Bonus 18 anni “cultura” per i nati nel 2003, registrazione su 18app fino al 31 agosto 2022

Il bonus 18 anni "cultura" per i nati nel 2003 è operativo: registrazione fino al 31 agosto 2022 su 18 app www.18app.italia.it


Bonus cultura per i nati nel 2003, ancora pochi giorni per registrarsi e ottenere il bonus di 500 euro, la procedura su 18app per i nati nel 2003 che hanno compito i 18 anni nel 2021 rimarrà attiva fino al 31 agosto; per accreditarsi serve SPID o CIE. Il bonus 18 anni per i nati nel 2003 è stato confermato e ufficializzato tramite decreto attuativo decreto del Ministero della Cultura pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 2 marzo (testo a fondo pagina). Per ottenere il contributo, occorre però rispettare alcuni step, tra cui la la registrazione sul portale 18app entro il 31 agosto 2022, anche se la procedura ancora non è presente sul sito, che sarà aggiornato, come si legge nella home page, entro il 17 marzo.

Si tratta, in buona sostanza, di una riconferma del voucher già previsto negli scorsi anni. Infatti, per quanto riguarda il bonus cultura per i nati nel 2002, i diciottenni che ne avevano fatto richiesta entro il 31 agosto 2021 e che avevano compiuto 18 anni nel 2020, hanno avuto tempo fino al 28 febbraio 2022, per spendere il voucher. Il voucher cultura consiste in una carta acquisti pari a 500 euro da spendere in beni e servizi culturali: biglietti per il cinema, teatro, libri e non solo. Ora potranno accedere al bonus i nati nel 2003, ossia coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2021.

Vediamo più nel dettaglio come funziona il contributo, quali sono i requisiti per averne diritto e le tempistiche da tener presente.

Bonus cultura per i nati nel 2003: a chi spetta e a cosa serve

Il 2021 è stato anche un periodo assai complicato per spendere i 500 euro del bonus cultura, se teniamo conto che la maggior parte delle attività culturali per le quali far valere il voucher – ad es. biglietti per cinema e teatri –  sono state rese inaccessibili per molto tempo, in ragione della pandemia e delle restrizioni che ne sono conseguite.

A causa della crisi, delle chiusure tuttora applicate e delle misure anti-Covid ancora valevoli, i giovani potranno spendere il denaro del bonus in libri e corsi online, ma anche in audiolibri e dischi musicali. Ciò in attesa che la situazione ritorni gradualmente alla normalità, grazie ai vaccini.

L’accesso al bonus cultura, anche noto come 18app, era stato disciplinato da un decreto ad hoc del Ministero dei Beni Culturali che predisponeva i criteri per l’attribuzione del contributo, in base a quanto previsto alla legge di Bilancio 2020. Ma, in verità, la sua origine è da rintracciarsi nella legge di stabilità 2016, all’epoca del Governo Renzi.

Bonus 18 anni: quali acquisti si possono fare con il bonus cultura

Finalità essenziale della misura di sostegno è incentivare e promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale, tramite l’assegnazione di una carta elettronica, ossia una sorta di voucher, per l’acquisto di:

  • libri;
  • biglietti per spettacoli teatrali e cinematografici e spettacoli dal vivo;
  • biglietti di ingresso in musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • musica registrata;
  • prodotti dell’editoria audiovisiva;
  • corsi di teatro, musica e lingua straniera.

Inoltre, a partire dall’anno scorso con il bonus 18 anni sarà possibile acquistare anche abbonamenti a giornali periodici, sia in formato digitale che cartaceo.

Bonus 18 anni per i nati nel 2003: quando scade

Il bonus cultura sarà attribuito ai destinatari secondo ben precise condizioni. Infatti, il contributo si rivolge – come detto – esclusivamente a coloro che sono nati nel 2003, ossia i giovani che hanno compiuto 18 anni nel 2021. E come lo scorso anno, anche in questo è necessario effettuare la previa registrazione nel portale 18app, entro il 31 agosto 2022.

I tempi sono quelli fissati dal Decreto – come accennato all’inizio – in Gazzetta Ufficiale del 2 marzo 2022. Finalmente, dunque, dopo i consistenti ritardi, dovuti anche alla crisi di Governo che ha portato alla caduta del Conte bis, abbiamo un decreto attuativo che può dispiegare i suoi effetti. Anzi, ora non vi sono più dubbi circa le tempistiche da rispettare per poter sfruttare il bonus spese culturali.

Tuttavia, restiamo in attesa dell’aggiornamento del portale 18app per poter fare domanda. Ad oggi, infatti il messaggio riportato nell’home page informa tutti i visitatori che la procedura per dettagliare il bonus cultura 2021 è in corso di definizione. Ciò che balza all’occhio è che per quest’anno, in molti si troveranno a poter spendere il bonus in oggetto ben oltre la data di compimento dei 18 anni.

Come si accede a 18 app

A questo punto, appare opportuno richiamare – in rapida sintesi – quelli che sono i requisiti per avere il bonus e poter accedere a 18app per ottenere il bonus cultura per i nati nel 2003.

Essi sono praticamente gli stessi dell’anno scorso, ossia:

  • residenza nel territorio nazionale;
  • possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità;
  • compimento della maggiore età nel 2021;
  • possesso dell’identità digitale SPID, ossia le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale;
  • accesso al portale web www.18app.italia.it tramite SPID o CIE (carta d’identità elettronica)

Al momento, la scadenza per potersi avvalere del bonus cultura è fissata nel giorno 28 febbraio 2023; così come il 28 febbraio 2022 è stato l’ultimo giorno utile per il bonus cultura dello scorso anno. Concludendo la registrazione al portale 18app sarà possibile fino al 31 agosto 2022.

Nonostante nei mesi scorsi sia stata ipotizzata una diminuzione del valore del buono, pare che anche quest’anno l’importo totale sia pari a 500 euro per beneficiario.

Bonus cultura diciottenni nati nel 2003: decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale

Di seguito alleghiamo il testo completo del DECRETO pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 2 marzo 2022.

download   DECRETO 20 dicembre 2021, n. 244 - Bonus Cultura nati 2003
       » 66,7 KiB - 1.941 download

Argomenti

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News, Facebook, Twitter o via email