Esonero contributivo agenzie di viaggi e tour operator: cos’è e come funziona

L'esonero contributivo per agenzie di viaggi e tour operator consiste in un esonero totale dei contributi per i datori di lavoro.


Tra gli obiettivi del mondo delle istituzioni del nostro paese, c’è quello del rilancio dell’economia e del lavoro nei suoi vari comparti, in un periodo certamente ricco di incognite sul futuro per singoli cittadini, famiglie ed imprese. In quest’ottica va dunque letta una nuova e significativa iniziativa, che prevede un esonero totale dei contributi per un lasso di tempo determinato – a favore degli operatori del turismo.

In tale contesto si inserisce il nuovo esonero contributivo per agenzie di viaggi e tour operator finanziato dal “Fondo unico nazionale per il turismo”. La misura è stata istituita nel decreto Sostegni ter, il quale ha incassato recentemente il nulla osta UE. Ciò è potuto avvenire in quanto si tratta di aiuti di Stato a privati e non vi sono pericoli per il mercato interno.

Di seguito vogliamo dunque focalizzarci sul bonus contributi per agenzie viaggio e aziende turistiche, anche sulla scorta delle precisazioni di cui al messaggio Inps n. 2712 del 6 luglio 2022. Si tratta di un documento di rilievo, poiché l’ente in esso fa il punto sul quadro degli incentivi rivolti a favore di chi lavora in ambito turistico. I dettagli.

Leggi anche: bonus locazioni imprese turistiche, per l’accesso serve l’autodichiarazione. Ecco come fare

Esonero contributivo agenzie di viaggi e tour operator: il messaggio Inps n. 2712 del 6 luglio

I benefici previsti dalle norme di legge per il comparto del turismo si spiegano – come accennato – alla luce delle conseguenze della crisi pandemica e dell’incerto quadro interno ed internazionale. L’inflazione galoppa, i prezzi delle materie prime e dell’energia salgono e il costo della vita aumenta: in uno scenario del genere ben si comprende la scelta dello Stato di favorire, ed ove possibile ampliare, il ventaglio di bonus ed agevolazioni a varie fasce di cittadini e lavoratori.

A chiarire cos’è e come funziona il bonus contributi per agenzie viaggio e tour operator è, come detto, il messaggio Inps n. 2712 del 6 luglio 2022 (qui il testo). Nel documento sono riportati gli incentivi economici correlati alla crisi pandemica ed espressamente rivolti ai lavoratori del comparto turismo.

L’istituto di previdenza ha in particolare specificato che,  per il tramite del cd. “Fondo unico nazionale per il turismo”, è stata prevista un’agevolazione ad hoc in ambito previdenziale a favore dei datori di lavoro privati, attivi nel settore delle agenzie di viaggi e dei tour operator. E’ appunto l‘esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico – con esclusione però di premi e contributi dovuti all’INAIL.

Esonero contributivo agenzie turismo: come funziona

In che cosa consiste esattamente il bonus per agenzie viaggio e tour operator? Ebbene altro non è che:

  • uno sgravio integrale dal pagamento dei contributi, in favore dei datori di lavoro privati titolari di agenzie di viaggio e tour operator;
  • l’esonero è assegnato ai lavoratori subordinati per il periodo di competenza aprile-agosto di quest’anno, ovvero 5 mesi.

Come ribadito nel recente messaggio Inps, l’agevolazione in oggetto comporta un esonero totale dal versamento della contribuzione datoriale, il periodo da aprile 2022 ad agosto 2022, per “tutti i rapporti di lavoro subordinato, sia instaurati che instaurandi, di cui è parte il datore di lavoro attivo nel settore delle agenzie di viaggi e dei tour operator”. Tecnicamente, il bonus contributi è mirato ai datori di lavoro rientranti in tutti i codici ATECO 2007 della divisione 79.

Come si può agevolmente notare, la decontribuzione totale in oggetto rappresenta un’agevolazione di non secondaria importanza. Ciò anche alla luce delle difficoltà economiche che l’intero comparto turismo ha dovuto affrontare negli ultimi anni.

Leggi anche: protocollo covid-19 luoghi di lavoro, ecco cosa cambia da luglio 2022

Risorse disponibili e domanda online

Ovviamente gli stanziamenti a sostegno del meccanismo di sgravio totale non sono illimitati. Ecco perché il bonus contributi riservato ad agenzie viaggio e tour operator gode di risorse ben definite. In particolare, l’esonero contributivo in esame, in base alla legge, è riconosciuto nel limite di 56,25 milioni di euro per l’anno in corso.

Infine nel messaggio Inps indicato in precedenza, l’istituto ha chiarito che entro tempi brevi sarà reso disponibile il modulo online di domanda “Esonero di cui al DL 4/2022 art. 4 comma 2-ter” nel “Portale delle Agevolazioni“. Termine ultimo entro cui fare domanda per il bonus agenzie viaggio e tour operator è il 31 dicembre di quest’anno.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email