Contratto metalmeccanici Confapi, accordo per il welfare aziendale

Al via il rinnovo del Welfare per il contratto Metalmeccanici Confapi, siglato lo scorso febbraio dalle rappresentanze sindacali maggiormente rappresentative, con validità dal 2018 al 2020. Vediamo in cosa consiste e le modalità di erogazione.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Al via il rinnovo del Welfare per il contratto Metalmeccanici Confapi, siglato lo scorso febbraio dalle rappresentanze sindacali maggiormente rappresentative, con validità dal 2018 al 2020 per un ammontare annuo di 150,00 Euro. Trattandosi di una nuova esperienza per i C.C.N.L., lo scorso anno, l’erogazione dei 100,00 Euro previsti è stata fruita per la maggior parte dei dipendenti attraverso il versamento ai Fondi di riferimento, l’intesa del 2018 ha invece voluto precisare in modo più dettagliato le possibilità di erogazioni e le tipologie di beni/servizi a disposizione.

Nell’accordo viene innanzitutto chiarito che il Welfare Confapi da C.C.N.L. viene ad aggiungersi agli strumenti di tutela già presenti o in ipotesi in Azienda. A tal proposito si rileva la problematica del superamento dei limiti e la cumulabilità delle voci poste nel paniere dei beni. La durata del Piano per l’anno 2018 è prevista a partire dal 30 marzo sino al 31 dicembre 2018 con l’erogazione di € 150,00 in beni e flexible benefits.

Contratto metalmeccanici Confapi, beneficiari welfare

I beneficiari saranno i lavoratori dipendenti che abbiano superato il periodo di prova e che siano in forza al 1^ gennaio o assunti entro il 31 dicembre di ciascun anno.

I contratti previsti sono:

  • a tempo indeterminato;
  • a tempo determinato ed almeno 3 mesi anche non consecutivi di anzianità di servizio per ciascun anno.

Lavoratori esclusi: dipendenti in aspettativa non retribuita nell’anno di riferimento.

Lavoratori Part-Time: sono equiparati senza riproporzionamento all’orario di lavoro svolto.

Somministrati: Le Aziende dovranno comunicare il Piano Welfare all’Agenzia di Somministrazione, in virtù del principio di non discriminazione.

Il Piano Welfare è fruibile sono una volta per anno, in caso di lavoratori riassunti anche in somministrazione.

In sintesi, si riportano i riferimenti

“WELFARE AZIENDALE erogabile tramite il paniere di beni/servizi (anche tramite piattaforma), non è ammessa l’erogazione sostitutiva in denaro.”

Contratto metalmeccanici Confapi Welfare aziendale: Modalità di erogazione

Le modalità di erogazione previste per il welfare aziendale del contratto metalmeccanici Confapi sono:

  • Tramite strutture aziendali o terzi convenzionati;
  • Pagamento diretto del Datore di Lavoro al fornitore del servizio
  • Attraverso una piattaforma elettronica dedicata
  • Voucher uninominale valido per una sola prestazione, opera o servizio (non sono ammessi buoni sconto)

OPERE E SERVIZI DI UTILITA’ SOCIALE ex Art. 51 c, 2 lettera f – Tuir

Regime fiscale e contributivo: NESSUNA IMPOSIZIONE
BENEFICIARI: Lavoratori Dipendenti (essendo una disposizione da C.C.N.L. non potranno essere fatte deroghe su livelli e mansioni)

Estensibili ai familiari (ex Art. 12 – Tuir) per ogni soggetto beneficiario, dovrà essere indicato il relativo Codice Fiscale.
Nel Prospetto paga dovranno essere mensilmente evidenziati con riferimento normativo e di attribuzione C.F. beneficiario: Es. Welfare Art. 51 c, 2 lett f – Corso inglese figlio C.F.

Educazione ed Istruzione:

Corsi extraprofessionali, Corsi di istruzione (es. lingue) Servizi di orientamento allo studio

Ricreazione:

  • Abbonamenti TV (es. pay TV), cinema, teatro
  • Abbonamenti o carnet di ingresso in palestre, impianti sportivi, spa,
  • Viaggi e pacchetti vacanze
  • Biglietti e soggiorni viaggi e vacanze
  • Abbonamenti giornali e quotidiani
  • Biblioteche

Assistenza Sociale soggetti over 75 anni :

  • Assistenza domiciliare
  • Case di Riposo convenzionate S.S.N. (R.S.A.)
  • Servizio Badanti

Assistenza Sanitaria:

  • Check up medici e visite specialistiche
  • Riabilitazione
  • Cure ortodontiche
  • Sportello psicologico

Culto:

Pellegrinaggi (pacchetto completo)

BENI E SERVIZI IN NATURA EX ART. 51 C, 3 TUIR

Rientrano nell’alveo delle erogazioni liberali (i cosiddetti benefits) esenti da imposizione fiscale e contributiva entro l’importo di € 258,23 annui.
Qualora la somma dei beni in Welfare + Altri Benefits percepiti, superasse il limite di esenzione, l’intero ammontare sarà soggetto a contribuzione e tassazione.

  • Si dovrà pertanto tenere conto anche degli altri benefits quali l’autovettura, l’alloggio etc.

BENEFICIARI: Lavoratori Dipendenti (essendo una disposizione da C.C.N.L. non potranno essere fatte deroghe su livelli o mansioni)

Modalità di erogazione:

  • con prodotti aziendali o erogati da terzi convenzionati
  • Piattaforma elettronica
  • Voucher cartaceo o elettronico con il valore nominale, utilizzabile anche per più servizi

Esempi:

  • Buoni spesa alimentari e carburante
  • Buoni spesa shopping elettronico (es. Amazon)
  • Ricariche telefoniche

SERVIZI INTEGRATIVI DI MENSA, TRASPORTO CONNESSI ALL’EDUCAZIONE ED ISTRUZIONE

  • Buono pasto mensa scolastica
  • Scuolabus e gite scolastiche
  • Corsi integrativi di lingue straniere per bambini italiani/italiano per bambini stranieri
  • Ludoteche e centri estivi ed invernali: spese di frequentazione
  • Borse di Studio: premi, assegni di merito
  • Servizi di assistenza per familiari over 75 anni non autosufficienti (certificazione medica)
  • Badanti
  • Assistenza domiciliare, Case di cura e Case di Riposo (R.S.A.)

SERVIZIO PER IL RAGGIUNGIMENTO DEL POSTO DI LAVORO – TRASPORTO COLLETTIVO

Art. 51 c, 2 lett f – TUIR
Regime fiscale e contributivo: NESSUNA IMPOSIZIONE

BENEFICIARI: Lavoratori Dipendenti (essendo una disposizione da C.C.N.L. non potranno essere fatte deroghe su livelli e mansioni)

Modalità di erogazione: solo attraverso beni e servizi ed erogati direttamente dal DDL o terzi convenzionati

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro (Albo di Lodi) Laureata in Scienze Politiche ed in Lingua e Letteratura italiana indirizzo classico, presso l’Università Statale di Milano, Master in Diritto ed Organizzazione del Lavoro Ynsead Paris. Dopo aver maturato una significativa esperienza nel mondo delle Risorse Umane, sono approdata, sostenendo l’esame di stato, nel mondo del Diritto del Lavoro. Esercito in un importante studio di Milano, occupandomi di grandi imprese e clientela internazionale.

Altri articoli interessanti

I commenti sono chiusi.