Bonus mamma domani 2017, chiarimenti INPS sul premio nascita di 800 euro

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Il bonus mamma domani 2017 è un premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore, l'INPS rilascia ulteriori chiarimenti sulla misura.

Il bonus mamma domani 2017 è un premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore introdotto con la legge di bilancio (ex legge di stabilità) 2017.

Come detto nella nostra precedente guida il bonus mamma domani non va confuso con il bonus bebè, in quanto si tratta di un nuovo aiuto alla famiglia introdotto solo nel 2017.

A differenza del bonus bebè, il bonus mamma domani 2017 di 800 euro, viene erogato a richiesta del genitore in un’unica soluzione e senza tener conto dei limiti di reddito ISEE imposti per il bonus bebè.

Si tratta quindi di un contributo una tantum di 800 euro che l’INPS eroga alla futura mamma, per il sostenimento delle spese legate alla gravidanza o alle spese di adozione. L’INPS ha spiegato nel dettaglio il bonus mamma domani con la Circolare INPS n. 39 del 27 febbraio 2017.

Leggi anche: Premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore

Bonus mamma domani 2017, chiarimenti INPS

Con la Circolare numero 61 del 16 marzo 2017 l’INPS ha rilasciato ulteriori chiarimenti sul Bonus mamma domani, ad integrazione della Circolare 39/2017 relativamente ai requisiti generali e alla maturazione del premio alla nascita o all’adozione.

Bonus mamma domani 2017, requisiti generali

Il premio nascita di 800 euro è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana o comunitaria; (le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane);
  • per le cittadine non comunitarie, possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Bonus mamma domani 2017, maturazione del premio

Il bonus mamma di 800 euro sarà concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza o affidamento preadottivo internazionale.

Il premio alla nascita di 800 euro potrà essere richiesto in relazione ad ogni figlio nato o adottato o affidato.

Al momento non è ancora possibile presentare le domande, siamo in attesa di una circolare INPS che dia il via alle richieste.

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti