Contratto a chiamata, nota del Ministero sulla comunicazione

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +
Richiedi una consulenza su questo argomento


Nota ministeriale del 9 agosto 2012 contenente le modalità operative di comunicazione per i contratti a chiamata o intermittenti.

Con la nota del 9 agosto 2012 la Direzione Generale per le Politiche dei Servizi per il Lavoro fornisce la prime istruzioni tecnico-operative per effettuare la chiamata del lavoro intermittente così come previsto dalla L. 92/2012 meglio conosciuta come Riforma Fornero del Mercato del Lavoro.

Leggi anche: Il contratto a chiamata o intermittente dopo la riforma del lavoro

Nella nota ministeriale si sottolinea il fatto che ovviamente questa comunicazione non sostituisce in alcun modo la Comunicazione Obbligatoria di assunzione, ma la completa così come previsto dalla Riforma.

Le modalità di trasmissione della comunicazione preventiva di “chiamata” saranno fax, sms, email e on-line e saranno avviate nel seguente ordine:

  • Fax – a partire dal 13 agosto 2012
  • Sms – a partire dal 17 agosto 2012
  • E-mail – a partire dal 17 agosto 2012
  • On-line – a partire dal 1° ottobre 2012

Il Ministero precisa che a partire dal 13 agosto 2012, i datori di lavoro dovranno utilizzare esclusivamente le modalità indicate in questa nota e non dovranno più inviare alcuna mail o fax alle Direzioni territoriali del lavoro, come indicato nella Circolare n.18 del 18 luglio 2012.

Leggi anche: Lavoro a chiamata, nuovi chiarimenti dal Min. del Lavoro

La comunicazione via Fax andrà inviata al numero 848800131 e varrà per ogni singolo lavoratore. Si dovrà indicare nel modello, che trovate a fondo articolo, il codice fiscale e l’indirizzo e-mail del datore di lavoro, il codice fiscale del lavoratore per cui si sta effettuando la comunicazione, il Campo codice comunicazione di riferimento (il codice di comunicazione obbligatoria di assunzione), tranne per i rapporti di lavoro attivati precedentemente al 1° marzo 2008. Quindi si dovranno indicare le singole giornate o il ciclo di chiamate.

Lo stesso modello potrà essere salvato e inviato via email all’indirizzo intermittenti@lavoro.gov.it ma solo a partire dal 19/08/2012. La comunicazione via SMS si potrà inviare al numero 339-9942256, per il formato dell’SMS vi invito comunque a leggere le spiegazioni contenute all’interno della nota che trovate a fondo pagina. Infine per la comunicazione online si potrà effettuare dal 1 ottobre 2012 tramite modulo che sarà reso disponibile sul portale http://www.cliclavoro.gov.it

Avviso di rettifica

In riferimento alla nota n. 11779 del 9 agosto 2012 (prime istruzioni tecnico-operative per effettuare la chiamata del lavoro intermittente), la Direzione Generale per le Politiche dei Servizi per il Lavoro informa che, a parziale rettifica di quanto comunicato con la suddetta nota e considerato il carattere sperimentale citato nella medesima, per il periodo fino al 15 settembre 2012 le comunicazioni in oggetto potranno continuare ad essere effettuate anche agli indirizzi di posta certificata, posta elettronica e fax delle Direzioni Territoriali del Lavoro.

Ulteriori aggiornamenti ritenuti utili ai fini della semplificazione saranno eventualmente comunicate nei primi giorni di settembre.

Comunicazione relativa alla ‘chiamata’ del lavoro intermittente
Nota del 14 settembre 2012

La Direzione Generale per le Politiche dei servizi per il lavoro, facendo seguito alla precede nota del 9 agosto 2012 e all’avviso del 13 agosto 2012 rende noto che è consentita la possibilità di effettuare le comunicazioni sia secondo le modalità indicate con la citata nota del 9 agosto 2012, sia ai recapiti istituzionali degli Uffici Territoriali di questo Ministero.

La nota in questione chiarisce inoltre che, ai fini della revoca di comunicazioni già effettuate, sarà sufficiente una successiva comunicazione in tal senso che indichi il lavoratore interessato.

  Modulo intermittenti (620,7 KiB, 1.895 download)
Richiedi una Consulenza a Lavoro e Diritti


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo. Specializzando in Sicurezza sul Lavoro. Esperto Web.

Altri articoli interessanti

  • ma questo vale anke x le chiamate dalle agenzie interinali? grazie

    • Antonio

      Vale per i contratti intermittenti o a chiamata. Non c’entra con il contratto interinale, almeno per ora.

  • Teresa

    NEL CASO IN CUI SI VOGLIA ANNULLARE UNA COMUNICAZIONE COME SI PROCEDE?

    • Antonio

      Bella domanda, nella nota non c’è scritto! Secondo me conviene reinviare il fax scrivendoci sopra annullato, almeno finchè ci sarà un metodo ufficiale.

  • Silvia

    non possiedo i codici di riferimento. dove li trovo?

  • contratto indeterminato

    ciao.quale sono condizioni di passare a un contratto indeterminato?io,lavoro dal 2007 in stesso posto con contati diversi,da 2 anni ho contratti stagionale.mi interesa per turismo.sono state nuove leggi per disoccupazione?.grazie.

  • Mary11.12

    Il numero di fax è perennemente occupato, a tutte le ore del giorno e pure della notte. E’ stata una cosa estenuante riuscire a trovare la linea libera dopo enne numero di tentativi. Ho iniziato a faxare il venerdi sera per il lunedi mattina ore 6. Sono riuscita solo adesso a sfondare.
    Come sempre…! Non cambia mai nulla. La tecnologia adeguata la deve trovare solo l’utenza. La pubblica amministrazione è molto brava a scaricare i problemi!

    • Ciao Mary, probabilmente è dovuto all’alto numero di “chiamate” che si concentra nei fine settimana. Comunque come da nota ministeriale lo stesso fax può essere inviato anche alla Direzione Territoriale del Lavoro della tua provincia. Anzi colgo l’occasione per aggiornare anche la nostra mini-guida.