I 5 lavori che gli italiani non vogliono fare

Da una analisi di Unioncamere in collaborazione con Anpal, ecco un elenco di lavori che gli italiani non vogliono o non sanno fare perchè non preparati.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Nonostante l’elevato tasso di disoccupazione in Italia, esistono ancora molti lavori che gli italiani non hanno intenzione di svolgere. Infatti, secondo l’ultima analisi realizzata da Unioncamere in collaborazione con Anpal, è emerso che molte aziende italiane hanno difficoltà nel ricercare personale da inserire nel proprio organico.

Qui di seguito andremo a vedere quali sono i 5 lavori richiesti in Italia ma per i quali è difficile trovare personale che voglia svolgere tali mansioni lavorative.

Ecco i lavori che gli italiani non vogliono fare

Si parla spesso di lavori che gli italiani non vogliono svolgere nonostante l’elevato tasso di disoccupazione nel nostro paese. Ma quali sono questi lavori che nessuno vuole svolgere e perché i giovani se ne tengono alla larga?

Secondo l’indagine effettuata da Unioncamere in collaborazione con Anpal, sempre più aziende dell’industria manifatturiera, nel settore della ristorazione, dell’estetica, ecc,  hanno difficoltà nel reperire figure specializzate da inserire nel proprio organico aziendale come ad esempio figure altamente specializzate come tecnici ingegneristici e informatici.

Il motivo per cui questi lavori non vogliono essere svolti dagli Italiani sono principalmente gli orari scomodi, il duro lavoro, la mancanza di volontà, esperienza nel settore, corsi di studi sbagliati, ecc.

Le posizioni lavorative poco gradite dagli italiani sono quelle che si possono trovare nei settori come:

  • edilizia,
  • agricoltura,
  • allevamento,
  • panificazione,
  • tessile,
  • pulizia,
  • sanità.

Quindi, da un lato abbiamo dei lavori che per essere svolti è richiesta un’elevata formazione, mentre dall’altra ci sono mansioni che non richiedono particolari requisiti ma nessuno vuole svolgere. Ma vediamo più nel dettaglio quali sono i 5 lavori che gli italiani non vogliono fare.

I 5 lavori più richiesti in Italia con carenza di personale

Ecco quindi una breve classifica dei lavori più richiesti ma che gli italiani in un modo o nell’altro non vogliono o non sono in grado di svolgere per carenza di preparazione.

Panificazione e Pasticceria

Molte aziende in questo settore sono alla ricerca di nuovi dipendenti da assumere anche con contratto a tempo indeterminato. Il problema è che non ci sono italiani che vogliono svolgere questa mansione. Infatti, lavorare in questo settore richiede tantissimi sacrifici e fatica a causa anche degli orari notturni.

Edilizia

Questo settore è popolato principalmente da personale straniero. Infatti, la maggior parte dei giovani italiani non sono intenzionati ad intraprendere una carriera lavorativa in questo settore.  Molte aziende italiane hanno dichiarato che sono disposti ad assumere anche giovani senza esperienza ma che hanno vogliono qualificarsi.

Ristorazione

La ristorazione è un settore sempre più in crescita, ma nonostante ciò i ristoratori hanno difficoltà a trovare personale italiano che vuole lavorare in questo ambiante lavorativo. Infatti, lavorare nel mondo della ristorazione richiede un forte impegno fisico e mentale, poichè si lavoro principalmente nei giorni festivi, di notte e sabato e domenica.

Informatica e Ingegneristica

Anche in questo settore le richieste sono molto elevate. A differenza dei precedenti settori elencati, qui le aziende non riescono a trovare personale specializzato.

Trovare Italiani che hanno voglia o le capacità di svolgere queste mansioni lavorative è diventato davvero molto difficile. Infatti, proprio per questo motivo molte aziende italiane si rivolgono a lavoratori stranieri.

Quindi, consigliamo di scegliere il giusto percorso universitario che possa garantire un impiego lavorativo futuro. Mentre,  per coloro che non vogliono continuare gli studi consigliamo di individuare il settore lavorativo con  maggiore richiesta e specializzarsi.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Share.

About Author

Staff di Lavoro e Diritti

Altri articoli interessanti

Comments are closed.