Bonus Isee basso: quali sono le agevolazioni nel 2021? Il quadro in sintesi

Molti bonus Isee basso sono stati confermati dalla legge di Bilancio 2021. Ecco quali sono e i requisiti di accesso.


Una discreta parte delle famiglie italiane, ossia quelle che hanno un reddito Isee basso, possono tirare un sospiro di sollievo. Infatti, anche per quest’anno sono in vigore diverse agevolazioni cui accedere, se ci si trova in una fase di difficoltà economica. La conferma è arrivata dalla recente legge di Bilancio 2021.

Di seguito vogliamo vedere proprio questo: quali sono i bonus Isee che scattano in ipotesi di Isee al di sotto di una certa soglia annua? Facciamo chiarezza.

Bonus Isee: il contesto di riferimento

Prima di vedere, più nel dettaglio, quali sono i bonus Isee basso, spendiamo qualche parola sul concetto in questione. Per Isee si intende l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente; esso dà una valutazione precisa sulla situazione economica di una famiglia.

L’interessato lo può richiedere con Dsu, ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica – valida dalla data in cui è presentata fino al 31 dicembre dell’anno corrente. Va da sè che Dsu e Isee sono requisiti obbligatori per ottenere alcune prestazioni sociali agevolate e servizi assistenziali, come appunto i bonus Isee basso.

Attenzione però al rinnovo: infatti, come puntualizzato dall’Inps, per poter incassare bonus e agevolazioni è necessario rinnovare l’Isee per il 2021. “Il rinnovo dell’Isee è fondamentale per continuare a percepire anche tutte le numerose prestazioni assistenziali e bonus previsti dalla normativa vigente”, ha precisato l’Istituto.

Bonus Isee basso: operativo il bonus bebè

Anzitutto, nel corso del 2021, sarà applicabile il cosiddetto assegno di natalità, detto anche bonus bebè. Si tratta di un interessante beneficio rivolto alle famiglie per ciascun figlio nato, adottato o in affido preadottivo. L’assegno è di tipo annuale ed è versato per ciascun mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare dopo l’effettiva adozione o affidamento preadottivo.

La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita o dall’arrivo in famiglia del minorenne.

Per chi ha un Isee pari o al di sotto dei 7mila euro, il bonus Isee basso in esame è pari a  1.920 euro annui: 160 al mese per ciascun figlio. Invece, con Isee tra 7mila e 40mila, il bonus scende e corrisponde a 1.440 euro annui. Al di sopra dei 40mila euro annui, sussiste il diritto a 960 euro per 12 mesi (ossia 80 al mese). Inoltre, per i figli dopo il primo, l’importo sale del 20%. Ciò è previsto anche per favorire una ripresa della natalità, in netto calo negli ultimi anni in Italia.

Bonus asilo nido: come funziona?

Altro bonus Isee basso è quello che consiste in un contributo che l’Inps eroga, per far fronte alle spese relative alle rette degli asili nido, pubblici e privati, e/o per l’assistenza domiciliare per bambini con età inferiore ai 3 anni, che abbiano gravi patologie.

Anche in questo caso, l’Isee è determinante per la quantificazione dell’agevolazione. Infatti,  per le famiglie con Isee al di sotto dei 25mila euro annui, il bonus in questione è per l’importo integrale, ossia 3mila euro annui. Invece, per i nuclei familiari con Isee minorenni al di sopra dei 25mila euro e fino a 40mila euro all’anno, l’agevolazione è di 2.500 euro. Le famiglie con Isee minorenni sopra i 40mila euro, potranno invece contare su un bonus Isee di 1.500 euro all’anno.

Social card / Carta acquisti: a chi è destinata?

Il bonus Isee basso riguarda anche la fruizione della cosiddetta social card, che vale per:

  • i cittadini al di sopra dei 65 anni di età anagrafica;
  • i genitori di bambini al di sotto dei 3 anni.

Si tratta, in buona sostanza, di una carta acquisti ordinaria, ossia una carta di pagamento elettronica su cui sono accreditati dallo Stato 40 euro ogni mese, per un totale di 480 euro all’anno. Con essa si possono compiere le spese relative ai generi di prima necessità o alle bollette alle poste. Ai titolari della social card è concesso inoltre uno sconto del 5% sugli acquisti in negozi e farmacie convenzionate.

Tuttavia, per poter accedere alla Social Card, occorre avere un reddito ai fini Isee che non supera i 6.966,54 euro all’anno.

Va altresì ricordato che le famiglie con Isee basso, in diverse situazioni, possono domandare ed ottenere anche il versamento di bonus spesa da parte dei Comuni di residenza. Ma attenzione: somme erogate e requisiti cambiano in base dell’Amministrazione locale che li emette, ossia in base alla città in cui si risiede.

Leggi anche: Carta Acquisti 2021: cos’è e a chi spetta

Bonus sociale per situazione di disagio economico

Tra i vari bonus Isee basso, non bisogna dimenticare anche il Bonus sociale per il disagio economico. Possono ottenerlo le famiglie in difficoltà economica, che hanno un Isee al di sotto o pari a 8.265 euro.

Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia sale però a 20mila euro. E’ una utile agevolazione che comporta uno sconto in bolletta di luce, gas e acqua: l’erogazione scatta in via automatica, sulla scorta della Dsu presentata annualmente.

Reddito di cittadinanza con Isee basso

Chi ha un Isee basso, può ottenere dall’Inps anche il ben noto reddito di cittadinanza. L’Istituto ha chiarito i requisiti per il reddito di cittadinanza: “Isee ordinario o minorenni in corso di validità inferiore a 9.360 euro”. Diversa agevolazione per i pensionati al di sopra dei 67 anni, a basso reddito ai fini Isee: è infatti disposta la pensione di cittadinanza.

Chi vuole ottenere detto reddito di cittadinanza, come un vero e proprio bonus Isee basso, deve ricordarsi di fare domanda, munendosi di un Isee aggiornato. Pertanto, occorre attendere il rilascio della Dsu aggiornata al 2021.

Il valore dell’Isee, in ogni caso, non può oltrepassare i 9.360,00 euro annui, indipendentemente dal numero di componenti del nucleo familiare. Ma attenzione: siccome si tratta Isee 2021, i patrimoni considerati sono quelli relativi al 2019 (ossia due anni anteriori alla data di presentazione della Dsu).

Bonus PC e internet

Infine molto utile in questo periodo di covid ricordiamo per il 2021 il bonus PC e internet fino a 500 euro. Può essere richiesto dai nuclei familiari con ISEE fino a 20 mila euro per ottenere un computer scontato o un tablet e una connessione veloce per un anno.