Navigazione:Disoccupazione

Circolari, messaggi, sentenze e news sull’indennità di disoccupazione

Cassazione: la lavoratrice licenziata, ha diritto all’indennità di maternità

Con la sentenza nr. 21121 del 2 ottobre 2009, la Suprema Corte ha affermato il diritto della lavoratrice madre di usufruire della indennità di maternità anche quando, l’astensione obbligatoria dal lavoro abbia avuto inizio decorsi i 60 giorni dalla risoluzione del rapporto di lavoro. Per cui, la lavoratrice non avrà diritto alla indennità di disoccupazione bensì alla indennità di maternità per tutto il periodo previsto per l’astensione dal lavoro.

Cassa integrazione in deroga per apprendisti e interinali

Il 5 giugno 2009 il Ministero del lavoro, della salute e delle Politiche sociali, ha pronunciato parere favorevole sulla possibilità per gli apprendisti e i lavoratori somministrati di ricorrere alla CIG in deroga.

La Confindustria, chiedeva parere al Ministero (attraverso un interpello) circa la possibilità per una azienda di richiedere la Cassa Integrazione in deroga per i lavoratori apprendisti, contestualmente alla richiesta di un trattamento di integrazione salariale ordinario (CIGO) o straordinario (CIGS).

La Direzione Generale per le attività ispettive del Ministero, dopo aver ribadito la funzione della Cassa integrazione sia ordinaria che straordinaria, ritiene possibile che un’azienda in crisi, presenti domanda di cassa integrazione guadagni in deroga per i lavoratori apprendisti unitamente ad un’altra volta ad ottenere la CIGO o la CIGS.

Come fare per ottenere l'indennità una tantum in favore dei lavoratori somministrati (ex interinali)

Con la circolare n. 100 del 7 agosto scorso, l’INPS ha fornito le istruzioni per usufruire dell’indennità una tantum a favore dei lavoratori somministrati che, pur avendo maturato significativi periodi di lavoro, non abbiano i requisiti utili per accedere ad alcuna forma pubblica di sostegno al reddito, secondo la legislazione vigente.

Questa misura (per il momento di carattere sperimentale) è stata introdotta dal Governo, nel quadro degli interventi per fronteggiare l’attuale situazione di crisi e nasce come Accordo stipulato dal Ministero del Lavoro,della Salute e delle Politiche Sociali con Assolavoro e le organizzazioni sindacali proprio per aiutare i milioni di lavoratori interinali che, in mancanza dei requisiti per accedere ad altre forme di prestazioni a sostegno del reddito, si troverebbero senza niente.