scadenza dal 7 al 23 luglio prossimo riguarda solo Caf e professionisti abilitati.

La suddetta proroga dei termini è stata stabilita con DCPM del 26 giugno scorso. Il decreto del presidente del Consiglio dei ministri, firmato il 26 giugno è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e coinvolge gli intermediari che, alla data del 7 luglio, abbiano già trasmesso almeno l’80% dei modelli a loro affidati dai contribuenti per l’anno d’imposta 2014. La notizia è stata diffusa dal MEF, ministero dell’Economia e delle Finanze con un comunicato stampa di ieri 1° luglio: www.mef.gov.it

Resta invece invariato il termine ultimo, fissato al 7 luglio:

  • per i contribuenti che inviano autonomamente la dichiarazione, attraverso l’applicazione dedicata al 730 precompilato;
  • per i sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta o tramite intermediari;
  • per gli intermediari incaricati di trasmettere sia i modelli 730/2015, sia i 730-1 che non abbiano smaltito almeno l’80% del lavoro.

Rimborsi di luglio

Così facendo, il Governo ha assecondato le richieste dei CAF senza pregiudicare, nel contempo, la possibilità di conguagli nelle buste paga di luglio.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.