Cashback di Natale, problemi pagamenti contactless: cosa fare

Extra cashback di Natale: come ottenere il rimborso del 10% in caso di pagamenti con carte bancomat utilizzate in modalità contactless.


L’8 dicembre è partito ufficialmente il programma Extra Cashback di Natale. Dopo le difficoltà incontrate nelle fasi iniziali per la registrazione e l’abilitazione delle carte di pagamento sull’App Io, resta ancora un problema da risolvere.

Alcune carte, anche se registrate all’interno dell’App, non consentono infatti di ottenere il rimborso qualora vengano usate con modalità contactless. Sono tantissimi quindi gli utenti che lamentano questo problema e che, nonostante abbiano registrato la carta di pagamento ed effettuato il pagamento, non trovano la transazione registrata all’interno dell’area “Riepilogo transazioni” del proprio portafoglio virtuale.

Vediamo come si può risolvere il problema.

Cashback di Natale: perché alcuni pagamenti contactless non risultano

Dopo alcuni giorni dall’inizio del programma Extra Cashback di Natale, ad alcuni utenti non risultavano alcuni pagamenti. In particolare per i pagamenti con le carte co-badge il rimborso del 10% della spesa non era presente sull’App Io.

A fronte delle accese polemiche di molti consumatori PagoPa, la società pubblica che gestisce l’App IO, ha deciso di rilasciare un comunicato stampa per spiegare il perché dell’errore e fornire alcune indicazioni utili al fine di risolvere il problema.

Particolare attenzione ai pagamenti elettronici con carte di debito su doppio circuito Pagobancomat/Maestro o Pagobancomat/V-Pay. In questo caso bisogna fare attenzione agli acquisti  in modalità contactless, onde evitare di perdere il rimborso del 10%.

Pagamenti contactless: come funzionano

Si parla di pagamenti contacless nei casi in cui il pagamento si effettui semplicemente avvicinando la carta al lettore Pos (senza introdurre la tessera nell’apposita fessura). In tal caso la transazione non verrà considerato ai fini del computo dei pagamenti necessari (almeno 10) per poter ottenere i rimborsi.

Leggi anche: Cashback di Natale 150 euro al via: come funziona (guida aggiornata)

Se le transazioni contactless non sono valide ai fini del rimborso questo non è dovuto ad un baco tecnologico né alla presenza di un circuito nazionale e internazionale. L’anomalia nasce a monte, ovvero dipende dalla presenza di carte co-badge che funzionano su doppio circuito; si precisa che sarà possibile il loro riconoscimento poiché presentano due loghi (Pagobancomat/Maestro e Pagobancomat/V-Pay).

Le carte di per sè sono idonee ad ottenere il cashback, ma bisogna tener conto che per ciascuna carta risultano due numeri PAN:

  • un numero di carta per le transazioni che viaggiano su circuito Pagobancomat
  • e un altro numero su circuito Maestro o V-pay.

Pagamenti carte bancomat contactless: come accedere al cashback di Natale?

PagoPa spiega, per poter abilitare ai rimborsi una carta co-badge sarà necessario effettuare una doppia registrazione nella Sezione portafoglio dell’App Io. La carta dovrà dunque essere registrata secondo una duplice procedura, quella Pagobancomat e quella propria delle Carte di credito, debito o prepagate.

In questo secondo caso si dovrà riportare oltre al numero della carta di pagamento anche il codice di sicurezza. A conferma della registrazione ci sarà un addebito di pochi centesimi che dopo qualche giorno sarà comunque restituito. Resta fermo che occorrerà abilitare la carta in questione ai pagamenti elettronici.

Se si è fatto tutto correttamente e comunque non si è riusciti a caricare il proprio credito sull’App IO significa che la carta non è abilitata e sarà indispensabile rivolgersi al soggetto che ha provveduto all’abilitazione affinché venga effettuata l’abilitazione.

Cosa succede in assenza della doppia registrazione? Utilizzando la carta in modalità contactless, la transazione invece che passare dal circuito Pagobancomat passerà dal circuito internazionale ma la tessera non risulterà valida in quanto non caricata nell’AppIO.

In questo caso il Pos prende il numero di carta non registrato e il pagamento non risulta nel conteggio.

Aggiornamento dell’App IO da gennaio 2021

A partire dal mese di gennaio 2021, quando l’operazione Cashback di Stato dovrebbe entrare a regime, si prevede un aggiornamento dell’App IO che consentirà agli utenti di evitare questa doppia registrazione.

L’App Io dovrebbe in automatico riconoscere entrambi i numeri delle carte co-badge.

I titolari delle carte che passano sul doppio circuito potranno pienamente partecipare al piano Cashback senza dover adempiere ad ulteriori formalità.

Rimane pur sempre ferma, nel frattempo, la possibilità di non utilizzare la modalità contactless, inserendo il bancomat nel Pos e digitando l’apposito Pin di sicurezza.

⭐️ Segui Lavoro e Diritti su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti.