Salute e sicurezza: valutazione dei rischi per PMI con OiRA

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha recepito e reso disponibile un nuovo strumento di valutazione dei rischi per PMI denominato OiRA. Vediamo di cosa si tratta e come usarlo per la redazione di un DVR per la salute e sicurezza delle piccole e medie imprese.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale numero 61 del 23 maggio con il quale recepisce e rende disponibile un nuovo strumento di valutazione dei rischi per PMI denominato OiRA.

OiRA (Online interactive Risk Assessment) è un applicativo telematico gratuito, messo a disposizione degli Stati membri dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha).erve ad aiutare, soprattutto le piccole e medie imprese, nel processo di valutazione dei rischi. Aiuta inoltre le PMI nel processo di individuazione delle misure di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Valutazione dei rischi per PMI con OiRA

Come anticipato in premessa il Ministero del lavoro ha adottato e reso disponibile sul proprio portale un nuovo toool gratuito per la redazione del DVR per Piccole e Medie Imprese. Si tratta cioè di un nuovo applicativo online creato dall’Agenzia Europea OIRA e serve per la valutazione dei rischi nelle PMI.

Con questo software si consente alle PMI di valutare e predisporre il DVR, documento di valutazione rischi. La norma D. lgs 81/08 prevede che il DVR vada necessariamente redatto entro 90 giorni dalla costituzione di una impresa. Questo va altresì aggiornato in caso di variazioni significative dell’organizzazione del lavoro o a seguito di infortuni gravi o a seguito di segnalazione da parte del medico competente.

A cosa serve lo strumento OiRA?

OiRA può essere utilizzato per valutare i rischi per la salute e la sicurezza presenti sul luogo di lavoro. Si rivolge prevalentemente alle piccole e medie imprese ed è stato progettato per supportare il datore di lavoro nella valutazione dei rischi, nella redazione del relativo documento (DVR) e del piano di miglioramento.

La valutazione dei rischi e la redazione del DVR con OiRA si divide in 4 fasi:

  • Presentazione: descrizione dello strumento e personalizzazione della valutazione in base alla propria realtà aziendale;
  • Identificazione: OiRA presenta una serie di potenziali pericoli per la salute e la sicurezza presenti sul luogo di lavoro. Si procede quindi rispondendo alle domande proposte in modo affermativo o negativo.
  • Valutazione: La vera e propria fase di valutazione del rischio; il tool permette di determinare il livello di rischio connesso a ciascun pericolo identificato;
  • Misure/programma: nell’ultima fase vanno indicate le misure necessarie per gestire i rischi e le eventuali risorse economiche e/o umane da impiegare a tal fine.

Concluso il processo sarà possibile stampare il report finale.

Si può provare OiRA eseguendo una sessione di prova oppure ci si può registrare per iniziare a usare il Tool. A breve comunque l’INAIL predisporrà un accesso diretto a questo utile strumento e rilascerà una circolare esplicativa.

Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679
Condividi.

Sull'Autore

Consulente del Lavoro iscritto all'albo provinciale di Campobasso, fondatore e redattore di Lavoro e Diritti. D.U. in Economia e Amministrazione delle Imprese presso l'Università degli Studi di Teramo.

Altri articoli interessanti