Anf e assegni familiari al capolinea dal 1° marzo, ma non per tutti: le istruzioni dell’Inps

ANF e assegni familiari sono sostituiti dall'assegno unico e universale dal 1° marzo 2022, ma non in tutti i casi. Ecco le istruzioni INPS.


Anf e assegni familiari al capolinea dal 1° marzo, l’Inps recepisce e comunica le novità nella circolare numero 34 del 28 febbraio 2022, con la quale offre anche le prime istruzioni amministrative e procedurali.

Il riferimento è l’abrogazione dal 1° marzo 2022, degli Assegni Familiari (per lavoratori autonomi e pensionati da lavoro autonomo), nonchè degli Assegni per il nucleo familiare (per lavoratori dipendenti e assimilati) per le famiglie con figli e orfanili, in favore dell’assegno unico e universale (anche detto assegno unico per i figli).

Contemporaneamente l’INPS spiega quindi i casi in cui è ancora possibile richiedere tali prestazioni. Ecco i dettagli.

Anf e assegni familiari al capolinea dal 1° marzo, ma non per tutti: le istruzioni dell’Inps

L’assegno per il nucleo familiare introdotto nel nostro ordinamento con D.l. n. 69/1988 convertito nella Legge n. 153/1988 viene abrogato dall’entrata in vigore del nuovo Assegno Unico e Universale. Di fatto però, come spiega l’INPS, in base alle disposizioni vigenti, a partire dal 1° marzo 2022 si producono i seguenti effetti sulla disciplina degli ANF, Assegni Familiari e Assegno Unico e Universale:

  1. non saranno più riconosciute le prestazioni di Assegno per il nucleo familiare e di Assegni familiari, in capo ai nuclei familiari con figli e orfanili per i quali subentra la tutela dell’Assegno unico;
  2. contemporaneamente però continueranno ad essere riconosciute le prestazioni di ANF e Assegni familiari riferite a nuclei familiari composti unicamente dai coniugi, con esclusione del coniuge legalmente ed effettivamente separato, dai fratelli, dalle sorelle e dai nipoti, di età inferiore a diciotto anni compiuti ovvero senza limiti di età, qualora si trovino, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro, nel caso in cui essi siano orfani di entrambi i genitori e non abbiano conseguito il diritto a pensione ai superstiti.

Pertanto se ANF e assegni familiari non possono più essere richiesti per i figli (nuclei familiari con figli e orfanili), spettano comunque ancora per i nuclei familiari composti unicamente dai coniugi, oppure dai fratelli, sorelle e nipoti fino ai 18 anni, o senza limiti di età per i disabili se orfani di entrambi i genitori e senza pensione di reversibilità.

Nuclei orfanili: ANF o Assegno Unico?

L’INPS precisa che in merito ai nuclei orfanili la disposizione contenuta nell’articolo 2, comma 8, del decreto-legge n. 69/1988 prevede che il nucleo familiare può essere composto anche da una sola persona; questo succede quando la stessa persona è:

  1. titolare di pensione ai superstiti da lavoro dipendente
  2. e abbia un’età inferiore a diciotto anni compiuti ovvero maggiorenne che si trovi, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi a un proficuo lavoro.

Quindi dal 1° marzo 2022, sempre nei limiti reddituali previsti:

  • se il nucleo orfanile risulta composto da figli minori o maggiorenni inabili, non spetteranno l’Assegno per il nucleo familiare e gli Assegni familiari, ma sarà possibile riconoscere esclusivamente l’Assegno unico
  • se invece, il nucleo familiare risulti composto dal coniuge titolare di pensione ai superstiti nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro si potrà richiedere l’ANF.

Assegno ai nonni per i nipoti

Altro caso particolare riguarda l’assegno per il nucleo familiare per i nipoti “a carico dell’ascendente”, il quale era riconosciuto sulla base della sentenza della Corte Costituzionale n. 180/1999.

In questo caso specifico dal 1° marzo 2022 sarà riconosciuto l’Assegno Unico in sostituzione dell’ANF, così come previsto espressamente dal decreto legislativo n. 230/2021.

Leggi anche: Assegno Unico ai nonni per i nipoti a carico, quando spetta e cosa fare

Circolare n° 34 del 28-02-2022

La circolare n° 34 del 28-02-2022 continua poi con:

  • i riflessi sulla normativa dell’Assegno per il nucleo familiare e sulla normativa degli assegni familiari
  • le Autorizzazioni ANF
  • e infine Riflessi sulla normativa comunitaria e in regime di accordi bilaterali.

Vista la complessità della materia e dei casi enunciati vi rimandiamo alla lettura della circolare INPS di seguito allegata.

download   INPS, Circolare numero 34 del 28-02-2022
       » 214,8 KiB - 20 download

Arretrati assegno per il nucleo familiare

Ricordiamo infine che il diritto agli ANF fino alla data del 28 febbraio 2022, si prescrive nel limite dei 5 anni.

Pertanto anche se la normativa è cambiata, gli aventi diritto possono comunque fare domanda di arretrati di assegno per il nucleo familiare; seguendo la normale procedura online sul sito dell’INPS.

Leggi anche: Assegni familiari arretrati: come richiedere gli arretrati ANF online

Per sapere qual è l’importo degli ANF spettante usa il nostro strumento di calcolo assegni familiari e poi segui la nostra guida per la domanda di ANF online.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email