Bonus di Natale da 800 o 1000 euro per i precari: a chi spetta e come richiederlo

Nuovo bonus di Natale dal Decreto Ristori quater. Indennità di 1.000 euro per i lavoratori del turismo, termale e spettacolo e 800 euro per i lavoratori dello sport.


Bonus di Natale per i lavoratori precari, così è stato ribattezzato il nuovo bonus da 800 o 1000 euro per talune categorie di lavoratori. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Ristori quater (Decreto-Legge 157/2020) reintroduce nuovamente il bonus per tutti quei lavoratori che si trovano in situazione di precarietà data la nuova ondata dei contagi da Covid-19.

Gli aiuti economici, come per i precedenti bonus, hanno il compito di aiutare coloro che hanno maggiormente subito le nuove stringenti misure di chiusura da parte del Governo. In particolare, a fare le spese delle scelte governative sono principalmente i lavoratori del turismo, ma anche i lavoratori dello spettacolo e dello sport.

Ma vediamo nel dettaglio a chi spetta il bonus di Natale 2020, quanto riceveranno i beneficiari e come fare domanda.

Bonus di Natale di 1000 euro: lavoratori stagionali del turismo

Al co. 2 dell’art. 9 del “Decreto Ristori-quater” è prevista l’erogazione di un’indennità una tantum di 1.000 euro per gli stagionali del turismo e degli stabilimenti termali. A tal fine, chiarisce la norma, è necessaria:

  • la cessazione involontaria del rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020;
  • lo svolgimento della prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nel predetto periodo

Inoltre, non bisogna essere titolare di rapporto di lavoro dipendente o di NASPI, alla data del 30 novembre 2020.

La medesima indennità è riconosciuta ai lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali.

Bonus di Natale di 1000 euro per i lavoratori autonomi

L’indennità di 1.000 euro spetta anche ai lavoratori:

  • stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo;
  • iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti;
  • stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente;
  • intermittenti;
  • incaricati di vendite a domicilio.

A tal fine è necessario aver:

  • cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020;
  • svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nel medesimo periodo, non titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, né di NASPI.

Bonus di Natale di 1000 euro per lavoratori a termine nel turismo

Ai lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali in possesso cumulativamente dei requisiti di seguito elencati, è riconosciuta una indennità onnicomprensiva pari a 1.000 euro:

  • titolarità nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • titolarità nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel medesimo settore, di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • assenza di titolarità, alla data del 30 novembre 2020, di pensione e di rapporto di lavoro dipendente.

Bonus di Natale di 1000 euro per lavoratori dello spettacolo

Spetta un’indennità di 1.000 euro anche per i lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo. Questi ultimi dovranno:

  • avere almeno 30 giorni di contributi giornalieri versati, dal 1° gennaio 2019 alla data del 30 novembre 2020, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro;
  • non essere titolari di pensione né di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente, senza corresponsione dell’indennità di disponibilità.

La medesima indennità viene erogata anche al color che hanno almeno 7 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 alla data del 30 novembre 2020, cui deriva un reddito non superiore ai 35.000 euro.

Indennità di 1.000 euro: come fare domanda

Per ottenere le predette indennità è necessario presentare all’INPS una domanda entro il 15 dicembre 2020.

A tal fine, occorre utilizzare il modello di domanda predisposto dal medesimo Istituto e presentato secondo le modalità stabilite dallo stesso.

Bonus di Natale 800 euro per i lavoratori sportivi

Infine, per il mese di dicembre è erogata da Sport e Salute Spa, un’indennità di 800 euro per i lavoratori del settore sportivo.

Questi ultimi devono essere titolari di rapporti di collaborazione con:

  • il Coni,
  • il Comitato Italiano Paralimpico,
  • le Federazioni Sportive Nazionali,
  • le Discipline Sportive Associate,
  • gli Enti di Promozione Sportiva,
  • le Società e Associazioni sportive dilettantistiche, riconosciuti dal Coni e dal Comitato Paralimpico.
⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti.