Bonus biciclette 2022: percentuale di fruizione al 100%

Il bonus mobilità sostenibile è un incentivo fino a 750 euro per acquisto biciclette, monopattini e abbonamenti ai mezzi pubblici.


Il bonus biciclette 2022 rientra nel bonus mobilità sostenibile e consiste in un credito d’imposta fino a 750 euro, valevole per l’acquisto di una bicicletta elettrica (e-bike), pedalata assistita, monopattino elettrico, abbonamenti al trasporto pubblico e servizi di mobilità elettrica in condivisione (es car sharing); ovvero per l’acquisto di mezzi e servizi di mobilità a zero emissioni e per chi ha rottamato un vecchio veicolo di categoria M1.

La domanda di bonus mobilità 2022 poteva essere presentata dal 13 aprile 2022 e fino al 13 maggio 2022. Al momento non è prevista la proroga della scadenza. Non c’è stato quindi un click day anche se era consigliabile inviare l’istanza il prima possibile. La richiesta di incentivo andava inoltrata in via telematica attraverso il modulo di domanda online all’Agenzia delle entrate. Nella domanda telematica si doveva indicare l’ammontare delle spese sostenute per l’acquisto della bici o del monopattino e il credito d’imposta richiesto.

Aggiornamento: con provvedimento n. 176217 del 23 maggio 2022 l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che la percentuale del credito d’imposta fruibile da ciascun beneficiario del bonus bici e monopattino elettrico è pari al 100% dell’importo risultante dall’ultima istanza validamente presentata.

Bonus biciclette 2022: cos’è e come funziona

Sgomberiamo il campo da ogni possibile dubbio. Come appena accennato, il bonus biciclette o meglio il bonus mobilità sostenibile consiste in un credito d’imposta, nella misura massima di 750 euro, previsto per le persone fisiche che dal primo agosto 2020 al 31 dicembre 2020 hanno fronteggiato spese per comprare biciclette (bici elettriche a pedalata assistita), monopattini elettrici, e-bike, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing) o sostenibile. Non solo: al fine di aver diritto all’agevolazione è obbligatorio altresì aver consegnato per la rottamazione un vecchio veicolo di categoria M1.

L’agevolazione è stata predisposta nell’ambito dell’art. 44, comma 1 del Decreto Rilancio. Mentre il provvedimento firmato il 28 gennaio 2022 dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha indicato, nel dettaglio, criteri e modalità di fruizione dell’agevolazione in oggetto. La spesa totale stanziata per il bonus mobilità sostenibile o bonus biciclette 2022 corrisponde a 5 milioni di euro.

Le domande mirate ad accedere a questo beneficio potranno essere fatte pervenire dal 13 aprile al 13 maggio 2022, per il tramite di un modello di comunicazione recentemente approvato e che i contribuenti dovranno obbligatoriamente trasmettere all’Agenzia delle Entrate, nel lasso di tempo indicato, al preciso fine di non perdere l’agevolazione in esame. Infatti, il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 settembre scorso aveva indicato – in linea generale – le modalità di accesso al credito in oggetto, rinviando appunto ad un successivo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, espressamente mirato a dettagliare il meccanismo e specificare i termini per fare domanda.

Agenzia delle Entrate, provvedimento del 28 gennaio 2022

Per ogni altra informazione è possibile consultare il provvedimento 28 gennaio 2022 dell’Agenzia delle Entrate recante.

download   Agenzia delle Entrate, provvedimento del 28 gennaio 2022
       » 395,8 KiB - 863 download

A chi spetta il bonus biciclette

Rimarchiamo che le attuali norme di legge hanno predisposto un credito d’imposta a favore delle persone fisiche che:

  • hanno acquistato biciclette, monopattini elettrici, e-bike, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing) o sostenibile nel periodo dal primo agosto 2020 al 31 dicembre 2020;
  • hanno consegnato per la rottamazione, nell’identico periodo, contestualmente all’acquisto di un mezzo, nuovo o usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo mezzo di categoria M1 facente parte di quelli previsti dalla normativa in materia (art. 1, comma 1032 della Legge n. 145 del 2018).

Ma attenzione alla seguente doverosa puntualizzazione: il veicolo consegnato per la rottamazione deve essere intestato da almeno un anno allo stesso soggetto intestatario del nuovo mezzo o ad uno dei familiari conviventi alla data di acquisto dello stesso veicolo.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute e può essere sfruttato non oltre il periodo d’imposta 2022.

Quanto spetta

Come detto in premessa l’importo del bonus bicicletta 2022 è pari a un massimo di 750 euro. Entro il 23 maggio 2022 l’Agenzia delle Entrate dovrà pubblicare la percentuale del credito d’imposta spettante a ciascun soggetto.

Se l’ammontare complessivo delle predette spese agevolabili risulterà inferiore al limite complessivo di spesa, allora la percentuale sarà pari al 100% (quindi max 750 euro).

Quando e come fare domanda di bonus biciclette

Da notare che la richiesta del bonus mobilità bici può essere fatta soltanto per via telematica, tramite i servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (cassetto fiscale personale o tramite i consueti canali telematici).

Con il provvedimento di dettaglio dello scorso 28 gennaio, l’Agenzia delle Entrate ha indicato il modello da utilizzare per fare richiesta. Inoltre, entro 5 giorni dalla presentazione della stessa sarà rilasciata, nell’Area Riservata del sito dell’Agenzia, una ricevuta che ne comprova la presa in carico; oppure lo scarto, con l’indicazione delle collegate motivazioni.

Scadenza bonus bicicletta 2022

La domanda per il bonus mobilità 2022 poteva essere inviata, come detto sopra, dal 13 aprile al 13 maggio 2022; nello stesso periodo era anche possibile:

  • inviare una nuova istanza in sostituzione della precedente già inviata;
  • oppure presentare la rinuncia integrale al credito d’imposta precedentemente comunicato.

Come richiedere bonus bici

Bonus Come richiederlo? La domanda per ottenere il bonus biciclette 2022 poteva essere inviata esclusivamente con modalità telematiche:

  • direttamente dal contribuente con accesso tramite SPID
  • oppure tramite un soggetto intermediario incaricato della trasmissione delle dichiarazioni (via Entratel e Fisconline).

Scarica qui seguito il modello domanda bonus mobilità sostenibile.

download   Modello Credito Imposta mobilita sostenibile
       » 97,3 KiB - 1.647 download

Come compilare il modulo di domanda

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato una apposita guida alla compilazione della domanda di bonus biciclette 2022 reperibile da qui.

Come utilizzare il credito d’imposta

Come sopra accennato, l’Agenzia delle Entrate ha indicato inoltre che la percentuale del credito d’imposta spettante a ogni persona fisica che ha fatto domanda di bonus mobilità bici, è pari al 100%. Questo dato arriva sulla scorta del numero di domande ricevute e nel rispetto dei limiti di spesa di 5 milioni di euro, per il calcolo dell’ammontare del credito spettante.

Il credito d’imposta del bonus mobilità sostenibile è utilizzabile solo nella dichiarazione dei redditi; quindi in diminuzione delle imposte dovute e può essere fruito non oltre il periodo d’imposta 2022. In particolare, l’avente diritto dovrà indicare – nella dichiarazione dei redditi l’ammontare del credito d’imposta spettante.

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email