Crisi, si allunga di sei mesi il periodo di cassa integrazione

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Il 9 marzo alla Camera è stato approvato un emendamento alla commissione lavoro, che allunga di 6 mesi la cassa integrazione ordinaria; dalle attuali 52 settimane, si passerebbe a 78 settimane.

Il 9 marzo alla Camera è stato approvato un emendamento alla commissione lavoro, con un voto bipartisan, che allunga di 6 mesi la cassa integrazione ordinaria. In pratica dalle attuali 52 settimane, si passerebbe a 78 settimane, vale a dire un anno e mezzo. La misura approvata è comunque in via sperimentale e riguarda il biennio 2010-2011.

Il relatore al testo Giuliano Cazzola, spiega che la copertura all’emendamento che allunga la Cig ordinaria da 52 a 78 settimane “non è stata quantificata”, ma verrebbe comunque trovata all’interno degli 8 miliardi già stanziati dal governo per gli ammortizzatori sociali. Le disposizioni infatti previste dall’emendamento “si applicano nei limiti delle risorse disponibili” previste dal decreto legge 185 del novembre 2008 (convertito a fine gennaio 2009) e in particolare dall’articolo che riguarda gli strumenti di tutela del reddito e di concessione degli ammortizzatori in derogar la definitiva approvazione dovremmo aspettare qualche settimana.

Per quanto riguarda i tempi della definitiva approvazione, dovremmo aspettare un pò; il testo è ora all’esame delle altre commissioni ed è previsto che approdi in aula per il prossimo 15 marzo anche se, spiega Cazzola è probabile uno slittamento a dopo le elezioni (già le elezioni… c’è sempre qualcosa di più importante dei lavoratori!).

Fonte: www.ansa.it

Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Avvocato non praticante ed ex formatrice, attualmente editor di Lavoro e Diritti e impiegata precaria nella PA

Altri articoli interessanti