Autoliquidazione INAIL 2022, online istruzioni e scadenze

L'INAIL comunica istruzioni e scadenze dell'Autoliquidazione 2022. Dal 9 dicembre sono inoltre disponibili online le Basi di Calcolo.


Autoliquidazione INAIL 2022, online istruzioni e scadenze: in data 29 dicembre 2021 INAIL ha pubblicato le scadenze e le istruzioni operative relative all’autoliquidazione 2021/2022 con particolare riferimento alle riduzioni contributive. Vengono, come detto, anche riepilogate le scadenze e le modalità di adempimento a carico dei datori di lavoro.

Recentemente l’INAIL ha anche comunicato il rilascio delle “Basi di Calcolo” per l’autoliquidazione 2021/2022. Infatti, a decorrere dal 9 dicembre 2021, è possibile disporre dei calcoli nella sezione “Fascicolo Aziende – Visualizza Comunicazioni” del sito INAIL. Al servizio possono accedere i datori di lavoro e gli altri soggetti assicuranti tenuti all’autoliquidazione, nonché gli intermediari per i codici ditta in delega. Si ricorda al riguardo, che dal 1° ottobre 2021 l’obbligo di accesso ai servizi online esclusivamente con Spid, Cns e Cie è esteso a tutte le categorie di utenti.

Autoliquidazione INAIL 2022, scadenze

Fermo restando il termine del 16 febbraio 2022 per il versamento del premio di autoliquidazione in unica soluzione o della prima rata in caso di pagamento rateale, il termine per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni effettivamente corrisposte nell’anno 20211 è il 28 febbraio 2022.

I contributi associativi devono essere versati in unica soluzione entro il 16 febbraio 2022.

download   Autoliquidazione 2021-2022 Istruzioni
       » 309,0 KiB - 29 download

Autoliquidazione INAIL 2022, basi di calcolo

In sostanza con questa circolare l’INAIL comunica il rilascio dei seguenti servizi online:

  1. servizio “Comunicazione Basi di Calcolo”;
  2. servizi online “Visualizza Basi di Calcolo” e “Richiesta Basi di Calcolo” PAT;
  3. servizio “Visualizza elementi di calcolo” PAN.

Autoliquidazione INAIL 2022 ditte cessate

L’INAIL ricorda inoltre che è online il servizio Autoliquidazione ditte cessate dal 1° luglio 2021. La procedura centralizzata dell’autoliquidazione annuale presenta ora le diverse ipotesi che si possono presentare, di seguito indicate.

Ditte cessate dal 1° gennaio al 30 aprile 2021

Per le ditte cessate nel periodo 1° gennaio – 30 aprile 2021, che:

  • non hanno potuto utilizzare il servizio online “Autoliquidazione ditte cessate” in quanto i termini per la presentazione della dichiarazione delle retribuzioni erano già scaduti (giorno 16 del secondo mese successivo alla data di cessazione) alla data di apertura del nuovo servizio;
  • hanno già inviato la dichiarazione delle retribuzioni via PEC alla sede competente;

sono rese disponibili le basi di calcolo negli appositi servizi online dell’autoliquidazione 2021-2022 dei premi e dei contributi associativi.

Ditte cessata dal 1° maggio 2021

Le ditte cessate a partire dal 1° maggio 2021 hanno potuto utilizzare la nuova funzionalità “Autoliquidazione ditte cessate” in quanto alla data del rilascio del servizio online non era ancora scaduto il termine per l’invio della dichiarazione delle retribuzioni (16 del secondo mese successivo a quello di cessazione).

Di conseguenza, per questi codici ditta, avendo completato gli adempimenti nei confronti dell’Istituto, non sono disponibili le basi di calcolo. A tal fine sono stati previsti appositi avvisi nei servizi online e nell’archivio GRA web dell’Istituto. Se tali codici ditta alla data di cessazione erano ricompresi negli elenchi delle ditte aderenti ad associazioni di categoria titolari di convenzione ai sensi della L. n. 311/1973 verranno rese disponibili le basi di calcolo unicamente con la sezione dedicata ai contributi associativi. In caso di cessazione intervenuta nel mese di dicembre 2021 la denuncia di cessazione può essere presentata nel mese di gennaio 2022 (30 giorni dalla data di cessazione).

In tal caso, poiché all’apertura dei servizi dell’autoliquidazione 2021-2022 il sistema non ha ancora acquisito la cessazione e dunque non può visualizzare il relativo avviso, la denuncia delle retribuzioni deve essere inviata unicamente tramite l’apposito servizio “Autoliquidazione ditte cessate”.

Ditta cessate dal 1° maggio 2021 e successivamente riattivate

La nuova posizione assicurativa (Pat) aperta a seguito di riattivazione del codice ditta è ricompresa nell’autoliquidazione centralizzata 2021-2022. Anche in questo caso sono stati previsti appositi avvisi sia in GRA web che nei servizi online.

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti.