Assegni familiari dei comuni per lavoratori Extra UE di lungo periodo

Titolari dello status di cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo. Assegni familiari dei comuni con almeno tre figli minori

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Con la circolare numero 97 del 4 agosto 2014 l’Inps fa il punto della situazione in merito al diritto all’erogazione da parte dei Comuni dell’assegno per il nucleo familiare per lavoratori con almeno tre figli minori, per i lavoratori titolari dello status di cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo.

Con Ordinanza del 20 maggio 2014, il Tribunale di Milano ha accertato

“il carattere discriminatorio della condotta tenuta dall’Inps consistente nell’aver emanato la circolare n.4 del 15/01/2014, nella parte in cui afferma che il diritto all’assegno ex art.65 della L. n. 448/98 per l’annualità 2013 decorre solo dall’1/07/2013 e dispone che i Comuni emettano provvedimenti di accoglimento delle domande limitate al secondo semestre” e per l’effetto ha ordinato “all’Inps di cessare la predetta condotta discriminatoria e di pubblicizzare il presente provvedimento mediante pubblicazione sul sito internet”.

Il Ministero del Lavoro aveva in precedenza illustrato le modifiche apportate alla normativa in riferimento all’estensione ai cittadini di Paesi Terzi, soggiornanti di lungo periodo, del diritto agli assegni familiari dei comuni di residenza per i nuclei familiari con almeno tre figli minori.

Visto quanto su esposto l’Inps informa che, al fine di ottemperare alla suddetta Ordinanza del Tribunale di Milano, che è immediatamente esecutiva, attendendosi alle indicazioni ministeriali, metterà in pagamento tutte le domande inviate dai Comuni, inclusi quelli relativi al 1° semestre del 2013.

Inps: circolare numero 97 del 04-08-2014
» 60,7 KiB - 459 hits - 7 agosto 2014

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.