Come aprire partita IVA Online: Costi e modalità nel 2018

Come aprire partita Iva Online e quanto costa nel 2018? Questa è una delle domanda che molti neo imprenditori si pongono prima di decidere di mettersi in proprio e lasciare definitivamente il lavoro da dipendente. Ecco la nostra breve guida.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Come aprire partita Iva Online e quanto costa nel 2018? Questa è una delle domanda che molti neo imprenditori si pongono prima di decidere di mettersi in proprio e lasciare definitivamente il lavoro da dipendente.

Rispetto al passato dove per aprire una partita Iva erano necessari tantissimi step da effettuare, oggi grazie all’evoluzione della tecnologia è possibile richiedere l’apertura della propria partita IVA direttamente online, grazie alla piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate. Vediamo insieme quali sono i passaggi e i costi per richiedere l’apertura della Partita IVA.

Come aprire partita Iva Online 2018: Cosa occorre fare

Prima di entrare nel vivo della guida, bisogna capire quando è obbligatorio aprire la partita Iva. Secondo l’articolo 5 DPR 633/72 un lavoratore autonomo è obbligato ad avere una partita IVA quando svolge un’attività autonoma in maniera abituale e professionale, anche se questa attività lavorativa è svolta in modo non esclusivo o continuativo.

Aprire una partita IVA nel 2018 è davvero molto semplice ma sopratutto gratuito. Infatti, è possibile richiedere l’apertura della propria partita IVA direttamente online. Le procedure da seguire sono:

  • Recarsi sul sito web dell’Agenzia delle Entrate e compilare il modello di inizio attività ossia il modello AA9/12 e il modello AA7/10;
  • Registrarsi su Fiscoonline;

In alternativa, è possibile chiedere direttamente ad un commercialista l’apertura della propria partita Iva. Terminate le procedure precedentemente elencate, i tempi di assegnazione della partita IVA sono molto veloci, poichè l’Agenzia delle Entrate rilascerà il numero della Partita Iva direttamente tramite la vostra PEC.

Le modalità per aprire una partita Iva cambia a seconda dell’attività produttiva. Infatti se si tratta di un libero professionista le modalità sono quelle elencate in precedenza, mentre se l’apertura della Partita Iva riguarda una ditta Individuale oppure un’altra tipologia di azienda, essa dovrà essere effettuata tramite comunicazione unica e quindi da un professionista del settore.

Costi per aprire partita IVA online 2018

I costi per aprire partita IVA online 2018 variano a seconda dell’attività produttiva che si intende svolgere. Infatti, per un libero professionista l’apertura della partita IVA è totalmente gratuita. Se invece bisogna iscrivere la propria ditta presso la Camera di Commercio, si aggiunge il costo dei diritti camerali, ossia bollo e segreteria che variano a seconda del codice Etico scelto. Ad esempio per un’impresa artigiana ammontano a euro 35,50.

Al momento dell’apertura dell’azienda, l’imprenditore dovrà decidere se aderire al regime forfetario oppure quello di contabilità semplificata. Il regime forfetario non comporta spese fisse annue, ma solo costi da applicare ai compensi e i versamenti dei contributi in percentuale sul reddito finale.

Mentre, per coloro che decidono di aderire al regime di contabilità semplificata, i costi sono:

  • Versamento annuo di 57 € per l’iscrizione alla Camera di Commercio;
  • Contributi fissi INPS euro variabili in base alla gestione scelta (es. commercianti, artigiani, professionisti gestione separata);
  • Compenso del commercialista;
  • Imposte Irpef e Irap in percentuale sul Reddito.

Libri consigliati

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Staff di Lavoro e Diritti

Altri articoli interessanti