In arrivo oltre 1100 assunzioni negli asili nido della Capitale: cosa c’è da sapere

L'organico degli operatori degli asili nido e scuole per l'infanzia di Roma si rafforza grazie ad un piano assunzioni ad hoc da 1160 posti.


Tutti coloro che stanno cercando un lavoro e amano stare a contatto con i bambini, saranno liete di sapere che le prossime settimane sono molto interessanti dal lato occupazionale. E il motivo è molto semplice: sono infatti previste assunzioni per diverse centinaia di posti negli asili nido e nelle scuole per l’infanzia della capitale.

In verità è un periodo ricco di selezioni quello che riguarda la città di Roma, essendo già stato pubblicato un bando per l’assunzioni di 584 figure professionali, per il rafforzamento dei centri per l’impiego, delle politiche attive del lavoro e per il servizio NUE 112. Non solo. Previsto anche un concorso per selezionare circa 1.500 vigili urbani per potenziare l’organico nella città del Colosseo. Il bando sarà pubblicato a settembre.

Di seguito però vogliamo dare un’occhiata a quanto previsto con riferimento al piano assunzioni negli asili nido e scuole per l’infanzia nella capitale. Di riferimento è un comunicato stampa pubblicato alcune settimane fa sul sito di Roma Capitale. Quanti posti sono in palio? E come saranno impiegate le figure assunte? Scopriamolo insieme nel corso di questo articolo.

Leggi anche: concorsi pubblici Regione Lazio per 584 posti, ecco requisiti, prove e domanda

Assunzioni asili nido: più di 1000 posti disponibili nei prossimi mesi

Il piano di assunzioni indica che le prime saranno effettuate già dal mese prossimo, con l’inizio del nuovo anno scolastico. Ma si tratta soltanto della prima tranche. Infatti molte altre sono previste nei prossimi mesi e ad inizio del 2023. Si tratta di un totale di circa 1160 nuove unità, ed una parte di queste sarà specificamente utilizzata al fine di rafforzare l’organico delle strutture educative e scolastiche in cui vi sono sezioni e spazi per bambini e bambine con disabilità.

Abbiamo accennato al progressivo potenziamento dell’organico negli asili nido e scuole infanzia e la prima fase comporterà ben 600 nuove assunzioni a tempo indeterminato, in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico. Questi  i numeri di riferimento:

  • 200 assunzioni entro il mese prossimo;
  • 400 assunzioni nei primi mesi del 2023.

Questa importante iniziativa di reclutamento e di nuove assunzioni nel personale scolastico ed educativo presso asili nido, scuole d’infanzia e strutture educative e scolastiche comunali ha la finalità di ridurre il ricorso a contratti a tempo determinato, senza pesare sui costi a livello locale.

Assunzioni scaglionate per un totale di 1160 nuove unità in organico: ecco quali saranno le altre

Lo ribadiamo per chiarezza: le assunzioni non sono finite qui, perché il piano dell’amministrazione capitolina indica 1160 nuove assunzioni tra quest’anno e il prossimo. Questi sono gli altri numeri di riferimento e di cui si trova traccia nel comunicato:

  • ulteriori 250 unità per gli asili nido;
  • 60 unità per le scuole d’infanzia;
  • 250 assunzioni per il personale per l’inclusione.

Con riferimento alle ultime assunzioni indicate, la prospettiva è quella di abbattere le diseguaglianze e le distinzioni e di favorire l’inclusione dei bambini e bambine con disabilità. Ciò potrà avvenire però soltanto grazie al potenziamento dell’organico delle strutture educative e scolastiche e l’utilizzo di personale debitamente formato e preparato.

Leggi anche: concorso al Comune di Napoli per circa 1400 posti, ecco i bandi

Tante novità nel sistema degli asili nido a Roma

Nel comunicato pubblicato sul sito di Roma Capitale vi sono ulteriori informazioni degne di nota. Per esempio è altresì sottolineata la semplificazione degli iter di iscrizione ai nidi, l’effettività dell’apertura di 36 scuole per i centri estivi e l’utilizzo di circa un milione di euro per l’apertura di 60 scuole in orario extracurricolare già da settembre.

Il comunicato stampa emesso dall’amministrazione capitolina parla chiaro e rimarca che le nuove assunzioni costituiscono un altro passo per il miglioramento del sistema scolastico locale, che si somma all’abbattimento delle rette per i nidi per tutte le fasce di reddito (con il costo zero per la fascia più bassa) e all’allungamento dell’orario di alcune strutture per favorire la conciliazione tra lavoro e ruolo genitoriale.

Ma il Comune di Roma nel comunicato ha anche ricordato lo stanziamento di risorse corrispondente a circa 7,5 milioni, spesi per la manutenzione e conservazione del verde scolastico. Sotto quest’ultimo punto è da notare, in particolare, la redazione del Contratto Istituzionale di Sviluppo con il Governo e la Regione Lazio, per realizzare le cosiddette “Scuole Verdi a Roma“. Il progetto permetterà di riqualificare ben 200 scuole romane da qui ai prossimi anni.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email