DID online: ora anche dal Patronato

Dal 22 ottobre 2018 la DID online può essere resa anche mediante Patronato e direttamente dai funzionari dei Centri per l’impiego.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

La DID online è l’atto con cui una persona priva di occupazione si rivolge al servizio per l’impiego per richiedere un ausilio nella ricerca di una nuova occupazione e con cui effettua la Dichiarazione di immediata disponibilità. Successivamente a tale dichiarazione, il lavoratore verrà convocato dal CPI per la stipula di un patto di servizio, ossia un accordo formale tra il lavoratore e il Centro per l’impiego, nel quale vengono definite le azioni che il lavoratore deve intraprendere per la ricerca attiva del lavoro.

Essere privo d’impiego e aver dichiarato la propria immediata disponibilità al lavoro sono le due condizioni che determinano formalmente l’inizio dello stato di disoccupazione nel collocamento ordinario. Quindi, la DID è condizione obbligatoria per l’accesso alla NASpI e anche perchè il datore di lavoro che assume possa fruire di taluni sgravi e benefici all’assunzione per i quali sia richiesto, in capo al lavoratore, lo status di disoccupato.

DID online: ANPAL, patronato o Centro per l’Impiego

Quanto alle modalità di rilascio della DID, come chiarito dalla Circolare n. 1/2017 dell’Anpal, il cittadino può renderla in maniera telematica come “disoccupato” utilizzando uno dei seguenti canali:

  1. registrazione sul Portale ANPAL (www.anpal.gov.it) direttamente da parte dell’interessato;
  2. registrazione sul Portale ANPAL da parte di un operatore del Centro per l’impiego, che supporti l’utente nel rilascio della DID;
  3. inserimento sui Sistemi informativi del lavoro Regionali, con trasmissione della DID, tramite cooperazione applicativa, al Nodo di Coordinamento Nazionale (NCN);
  4. infine durante l’invio della domanda di NASpI online.

A queste modalità, si aggiungono ora anche gli operatori dei patronati convenzionati. Infatti, dal 22 ottobre scorso i patronati possono supportare i lavoratori nell’inserimento della DID online accedendo all’area riservata disponibile sul portale Anpal. Dallo stesso giorno anche i funzionari dei Centri per l’impiego potranno fungere da intermediari per l’inserimento della DID online (in precedenza potevano solo assistere l’utente nella registrazione).

DID online: procedura telematica

La procedura telematica attraverso la quale il disoccupato rende la DID online varia a seconda che l’utente abbia o meno il Pin INPS. In particolare:

  • con Pin INPS: in tal caso è necessario registrarsi al portale nazionale Anpal, inserendo username e password e selezionando nell’area riservata “dichiarazione di immediata disponibilità”. Dopodiché è necessario inserire le informazioni riguardanti le esperienze professionali e lavorative, utili anche al calcolo dell’indice di profilazione quantitativo. Al termine della procedura, il sistema procede con la prenotazione dell’appuntamento presso il Centro per l’Impiego per la stipula del patto di servizio personalizzato;
  • senza Pin INPS: è prevista una procedura semplificata per dichiarare l’immediata disponibilità al lavoro. L’utente si registra sul portale nazionale ANPAL, inserisce username e password e dichiara l’immediata disponibilità al lavoro, che viene acquisita con riserva. Al primo contatto con il CPI, l’utente sarà invitato a confermare lo stato di disoccupazione e a convalidare il documento d’identità.
Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.