Dove trovare lavoro: ecco alcuni pratici consigli

Guida dettagliata sulla ricerca di un lavoro. Modalità e luoghi d'incontro fra la domanda e l'offerta di lavoro.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Con questa rubrica, si è cercato (spero con buoni risultati) di dare qualche suggerimento, a chi si avvicina al mondo del lavoro, su come redarre un curriculum vitae e la relativa lettera di presentazione nonché, qualche dritta sul colloquio di lavoro.

Ora ci concentriamo invece su come e soprattutto dove trovare lavoro. Da dove cominciamo se siamo alla ricerca di lavoro? Ecco alcuni pratici consigli.

Dove trovare lavoro: non buttarsi dove capita!

Una premessa è importante:  può capitare di trovarsi in una situazione disperata, disoccupati e soprattutto senza prospettive di un futuro lavoro in vista; questo non ci deve indurre a rispondere a qualsiasi annuncio che troviamo in giro. La prima regola è quella di seguire la nostra inclinazione e la nostra formazione.

Se proprio non riusciamo a trovare nulla che sia compatibile con il nostro profilo, cerchiamo almeno di scegliere offerte lavorative che ci possano piacere o, che pensiamo di riuscire a fare senza troppa difficoltà e che, comunque si avvicinino a ciò che noi siamo o desideriamo essere (sempre dal punto di vista lavorativo).

Dove trovare lavoro: i centri per l’impiego

Un primo punto di incontro tra la nostra domanda e le varie offerte di lavoro è dato dai famigerati Centri per l’Impiego. Dislocati su tutto il territorio nazionale, per legge, i Centri per l’Impiego oltre a gestire i compiti connessi alle procedure di assunzione, sono i centri erogatori degli interventi di welfare locale e di politica attiva del lavoro.

Infatti questi centri sono strutture pubbliche gestite dalla Provincia e svolgono attività finalizzate a:

  • favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro;
  • prevenire il fenomeno di disoccupazione strutturale;
  • promuovere il reinserimento di lavoratori svantaggiati (donne, giovani, disoccupati di lunga durata etc)

Gli interventi attivi che i Centri per l’impiego devono offrire consistono almeno in colloqui di orientamento entro tre mesi dall’inizio dello stato di disoccupazione accertato e, in proposte di inserimento lavorativo o di formazione e riqualificazione professionale o di altre misure che favoriscano l’integrazione professionale.

Non so voi, ma per la mia esperienza personale, i centri per l’impiego non mi hanno mai aiutata né nell’incrociare la mia domanda di lavoro con qualche offerta, tanto meno sono mai stata contattata per corsi o proposte formative. L’unico servizio che mi è tornato utile sono le offerte lavorative e di formazione inoltratemi via mail.

Dove trovare lavoro: Agenzie per il Lavoro

Dal qualche anno esistono anche le Agenzie per il lavoro che non sono altro che imprese private autorizzate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a svolgere attività di mediazione tra domanda e offerta di lavoro.

Sicuramente sono più attive dei Centri per l’impiego e ve ne sono in quantità elevate su tutto il territorio nazionale. Basta entrare nell’agenzia, iscriversi lasciando il proprio curriculum vitae, rispondere ad un questionario che serve per capire il nostro profilo lavorativo e attendere di essere contattati.

Le agenzie sono anche on line, pertanto iscrivendoci alle newsletter potremo essere aggiornati sulle offerte di lavoro che ci interessano o potremmo semplicemente accedere al sito e cercare da soli qualche offerta allettante.

Dove trovare lavoro: altri operatori

Accanto agli operatori pubblici (centri per l’impiego) e privati (agenzie per il lavoro), la legge ( D. lgs 276/03) individua ulteriori soggetti che possono effettuare attività di mediazione:

  • Università pubbliche e private e le fondazioni universitarie;
  • Comuni singoli e associati, le Camere di Commercio e gli Istituti di scuola secondaria di secondo grado;
  • associazioni dei datori di lavoro e i sindacati dei lavoratori più rappresentativi e che siano firmatari di contratti collettivi nazionali di lavoro;
  • l’Ordine nazionale dei consulenti del lavoro mediante la costituzione di una apposita fondazione nell’ambito del Consiglio Nazionale dei consulenti del lavoro.

A questi soggetti possiamo rivolgerci per conoscere offerte di lavoro adatte al nostro caso e anche per avere informazioni su proprie iniziative lavorative cui potremmo dedicarci (come stage, corsi).

Dove trovare lavoro: informagiovani e altri sportelli

Possono aiutarci nella ricerca di un lavoro anche le Agenzie Informagiovani che sono agenzie pubbliche ed offrono un servizio di orientamento alla formazione e al lavoro ai giovani, fornendo loro tutte le informazioni utili legate al territorio e alla sua economia.

In breve ci aiutano a superare tutte le difficoltà nel passaggio tra il mondo della scuola e delle università a quello del lavoro, favorendo il contatto tra gli utenti e le aziende che cercano personale, ma anche consigliando i giovani imprenditori durante l’avvio di un loro particolare progetto. Generalmente hanno carattere locale e sono dislocate sull’intero territorio nazionale.

Dove trovare lavoro: Borsa Continua Nazionale Lavoro

Forse in pochi la conoscono anche se potenzialmente è la più efficace di tutte: sto parlando della Borsa Continua Nazionale Lavoro promossa dal Ministero del Lavoro e dalle Regioni; istituita nel 2003, è un nuovo servizio internet per l’incontro domanda-offerta di lavoro rivolto a cittadini, imprese, intermediari pubblici e privati ed è accessibile liberamente da qualunque punto della rete.

I cittadini ed i datori di lavoro che accedono alla Borsa Continua Nazionale, autonomamente o attraverso un operatore, scelgono il livello territoriale – provinciale, regionale o nazionale – sul quale esporre la propria candidatura od offerta di lavoro; per farlo ovviamente è necessario iscriversi. Non dimentichiamo che è possibile consultare anche le borse Regionali Lavoro che comunque sono tutte collegate alla Borsa Continua Nazionale.

Noi privati cittadini possiamo:

  • consultare liberamente le offerte di lavoro;
  • consultare informazioni sul mercato del lavoro (normativa e contratti, indirizzi e riferimenti sui servizi per il lavoro, materiali e strumenti per il lavoro);
  • inserire direttamente e senza necessità di intermediari la nostra candidatura nel portale;
  • rispondere a offerte di lavoro di nostro interesse;
  • aggiornare e stampare il nostro curriculum in formato europeo e il libretto formativo;
  • richiedere servizi agli intermediari.

Le imprese e i datori di lavoro possono:

  • consultare le candidature dei cittadini;
  • ricevere informazioni e consultare documentazione su tendenze e norme del mercato del lavoro;
  • pubblicare annunci di lavoro e ricevere le candidature dei lavoratori;
  • ricercare e selezionare cittadini il cui profilo soddisfi il proprio fabbisogno professionale;

Dove trovare lavoro: migliori siti online

Credo comunque che la nostra ricerca di lavoro possa avere maggiori opportunità con Internet. Esistono infiniti siti che si dedicano solo a questo. Inserendo la città (esempio Roma, Milano) o Regione dove vorremmo lavorare; oppure le mansioni (esempio impiegato o elettricista)  scopriremo tutte le offerte disponibili a cui potremmo candidarci on line mandando il nostro curriculum.

Ugualmente potremmo iscriverci alla newsletter per ricevere sulla nostra mail tutte le offerte più adatte al nostro profilo settimana per settimana.

Leggi anche: I 10 migliori siti per trovare lavoro online


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.