Assicurazione casalinghe 2019: integrazione del premio annuale

L’INAIL ha informato che il 15 ottobre 2019 scade l’obbligo di integrazione del premio annuale per l’assicurazione casalinghe 2019

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

I soggetti obbligati al versamento del premio annuale per l’assicurazione contro gli infortuni domestici (cd. assicurazione casalinghe 2019), sono tenuti a integrare la restante parte del premio annuale. Si ricorda, al riguardo, che entro il 31 gennaio di ogni anno scade il termine entro il quale è necessario procedere all’assicurazione INAIL contro gli infortuni domestici. Per quest’anno, come previsto dall’art. 1 co. 534 e 535 della L. n. 145/2018 (Legge di Bilancio 2019), il legislatore ha aumentato il premio annuale da 12,91 euro a 24 euro. Tuttavia, in attesa dell’adozione del decreto del MLPS, di concerto con il MEF, che ha il compito di stabilire le modalità ed i termini di attuazione delle predette modifiche, l’importo è rimasto fermo a 12,91 euro.

Ora, con il Comunicato stampa del 9 settembre 2019, l’Istituto assicurativo informa che c’è tempo fino al prossimo 15 ottobre 2019 per mettersi in regola con il nuovo importo. Quindi, per chi avesse già pagato il vecchio importo di 12,91 euro, deve effettuare il versamento dell’integrazione di 11,09 euro. Vediamo quindi nel dettaglio come effettuare il versamento aggiuntivo.

Infortuni domestici INAIL 2019: novità Legge di Bilancio 2019

La Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145/2018) all’art. 1, co, 543 ha apportato numerose modifiche in merito alla disciplina delle “Norme per la tutela della salute nelle abitazioni e istituzione dell’assicurazione contro gli infortuni domestici”.

In particolare, le novità riguardano:

  • la fascia di età dei soggetti all’obbligo di iscrizione all’assicurazione, che passa da una età minima di 18 ad una età massima di 67 (anziché 65 anni come attualmente fino al 31 dicembre 2018);
  • la percentuale di inabilità permanente al lavoro, per cui è prevista assicurazione, che passa dal 27% al 16%;
  • l’entità del premio assicurativo unitario a carico dei soggetti, pasa da 12,91 euro a 24,00 euro annui;
  • l’erogazione di una prestazione una tantum di importo pari a euro 300,00, qualora l’inabilità permanente sia compresa tra il 6% e il 15%;
  • la corresponsione dell’assegno per assistenza personale continuativa in caso di infortunio domestico.

Premio INAIL casalinghe 2019: soggetti interessati

I soggetti obbligati a sottoscrivere la polizza assicurativa sono coloro che (donna o uomo):

  • hanno un’età compresa tra i 18 e i 67 anni (tale limite è stato innalzato di due anni, ossia da 65 a 67 anni, per effetto della Legge di Bilancio 2019).
  • svolgono un’attività rivolta alla cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimorano;
  • non sono legate da vincoli di subordinazione;
  • prestano lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo, non svolgono cioè altre attività per le quali sussiste obbligo di iscrizione a un altro ente o cassa previdenziale.

Sono destinatari dell’obbligo del premio INAIL anche:

  • i pensionati, sia uomo che donna, che non hanno superato i 67 anni;
  • i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
  • tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia (ad esempio ragazzi o ragazze che sono in attesa di prima occupazione);
  • i lavoratori in cassa integrazione guadagni (CIG);
  • gli studenti che dimorano nella città di residenza o in località diversa e che si occupano anche dell’ambiente in cui abitano;
  • i lavoratori in mobilità;
  • i lavoratori stagionali, temporanei e a tempo determinato.

Premio INAIL casalinghe 2019: come pagare

Per rendere più agevole il pagamento dell’integrazione, alla lettera inviata agli assicurati l’INAIL ha allegato il bollettino PA precompilato di 11,09 euro. Il versamento può essere effettuato in via telematica, accedendo al sistema “pagoPA” tramite:

  • isito dell’Istituto assicurativo;
  • uffici postali;
  • sportelli bancari;
  • istituti di pagamento;
  • tabaccai che aderiscono a “pagoPA”.

Le modalità di pagamento sono le stesse anche per chi quest’anno non ha effettuato il versamento di 12,91 euro, pur avendo i requisiti previsti dalla normativa per l’assicurazione obbligatoria. A questo proposito, l’INAIL sta procedendo all’invio di un bollettino precompilato agli assicurati presenti nella propria banca dati che non risultano in regola. Questi ultimi, potranno utilizzarlo per pagare i 24 euro del premio annuale in un’unica soluzione. In questo caso il versamento deve essere effettuato nel più breve tempo possibile, in quanto la copertura assicurativa si attiva solo a partire dal giorno successivo al pagamento.

Infine, sugli avvisi di pagamento, nella sezione “Banche ed altri canali”, è riportato il codice CBILL “BE7KK”, anziché il codice CBILL “BE77K”. Ciò non ostacola in alcun modo il pagamento attraverso Poste italiane, mentre per i canali in cui è richiesta l’imputazione manuale del codice CBILL è sufficiente barrare il codice errato e scrivere o comunicare all’operatore quello corretto.


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.