Bollo auto non pagato: condono per debiti fino a 1000 euro

E' arrivata l'ufficialità relativa al condono dei bolli auto non pagati per il periodo 2000 - 2010. Ecco tutti i dettagli e come procedere.

Google+ Pinterest Linkedin Tumblr +

Il decreto strappa-cartelle, riguarda anche i debiti relativi al bollo auto non pagato. Sono stati finalmente chiariti i dubbi in materia. Infatti, alla luce di una recente sentenza della Commissione tributaria regionale Marche (numero 692 del 16 settembre), viene confermato ufficialmente che nella cancellazione delle cartelle esattoriali rientra anche il condono di tutti i bolli auto non pagati dal 2000 al 2010 e fino a un importo massimo di 1.000 euro.

Ma vediamo qui di seguito come procedere e come pagare quelli futuri.

Bollo Auto non pagato: come cancellare il debito

Nel decreto Strappa-Cartelle era già presente la possibilità di estinguere definitivamente i debiti riguardanti il pagamento dei bolli auto maturati dal 2000 al 2010, ma all’interno del decreto non era ben specificato questo particolare. Solo attraverso il recente chiarimento arrivato con la suddetta sentenza, la cancellazione dei pagamenti del bollo è diventata ufficiale entrando così di diritto anch’essa nella pace fiscale.

Ora molti contribuenti si stanno chiedendo come cancellare i propri debiti maturati dal 2000 al 2010.

Il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 stabilisce che i debiti maturati con importo non superiore a 1000 euro dal 2000 al 2010 (ovvero le vecchie cartelle di Equitalia ora Agenzia Entrate-Riscossione) non pagate, comprensive anche di bollo auto non pagato, vengono automaticamente stralciate. Quindi, il contribuente non dovrà effettuare nessuna richiesta all’Agenzia delle Entrate-Riscossione, tramite Caf o professionisti abilitati.

L’importo massimo di 1000 euro, dovrà essere comprensivo di capitale, interessi e sanzioni. Agli importi superiori a tale cifra non sarà possibile applicare il condono.

Bollo Auto: come e quando si paga

Ora facciamo invece un breve riepilogo su come pagare il bollo auto. Come ben sappiamo il bollo o tassa automobilistica, è un tributo il cui pagamento è obbligatorio per tutti coloro che sono in possesso di un veicolo iscritto al Pra. Questa tassa si paga annualmente indipendentemente se il  mezzo circola oppure no.

Ecco un esempio di pagamento: se il bollo è scaduto il 31 agosto 2019 il prossimo rinnovo dovrà avvenire entro il 30 settembre 2020.

Come effettuare il pagamento del bollo auto

Ecco come effettuare il pagamento del bollo auto:

  • Agenzie Aci;
  • Istituti autorizzati;
  • Servizi di internet banking,
  • Poste Italiane;
  • Telebollo;
  • Bollonet.

Ma cosa succede se non si paga il bollo auto e i pagamenti arretrati non rientrano nel condono della Tassa Automobilistica? Vediamo qui di seguito

Bollo auto scaduto: ecco le sanzioni

Se l’importo dei bolli auto non pagati è superiore ai 1000 euro oppure non rientrano nel periodo che va tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010, e quindi di conseguenza non rientrano nel condono, il contribuente dovrà effettuare il pagamento dell’intero importo della tassa più eventuali sanzioni e interessi calcolati in base ai giorni di ritardo.

Ecco qui di seguito le seguenti sanzioni che possono essere applicate:

  • 0,1% per ogni giorno di ritardo: E’ applicata se il pagamento avviene entro 14° dalla scadenza;
  • 1,50% sulla tassa originale più gli interessi legali giornalieri: E’ applicata se il pagamento avviene tra il quindicesimo e il trentesimo giorno dalla scadenza;
  • 1,67% della tassa originaria, oltre gli interessi legali giornalieri: E’ applicata se il pagamento avviene tra il trentunesimo e il novantesimo giorno dalla scadenza;
  • 3,75% della tassa originaria più gli interessi legali su ogni giorno di ritardo: Dopo il novantesimo giorno di ritardo ma entro un anno;
  • 30% della tassa originaria più gli interessi pari all’1% annuo, per ogni semestre di ritardo: Pagamento oltre un anno dalla scadenza.

Entro 3 anni dalla scadenza del bollo non pagato, la Regione dovrà inviare un avviso di pagamento, se entro tale periodo la Regione non invia nessuna notifica il bollo cade in prescrizione. Nel caso di notifica da parte della Regione ma si continua a non pagare il Bollo auto l’Agente della Riscossione notifica una cartella esattoriale.

Infine, se dopo 60 giorni dalla notifica il contribuente non paga si applica il fermo amministrativo del veicolo, con un preavviso di 30 giorni.


Leggi l'informativa privacy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Condividi.